Data:
1914-07-29
Anteprima:
Commenti:

È pubblicato il manifesto con cui Francesco Giuseppe informa di aver incaricato il Ministro degli esteri di notificare al governo serbo il principio dello stato di guerra e con cui si rivolge ai suoi popoli, confidando nella valorosa armata austro-ungarica, piena di entusiasmo e di devota abnegazione, e “nell’Onnipotente, che concederà alle Mie armi la vittoria”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-06-30
Anteprima:
Commenti:

Viene riportata un’ampia descrizione della giornata del 28 giugno e delle attestazioni di cordoglio provenienti da tutti gli Stati europei. Il cerimoniale della traslazione delle salme, portate con un treno funebre a Metcovich dove “le case sono imbandierate a lutto, i fanali sono abbrunati; i natanti del porto hanno bandiera a mezz’asta”, riproporrà in ogni luogo toccato dall’evento stazioni parate a lutto, lanci di fiori sul treno in passaggio, grandi folle in attesa, rintocchi di campane.
Nella sezione della Cronaca, invece, si ha notizia di un legato disposto per testamento dal commendatore Alessandro Manussi de Ohabitza a favore dell’i.r. Società della Croce bianca di Trieste; negli Spettacoli d’oggi è prevista invece la rappresentazione di “Cabiria” di Gabriele D’Annunzio.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-06-29
Anteprima:
Commenti:

Edizione straordinaria de L’Osservatore triestino del 29 giugno 1914 sul mortale attentato all’arciduca Francesco Ferdinando e alla consorte duchessa di Hohenberg.
Listato a lutto, il quotidiano offre un resoconto dettagliato dell’attentato riportando molti particolari drammatici della giornata, dal primo tentativo mancato ad opera del tipografo Cabrinovic ai colpi di rivoltella esplosi più tardi da un giovane serbo. Imbarcatosi a Trieste il 24 giugno sulla «Viribus Unitis», ammiraglia della flotta degli Asburgo, l’arciduca era giunto in Bosnia per presenziare, in qualità di ispettore generale di tutte le forze armate dell’Austria-Ungheria, alle manovre militari del XV e XVI corpo d’armata previste sulle montagne a sud-ovest di Sarajevo. Le salme degli arciduchi raggiunsero Trieste, portate dalla «Viribus Unitis», nella serata del 1 luglio e vennero scortate il giorno successivo, in un lungo corteo funebre, alla stazione della Ferrovia meridionale, alla volta di Lubiana.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-06-28
Anteprima:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-01
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-02
Anteprima:
Commenti:

Militi caduti di stanza a Trieste: i parenti qui residenti devono richiedere il provvedimento.
Germania e Austria: i disoccupati dello Stato alleato sono anche nostri.
“Mio figlio è tornato! Darò dei soldi a vedove e orfani”.
Beneficienza nei bar: con il caffè arriva il tovagliolo di guerra.
Cittadinanza in lutto: morto il commendatore Giuseppe Vidich.
Pelle conciata: sospesa la vendita a Budapest e Vienna. Cartello del cuoio libero di decidere.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1914-07-01
Anteprima:
Commenti:

Il programma della traslazione delle salme è fissato e prevede l’arrivo in serata a Trieste della nave «Viribus Unitis». Il corteo funebre, già predisposto nel suo dispiegamento ufficiale, inizierà alle ore 8 del giorno successivo, con lo sbarco alla riva dirimpetto al giardino dell’allora piazza Grande, davanti al quale sorgerà un “castrum doloris”; il quotidiano annota che “la cittadinanza ha cominciato fin dalla mattina ad addobbare a gramaglie edifici, case, negozi, così che la città presenterà una imponente manifestazione esteriore di lutto, corrispondente all’universale compianto”.
Tra gli atti ufficiali, invece, viene riportato l’editto per la convocazione dei creditori dell’eredità del regnicolo Erminio Massari da Ortona a Mare deceduto nei primi di giugno a Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-02
Anteprima:
Commenti:

Si riporta una minuziosa relazione dei funerali tenuti a Trieste.
Tra gli atti ufficiali, un avviso di concorso dell’i.r. Procura superiore di Stato prevede la fornitura di 10.000 kg di lana pecorina velata, di diversi colori, per la produzione del panno grigio per detenuti, occorrente per l’anno 1915.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1915-01-03
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-04
Anteprima:
Commenti:

Musica da lutto: morto il maestro Carlo Goldmark.
Guerra marittima: finalmente liberi i piroscafi del Lloyd austriaco trattenuti ad Alessandria.
Spie in gonnella sui treni: i passeggeri si cuciano le labbra.
La guerra porta il tifo esantematico: dieci casi in arrivo dal teatro meridionale.
Un quadro per un orologio: un ferito ritrae l’Imperatore.
Cereali: la domanda supera di molto l’offerta.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-05
Anteprima:
Commenti:

