Modalità di accesso

Il titolo di studio richiesto per l’ammissione alla Scuola è il diploma di scuola media superiore.

Le persone interessate alle materie di insegnamento, ma prive dei requisiti per l’ammissione, possono seguire le lezioni come uditori, presentando la relativa domanda di iscrizione.

 

L’ammissione al primo anno è subordinata alla presentazione di un’apposita domanda di iscrizione e al superamento di un esame di ammissione.

L’esame di ammissione prevede due modalità di verifica:

  • traduzione dal latino in italiano di un documento redatto in Italia tra il XII e il XV secolo. Durante la prova è consentito l’uso del dizionario latino e di glossari di latino medievale. L’Archivio di Stato metterà a disposizione il Glossarium mediæ et infimæ latinitatis di Du Cange e un dizionario di latino classico.
  • test scritto, con domande a risposta multipla e a risposta libera, inteso a verificare il possesso delle conoscenze storiche di base relative alla storia medievale.

La durata di ciascuna parte della prova è fissata in tre ore e si svolgerà nell’arco della stessa giornata: ore 9-12, traduzione; ore 14-17, test.

Testi utili per la preparazione alla prova di traduzione dal latino si possono consultare nella sala di studio dell’Archivio di Stato, nel consueto orario di apertura al pubblico. In linea generale, si consiglia di prendere visione di normativa statutaria relativa a comuni, corporazioni di arti e mestieri, confraternite, con particolare riguardo all’area geografica relativa alla documentazione conservata in questo Archivio di Stato.

Per quanto riguarda la storia medievale, si consiglia di fare riferimento a un manuale in uso nelle università. A titolo meramente esemplificativo, si segnalano: G. Vitolo, Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione, Firenze 2000; M. Montanari, Storia medievale, Roma-Bari 2017; R. Bordone, G. Sergi, Dieci secoli di medioevo, Torino 2009, A. Cortonesi, Il Medioevo. Profilo di un millennio, Roma 2014; L. Provero, M. Vallerani, Storia medievale, Firenze 2016.

 

La data della prova di ammissione viene diffusa a mezzo stampa e pubblicata nella sezione delle News della homepage.

La frequenza di almeno cinque sesti dell’attività didattica del primo anno – seguita nella Scuola dell’Archivio di Stato di Trieste o in una delle altre 16 Scuole previste dal DPR 1409/1963 – è condizione necessaria per l’ammissione al secondo anno, per la quale va compilata la prevista domanda di iscrizione. Il superamento degli esami di archivistica, paleografia e diplomatica nel corso degli studi universitari può consentire – a discrezione della Direzione della Scuola – l’accesso diretto al secondo anno, da richiedere tramite l’apposita domanda di iscrizione al secondo anno per studenti universitari. In ogni caso la conoscenza della lingua latina è requisito indispensabile per seguire le lezioni.

 

La frequenza di almeno cinque sesti dell’attività didattica del secondo anno è condizione necessaria per l’ammissione all’esame finale, per la quale va compilata un’apposita domanda di ammissione all’esame finale.

Eventuali informazioni possono essere chieste tramite posta elettronica a: as-ts.scuola-apd@beniculturali.it

aggiornato il: 2019-10-11 08:56
logo MIBACT
Logo DGA
Logo SAN
Logo Centenario Grande Guerra