Comune: niente elezioni finchè siamo in guerra.
Pane di guerra: sì ai mix di farine ma niente amido di patate.
Forniture per l’esercito: l’Istituto per la promozione delle piccole industrie diventa una fabbrica di mutande.
Beneficenza da ricchi: un concerto per la Croce  Rossa alla presenza delle maggiori Autorità.
Carbone austriaco: da ottobre a novembre produzione stabile ma in netto calo rispetto al 1913.
Finanze americane: Sud degli Stati Uniti presto indipendente dall’Europa. Nuova York al pari di Londra.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-06
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-07
Anteprima:
Commenti:

Caduti in guerra: da ora più trasparenza sugli assegni per i loro congiunti.
Vita in guerra: meno suicidi di quanto ci si aspettasse.
Edizioni musicali: esce la nuova raccolta di inni nazionali.
Esportazione e transito di merci: da due giorni in vigore le nuove regole.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-08
Anteprima:
Commenti:

Premio Nobel per la pace: candidature entro il 31 gennaio da soggetti autorizzati.
Amici della musica in Vienna: la nuova sede dà nuova luce al patrimonio di questa Società.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-09
Anteprima:
Commenti:

Non è vero che a Vienna mancano lavoro e denaro. Replica così il Borgomastro della capitale alla stampa nemica, smentendo quanto affermato dall’inglese Times sulla crescente miseria a causa della guerra.
Un’ordinanza dei ministri del commercio e interno vieta l’uso di farine e cereali come foraggio. Sono previste contravvenzioni fino a 500 corone o con l’arresto.
La Società degli amici della Musica di Vienna piange la morte del maestro Carlo Goldmark: autore di fama mondiale l’artista vivrà nelle sue opere.
La donna moderna deve affermare la propria individualità: questo il tema di un’affollata conferenza tenuta da Mario Piazza, convinto femminista. Molte le signore presenti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-10
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-11
Anteprima:
Commenti:

L’amministrazione militare ha allestito a Waitsch, vicino a Lubiana, un ricovero per soldati feriti e malati. Sono 500 i ricoverati che dopo la guarigione ripartiranno per il fronte. Il Comitato delle Signore ha messo a disposizione 3mila corone e invita a sostenere questa opera patriottica.
Gioielli di guerra in oro e argento con la corona imperiale vengono messi in vendita dall’Ufficio di soccorso del Ministero dell’Interno. Costo dei monili, portati da parecchi membri della casa reale, dalle 25 alle 100 corone.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-12
Anteprima:
Commenti:

Non vi sono state violazioni dei diritti da parte dei soldati germanici verso cittadini francesi. In una nota vengono definite calunnie le dichiarazioni volte a fomentare l’odio contro l’invasione germanica. Al contrario si denunciano le atrocità commesse dai francesi.
Il paese ha viveri bastanti fino al prossimo raccolto purché se ne faccia uso parsimonioso. Per educare i giovani il Governo ha incaricato le autorità scolastiche di leggere in aula un avvertimento sul sacro dovere di non sprecare.
Contro il tifo, il Ministero dell’Interno ha disposto misure preventive negli ospedali, campi di concentramento, e quartieri popolosi. Nel 1914 vi sono stati 279 casi in Austria di cui 9 a Trieste, la quasi totalità erano militari.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-13
Anteprima:
Commenti:

L’Italia centrale è stata colpita da un violento terremoto, registrato dagli apparecchi sismografici del locale imperial regio Osservatorio. Molte le vittime e i danni.
Pubblicata la notificazione per gli obblighi alla leva in massa dei nati dal 1878 al 1890.
Progrediscono in Messico i negoziati fra i partiti belligeranti, ha dichiarato il presidente Gutierrez. Per il presidente degli stati uniti Wilson non vi devono essere ingerenze nelle questioni del paese.
Cresce a Trieste il numero dei quartieri e magazzini vuoti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-14
Anteprima:
Commenti:

L’imperatore accoglie le dimissioni del conte Leopold Berchtold, ministro degli esteri austriaco e, grato per i servigi resi in pace e in guerra, gli conferisce la gran croce dell’Ordine di Santo Stefano.
Le imperial regie ferrovie concedono agevolazioni di nolo per il trasporto di suppellettili alle famiglie dei richiamati al servizio militare. Le domande devono essere presentate dal Comune di dimora.
Franchigia di nolo per il trasporto di carbone messo a disposizione gratuitamente da privati per i refettori pubblici e i ricoveri.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-15
Anteprima:
Commenti:

Dai teatri di guerra della Germania: distrutta la città balneare di Westenda a occidente. A nordest le truppe hanno fatto oltre 3mila prigionieri e sono stati requisiti cannoni e mitragliatrici.
La “Frankfurter Zeitung” smentisce la notizia secondo la quale i tedeschi fucilerebbero i prigionieri.
In Serbia il dramma dei prigionieri malati e feriti l’avviso dell’arruolamento obbligatorio dai 16 ai 60 anni.
L’Inghilterra contro l’embargo nei confronti della Svizzera mentre società italiane e americane rifiutano carichi verso la Federazione.
Da oggi nuove regole negli uffici doganali per l’esportazione di paste alimentari dall’Italia. Ammesse importazioni solo da paesi non belligeranti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-16
Anteprima:
Commenti:

Bollettino di guerra dal quartier generale germanico dalla Francia. In tre giorni sono stati fatti 5200 prigionieri, molti i villaggi conquistati così come armi e cannoni. Sul campo di battaglia sono 4-5 mila i caduti francesi.
Manifestazione di commovente patriottismo durante l’evento svoltosi per la Croce Rossa nella sala del Casino Schiller. Presente una folla traboccante di gioventù femminile e maschile.
A Budapest un’ordinanza del Ministero obbliga a cedere a pagamento le quantità di cereali che superano quanto stabilito per i bisogni domestici. Questo per far fronte alla penuria negli ospedali.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-17
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-18
Anteprima:
Commenti:

Dai campi di battaglia in Francia. Gravi le perdite dei francesi, quattro volte superiori a quelle dell’esercito germanico. Si combatte anche a corpo a corpo.
L’esercito turco salva l’equipaggio di un sottomarino francese inabissato. Aspri combattimenti vedono i turchi impegnati contro i russi nel Caucaso, dove questi russi combattono da selvaggi.
La Svezia si prepara a fronteggiare gli alti costi della neutralità.
Donne di ogni età, giovani e anziani austriaci, ungheresi e tedeschi possono ritornare in patria dall’Inghilterra. Le domande al Home Office.
Appello ai giovani triestini perché si mettano al servizio della patria, entrando a far parte del Corpo dei giovani volontari anche se minorenni.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-19
Anteprima:
Commenti:

Vietato il pane di frumento: Sono fissate “tariffe massime per lo smercio al minuto della farina e del pane”. Non è permesso vendere pane fatto solo con farina di frumento.
Censimento degli animali da soma: la Luogotenenza annuncia un censimento degli animali da soma, sono esclusi solo gli esemplari necessari all’uso civile e quelli inservibili per scopi bellici.
La guerra illustrata per gli italiani dell’Impero: l’editore triestino Schimpff pubblica «La guerra mondiale», quindicinale illustrato per le popolazioni italiane. “Le illustrazioni vi abbondano e sono di non comune finitezza”. In copertina, una tavola di Gino Parin.
Nessuna corrispondenza per i prigionieri: l’accordo per l’invio di pacchi ai prigionieri austriaci in Russia, Francia e Inghilterra non comprende comunicazioni scritte. È permesso solo l’invio di vestiti, biancheria e oggetti personali.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-20
Anteprima:
Commenti:

Equipaggiamento dei nuovi arruolati: gli obbligati alla leva in massa degli anni 1878-1886 vengono arruolati arruolati. È “nell’interesse d’ognuna di queste persone” procurarsi l’intero equipaggiamento: scarponi, biancheria, vestiti, pelliccia o mantello e persino posate e viveri per tre giorni.
Crollo delle importazioni inglesi: le importazioni dall’Inghilterra diminuiscono in tutti i settori, dall’industria estrattiva alla meccanica, dai filati di lana al settore alimentare.
La truppa logora le banconote: le banconote da piccolo taglio “distribuite in grande quantità alle truppe… subiscono un deterioramento molto maggiore del normale”. La Banca austro-ungarica provvederà a sostituire i pezzi danneggiati.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-21
Anteprima:
Commenti:

Truppe “infervorate per la lotta”: l’arciduca Federico in visita al fronte ha impressioni “oltre ogni dire soddisfacenti” e trova eccellente lo stato di salute delle truppe, che “attendono con impazienza il momento di una nuova offensiva”.
Interventismo in Italia: In Italia, cittadini e forze dell’ordine intervengono a bloccare le manifestazioni per l’entrata in guerra, promosse da pochi facinorosi.
Indumenti per i soldati al fronte: Il Comitato delle Signore per provvidenza in guerra disciplina la distribuzione di indumenti caldi e respinge i reclami sul mancato recapito dei pacchetti natalizi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-22
Anteprima:
Commenti:

Nuove misure contro la fame: il Ministero dell’interno pubblica un’istruzione sul consumo di derrate alimentari, “rilevato che l’estero nemico, tagliando le linee d’importazione di viveri, tende a metterci in faccia al pericolo d’una fame”.
Al Mercato di Vienna mancano grano, orzo, mais e avena.
La requisizione dei cereali, già praticata in Ungheria, è estesa agli altri territori dell’Impero.
Fissate le tariffe massime per lo smercio al minuto della carne bovina.
Per evitare la speculazione, sono vietate le aste libere di cuoio e pelli.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-23
Anteprima:
Commenti:

Il papa condanna la guerra: Benedetto XV, fermo oppositore della guerra, ribadisce l’imparzialità della Santa Sede.
Berlino: guerra a oltranza: Il capo dello Stato maggiore, generale Erich von Falkenhayn, dichiara: “Per quanto riguarda la Germania, la guerra può durare indefinitamente. Non vedo che cosa possa costringerci a sospendere la lotta”.
Rappresaglia per il rilascio dei funzionari austriaci: prosegue con la mediazione americana la trattativa per liberare i funzionari austriaci deportati in Russia all’inizio della guerra. Dopo l’arresto di personale diplomatico, Vienna minaccia altre rappresaglie.
Affollamento nella Casa dei poveri: nella Casa dei poveri di Trieste sono ricoverate oltre 700 persone, il riformatorio ospita 168 ragazzi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-24
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-01-25
Anteprima:
Commenti:

“I nostri nemici vogliono affamarci”: il Ministero dell’interno dà istruzioni sull’uso delle derrate alimentari, ciascuno è chiamato a contribuire “adattando il suo sistema di vita alle esigenze del benessere collettivo”. Si raccomanda di non fare incetta di viveri, per non far lievitare i prezzi.
Il supremo svago della musica: a Trieste si inaugura la stagione lirica al Politeama Rossetti: “lo svago di ordine superiore che offre la musica è nelle presenti condizioni un ottimo diversivo  dalle aspre cure della giornata…”.
Effetti della propaganda: gli straordinari risultati del prestito di guerra testimoniano del patriottismo della popolazione, che ha le sue premesse nell’”elevazione della nostra potenzialità economica in tutti i rami” e nella “propaganda di lunghi anni a favore degli effetti dello Stato".

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-26
Anteprima:
Commenti:

Restrizioni sui passaporti: entrano in vigore misure restrittive straordinarie sui passaporti: il diritto di circolazione viene limitato per controllare meglio il movimento delle persone all’interno dell’Impero.
Vuoti “naturali” nell’esercito: Si annuncia il richiamo di altre classi di coscritti, fino ai nati nel 1996. “Una delle più importanti premesse per un andamento felice della guerra è costituiva da quelle misure con le quali si provvede in tempo e ininterrottamente a colmare i vuoti che naturalmente si producono nell’esercito.”
Nobiltà esentasse per gli ufficiali di truppa: gli ufficiali di truppa riceveranno in premio un grado di nobiltà austriaca o ungherese, con esenzione dalla tassa. Gli aventi diritto devono solo presentare la richiesta.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-27
Anteprima:
Commenti:

Il compleanno del Kaiser: la comunità augustana di Trieste celebra il 56o genetliaco del Kaiser Guglielmo II. Intervengono le autorità.
Trasporto di feriti dal fronte: Per provvedere al trasporto dei feriti, la Croce rossa austriaca ha riallestito vagoni ferroviari in precedenza adibiti al trasporto delle merci.
Volontari per la guerra: grande successo della campagna per il reclutamento di volontari: a Trieste in oltre cento si presentano per arruolarsi.
Piatto commemorativo: un piatto commemorativo del primo anno di guerra, che rappresenta  san Michele in lotta con il drago, prosegue le iniziative per raccogliere fondi a favore dei soldati.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-28
Anteprima:
Commenti:

Il freddo eccezionale non ferma il tram: neve e gelo senza danni in città: la temperatura scende fino a -22°, vaporino in orario e tram in funzione.
A tutti i ferrovieri!: appello del ministro allo spirito di corpo dei ferrovieri, invitati a contribuire alle cure ortopediche dei colleghi mutilati perché siano forniti e addestrati nell’utilizzo di arti artificiali.
Ancora sul terremoto della Marsica: ultimi aggiornamenti sul disastroso terremoto che da quindici giorni flagella l’Italia centro-meridionale. Le scosse non accennano a fermarsi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-29
Anteprima:
Commenti:

Economia russa in crisi: la guerra mette in difficoltà l’economia russa. I brevetti appartenenti a cittadini di nazioni nemiche vengono annullati, lo Stato potrà appropriarsi di quelli utili alla guerra.
Cresce il debito pubblico: a Vienna una Commissione discute su come fronteggiare il debito pubblico, in aumento a causa della guerra.
Nuovo direttore al liceo di Gorizia: il dott. Gustav Hemetsberger è nominato direttore dello Staatsgymnasium di Gorizia, di cui pochi anni prima erano stati alunni Carlo Michelstaedter e Ervino Pocar.
Si può ancora ordinare il “mortaio per Natale”: continua la vendita del mortaio da 30-5, messo in commercio per Natale. È ancora possibile ordinare la “piccola opera d’arte” prodotta dalle officine Skoda.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-30
Anteprima:
Commenti:

L’Austria come una “fortezza assediata”: i nemici vogliono affamare l’Austria e la Germania “come si affama una fortezza assediata”, bloccando le importazioni. “Sta in voi stessi di non dover essere preoccupati e di non dover temere la penuria dei viveri”: avanzi, i cascami, ogni tozzo di pane non devono “essere gettati con incuria, ma raccolti”.
Rincaro sui farmaci: col consumo salgono i prezzi: la guerra fa salire il prezzo dei farmaci. Le difficoltà di approvvigionamento dei principi attivi e (poco verosimilmente) l’incremento dei consumi sono invocati a giustificare l’aumento della tassa sui medicinali.
Muore un condiscepolo di Pio X: all’Ospedale civico di Trieste muore don Pietro Tentori, condiscepolo di Pio X.
Un balsamo agli affanni della guerra: due concerti di musica da camera al Casino Schiller: la musica è di nuovo presentata come “una goccia di balsamo e un momento di serena tregua… agli affanni della guerra”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Margherita Reguitti
Data:
1915-01-31
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-02-01
Anteprima:
Commenti:

10.000 prigionieri sui Carpazi: l’inverno infuria, sul fronte orientale si combatte su alture ricoperte di neve. In un solo giorno si fanno 10.000 prigionieri.
Animati da fiducia e buon umore: l’arciduca Federico ispeziona le truppe. Il morale dei soldati è eccellente: sono “animati da fiducia e buon umore”. Il loro stato di salute è buono, la sistemazione e l’equipaggiamento sono adeguati.
Nuovo ginnasio a San Giacomo: a Trieste il podestà Alfonso Valerio visita l’edificio del nuovo ginnasio comunale nel rione di San Giacomo, in via Paolo Veronese, e lo Stabilimento dei bagni popolari, poco discosto.
Consacrazione della diocesi: la diocesi di Trieste viene consacrata al Sacro Cuore di Gesù. Nell’omelia il parroco di san Giusto ripercorre gli eventi dall’attentato di Sarajevo alla presente attuale.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-02
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-02-03
Anteprima:
Commenti:

Diffamazione nemica: Inghilterra e Francia accusano i tedeschi di violare “scientemente e sistematicamente il diritto delle genti” e “mettersi fuori del mondo civile silurando inermi piroscafi mercantili”. Assieme ai piroscafi viene affondato l’intero equipaggio.
Cento casi di vaiolo: dal principio della guerra i casi di vaiolo denunciati sono 510, di cui oltre cento nell’ultima settimana di gennaio.
Né zucchero né cereali: la guerra mette in crisi l’economia: al mercato dei cereali di Vienna anche “ai prezzi più alti non si possono assolutamente avere merci”. Si annuncia un divieto di esportazione dello zucchero.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-04
Anteprima:
Commenti:

Libro rosso: per suscitare consenso alla causa bellica e odio verso le potenze dell’Intesa, si pubblica un Libro rosso che ripercorre le vicende della guerra. L’Inghilterra è tacciata di egoismo e la Francia di “bramosia di rivincita”, la Russia di mirare “senza scrupoli a condensare le fila della sua politica sino a farne una rete da gettare sul capo della Monarchia”.
Ospedali a Trieste: la guerra sviluppa una rete di assistenza sanitaria per ammalati e feriti: a Trieste, oltre all’ospedale civico, sono attivi un ospedale “sussidiario e di contumacia” in via Fabio Severo, l’ospedale di Notre Dame de Sion, l’ospedale della Società triestina Austria e quello dell’Unione austriaca di navigazione.
Commissione per il culto dei monumenti: la Commissione centrale per il culto dei monumenti pubblica il fascicolo relativo ai mesi di settembre e ottobre 1914. Subito dopo la guerra, la competenza passerà all’Ufficio belle arti e monumenti, che provvederà a tutelare anche i simboli del passato regime.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-05
Anteprima:
Commenti:

Guerra sui mari: la Germania dichiara la Manica territorio di guerra; in quell’area nemmeno i mercantili di paesi neutrali saranno al sicuro da aggressioni tedesche.
Agevolazioni per studenti: sessioni straordinarie per gli studenti richiamati o volontari: potranno sostenere l’esame prima di partire per la guerra.
Benefattori illustri: tra i benefattori del Fondo per disoccupati figurano concittadini illustri: Camillo Ara e Igino Brocchi (erroneamente chiamato “Iginio”), il cui archivio è conservato nell’Archivio di Stato di Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-06
Anteprima:
Commenti:

Autografo sovrano: l’imperatore ringrazia i suoi popoli per la “nobile prontezza nell’inviare i proprio figli alle bandiere” e per “l’intelligente adattamento ai bisogni del tempo di guerra”, entrambi difficilmente evitabili.
“Assoluta preponderanza sull’esercito nemico”: concitata descrizione della battaglia di Limanova-Lapanov, che ha fa “vacillare l’intiera massa nemica nella Polonia meridionale”. Cracovia torna agli alleati, i russi sono ricacciati indietro di oltre 50 chilometri,  “assoluta preponderanza sull’esercito nemico”.
Prezzo dei maiali da macello: la Luogotenenza interviene a fissare il prezzo dei maiali macellati per ordine dell’autorità.
Banca Union: inserzione commerciale della viennese Banca Union. Nella filiale di piazza della Borsa aveva lavorato Italo Svevo, che vi ambienta il suo primo romanzo, Una Vita.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-07
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-02-08
Anteprima:
Commenti:

Invalidi di guerra senza pensione: gli invalidi di guerra della bassa forza vengono congedati senza pensione, si valuta caso per caso la possibilità di dichiararli “civilmente idonei al lavoro”.
Falsi grossolani: circolano banconote false, facili da riconoscere perché “la loro esecuzione è “grossolana ed inesatta”. Sono realizzate artigianalmente, realizzate “a mano libera, mediante penna e pennello in inchiostro nero e rosso”.
L’almanacco proibito: lAlmanacco popolare Sonzogno, anno 1915 rimane sequestrato e dev’essere distrutto. L’opuscolo si può leggere per intero collegandosi al portale Europeana 1914-1918.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-09
Anteprima:
Commenti:

Di passaggio alle finanze: Ernest von Koerber è il nuovo ministro delle finanze. Resterà in carica fino al 1916, quando diventerà primo ministro.
Morte del podestà Pitteri. Da subito una via dedicata: l’avvocato Ferdinando Pitteri, podestà dal 1891 al 1897, è deceduto.  Il Comune gli intitolerà “una delle nuove vie di Trieste” (che non è l’attuale via Pitteri, dedicata invece al più celebre Riccardo).
Varsavia città morta: a Varsavia si sospende l’illuminazione pubblica “velando di coltrinaggi le finestre e sopprimendo i lumi della tran way e degli automobili, sì che … parve infine una città morta”.
I ”lagni” sulle banconote: ancora un avviso sulla cartamoneta insudiciata, logorata e “inadoperabile”: presentarsi per cambiarla allo sportello.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-10
Anteprima:
Commenti:

Convocazione in palestra: visita di leva per i nati a Trieste nel 1895 e 1896: sono tutti convocati nella palestra di via della Valle.
Fasce di iuta e pezzuole impregnate: appello della Croce Rossa per i soldati al campo. Servono “fasce di iuta e pezzuole impregnate contro l’assideramento dei piedi”.
Camerieri in ostaggio: il governo inglese intende trattenere gli internati “che possano occupare posti di cameriere di trattoria e d’albergo”.
“Per gli scienziati e gli artisti”: scoperta a Cirene “una colossale statua marmorea di Alessandro il Grande”, probabilmente copia dell’originale di Lisippo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-11
Anteprima:
Commenti:

Tovaglioli di carta contro l’epidemia: vietato adoperare tovaglioli di tela nei locali pubblici della Stiria: “si useranno senza eccezione tovaglioli di carta che saranno poi bruciati”, per evitare le malattie infettive.
Bandiere neutrali per evitare i siluri: i piroscafi inglesi battono bandiera neutrale per evitare i siluri dei sottomarini tedeschi. Questi per reazione minacciano il blocco del Mare del Nord.
Un fondo per gli invalidi: appello urgente degli eredi al trono, l’arciduca Carlo e l’arciduchessa Zita, per un fondo per gli invalidi di guerra, da fornire di protesi e addestrare al loro uso. Tutti sono chiamati a contribuire, inviando denaro e oggetti d’arte.
Cartoline contraffatte: circolano a Berlino cartoline contraffatte, con un “mal riuscito ritratto di Sua Maestà” e un messaggio mai pronunciato dal monarca. Si tratta di un “falso in danno della provvidenza di guerra. Si badi perciò a non farne acquisto”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-12
Anteprima:
Commenti:

Prigionieri tedeschi maltrattati nelle colonie: protesta odiosamente razzista contro i “mali trattamenti “ inflitti dai francesi ai prigionieri tedeschi nell’area del Dahomey (nell’attuale Benin): lavorano sotto il sole cocente con un vitto miserabile, ma - pare questo il peggio - sorvegliati da soldati del luogo.
Matrimoni autorizzati: i soldati chiamati al servizio attivo dopo avere “adempiuto interamente i doveri di leva” possono sposarsi a propria discrezione: per loro non serve il consenso dell’autorità militare.
Nati e morti in città: saldo demografico in passivo e forte mortalità infantile: a Trieste i nati sono pochi e molti di questi muoiono ancora in fasce.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-13
Anteprima:
Commenti:

“L’amministrazione diventa un organismo vivo”: il principe Konrad von Hohenlohe lascia Trieste. Nel discorso di commiato, la macchina statale un organismo vivo, la cui missione è “troppo elevata per sopportare un lavoro meccanico”.
Scatolame guasto come riconoscerlo: frequenti i casi di intossicazione da carne e pesce in scatola: istruzioni per riconoscere i prodotti deteriorati, diffidando dell’olfatto e del palato.
Prodotti di contrabbando: pubblicata la lista dei prodotti di contrabbando; comprende alluminio, rame, piombo, zolfo e ogni genere di legname.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-14
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-02-15
Anteprima:
Commenti:

Pane calmierato nel Litorale: ancora disposizioni sul pane al minuto: solo in bombette, a prezzo fisso. “Per ragioni d’igiene” è vietato il pane caldo.
Bombe sui civili e armi americane: in Germania nemici usano l’aviazione per bombardare i civili: “deplorevolissimi danni tra la popolazione borghese”. Rinvenuti proiettili di fabbricazione americana.
Fucilazione immediata: i russi si travestono da soldati austro-ungarici per attaccare proditoriamente. Per chi si serve di questo metodo, “non si decamperà dalla fucilazione immediata”. Barbarie anche a danno della popolazione della Bucovina.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-16
Anteprima:
Commenti:

L’ultimo luogotenente: il barone Alfred von Fries-Skene, luogotenente di nuova nomina, è presentato al personale dal vicepresidente, conte Enrico Attems. Nel suo saluto fa appello al senso di responsabilità degli impiegati dello Stato. In carica sino al 1918, toccherà a lui ordinare alle truppe austriache di abbandonare la città.
Propaganda antibritannica: continua la lotta sui mari. L’Inghilterra è accusata di affondare piroscafi di paesi estranei al conflitto, “per seminare zizzania fra la Germania e i neutrali”.
Tabacco agevolazioni per degenti: feriti e malati “degenti in sanatori stabili” hanno diritto a sigari e sigarette a tariffe agevolate. Gli ospedali stessi provvedono alla fornitura del tabacco, considerato evidentemente tutt’altro che nocivo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-17
Anteprima:
Commenti:

Seconda battaglia dei laghi Masuri: l’esercito tedesco avanza oltre la Vistola, sfondando le linee russe nella Prussia orientale. La vittoria è schiacciante, enorme il bottino. (Dopo la cd. “battaglia d'inverno”, il campo delle operazioni si sposta definitivamente in territorio russo.)
Fino all’ultimo palmo: appello del ministro dell’agricoltura agli agricoltori: “l’agguerrimento dell’esercito e la sicurezza dei cittadini” dipendono da loro, “è necessario non lasciare incoltivato neppure un palmo di terreno”.
Chi vincerà?: nuovo gioco di società bellicista a favore dei fondi di provvidenza per la guerra: “quattro diversi eserciti … combattono per la conquista d’una fortezza”.
Raccolta di bottiglie: la Croce Rossa rifornirà d’acqua gli ospedali. Tutti contribuiscano consegnando “bottiglie vuote d’ogni specie da acqua minerale”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-18
Anteprima:
Commenti:

Germania e Stati Uniti: ancora attriti tra gli Stati Uniti e la Germania, che non assicura l’incolumità dei navigli neutrali e invita a evitare “per ora il mare dichiarato territorio di guerra”.
Appello agli agricoltori: con riferimento all’appello del ministro dell’agricoltura pubblicato il 17 febbraio 1915, si raccomandano la coltura di frumento estivo e segala estiva e della patata.
Latini e teutoni traverso la storia: il Tribunale provinciale di Trieste conferma il sequestro dell’opuscolo di Giovanni Baldi (prolifico autore di ribellistica risorgimentale), già disposto dalla Procura di Stato.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-19
Anteprima:
Commenti:

Nuovi consoli a Trieste: l’imperatore dà il proprio benestare alla nomina di due nuovi consoli a Trieste: si tratta del console argentino a Trieste, Tubirio Ruiz Guiñazú, e del console brasiliano José Marcellino Moreas Barros.
Guerra navale: la storica supremazia britannica sui mari è minacciata dal progetto tedesco di circondare di mine l’intera isola. I navigli mercantili americani nella Manica potranno essere scortati da navi da guerra americane.
“Questi congiunti si affannano spesso senza bisogno”: le preoccupazioni per l’assenza di notizie dai prigionieri in Russia sono eccessive: la distanza e la censura spiegano il silenzio. Si consiglia comunque ai familiari di scrivere brevi cartoline, per evitare la censura.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-20
Anteprima:
Commenti:

Italia: il governo non parla di politica estera: vivace dibattito tra il presidente del consiglio Salandra e il deputato repubblicano Eugenio Chiesa, favorevole all’entrata in guerra dell’Italia a contro gli Imperi centrali.
Commemorazione di Francesco Hermet: celebrazione nell’anniversario della morte di Francesco Hermet (1811-83), politico liberale, imprenditore teatrale e fondatore dalla Banca popolare triestina, pubblicista ne «La favilla» e animatore della vita culturale triestina.
Divieto d’importazione contro l’epidemia: è vietata l’importazione di bovini dalla Germania, per evitare il propagarsi dell’epidemia di afta epizootica.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-21
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-02-22
Anteprima:
Commenti:

La guerra sui mari: proseguono le tensioni tra Inghilterra e Germania per la guerra sui mari. La prima accusa la seconda “di aver soppresso ogni differenza tra popolazione e combattenti” e d’ora in poi catturerà anche piroscafi con viveri.
Contro le “troppo idolatrate tradizioni”: va in scena al Politeama la Lucia di Lammermoor di Donizetti: eccellente interpretazione, che svecchia la tradizione ed elimina “certe disposizioni di parole che avevano finito col gettare il ridicolo su pagine non poche”.
Avveniristico Forno per l’incenerimento delle immondizie: inaugurato il nuovo modernissimo impianto in via dell’Istria: consente il rapido smaltimento dei rifiuti. Le scorie sono impiegate per fabbricare “bettone” (calcestruzzo) e come concime.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-23
Anteprima:
Commenti:

Guerra di posizione: “si combatte in tanti punti, ma in nessun luogo si manifesta una superiorità reale che sola può condurre alla vittoria”: così un osservatore neutrale, da Basilea, commenta la stasi delle operazioni sul fronte occidentale.
Il luogotenente visita gli ammalati a Gorizia: il luogotenente, barone de Fries-Skene, visita i feriti e gli ammalati nei due ospedali cittadini di Gorizia.
Nuovo palazzo di giustizia: gara d’appalto per la copertura del tetto del nuovo palazzo di giustizia. (Dopo la guerra, un concorso per adattare l’edificio al gusto italiano premierà il progetto di Enrico Nordio. Si rinvia alla scheda nel portale del SAN – Sistema archivistico nazionale dedicato agli Archivi degli architetti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-24
Anteprima:
Commenti:

Il commercio dei grani e la “guerra affamatrice”: un’ordinanza imperiale disciplina il “traffico con i grami e i macinati”, che sono “messi sotto chiusura” e possono essere requisiti dall’autorità. L’edizione di oggi è in gran parte dedicata alla lotta alla fame: mettere in pratica ogni economia nel consumo delle scorte alimentari non è solo un gesto patriottico, ma rientra “nell’interesse di ciascuno”.
Arrivo di feriti: il treno da Vienna porta in città 35 feriti, che vengono ricoverati nell’ospedale di via Fabio Severo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-25
Anteprima:
Commenti:

Studenti al servizio dell’agricoltura: nelle zone rurali le scuole devono “mettersi intieramente al servizio dell’agricoltura”, per far fronte alla mancanza di manodopera. Se necessario, “si potrà pure procedere a una anticipata chiusura della scuole”.
Concorso per monumenti ai caduti: si apre la stagione dei monumenti a quanti “nella titanica lotta per la esistenza l’onore della patria, hanno dato la vita”. Il concorso è riservato ai soli artisti austriaci.
Morte di Andrea Lussich: lutto per la morte del tipografo Andrea Lussich, collaboratore dell’”Osservatore triestino” e promotore delle biblioteche popolari cittadine.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-26
Anteprima:
Commenti:

Bottino di treni ospedale e cucine da campo: i tedeschi hanno catturato ai russi “un immenso bottino di treni-ospedale e di sussistenze”. Il nemico ha perso anche “110 cucine da campo piene di cibi caldi che furono consumati con esultanza indescrivibile”.
“Rilievo delle provviste di grano e farine”: inizia l’annunciato censimento delle scorte di granaglie. Il Consiglierato di Luogotenenza ammonisce la popolazione: “è dovere patriotico … di indicare coscienziosamente le sue provviste di grano”. Chi nasconde le derrate è punito con l’arresto.
Riconoscimento dei figli nati fuori dal matrimonio: una modifica al codice civile permette al “marito della madre di un illegittimo” di dare il proprio nome al figlio della donna, se questa e suo figlio vi consentono.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-27
Anteprima:
Commenti:

Manifestazione contro la guerra a Reggio Emilia: grande manifestazione di protesta a Reggio Emilia (25 febbraio 1915) in occasione di un comizio di Cesare Battisti, sostenitore dell’entrata in guerra. I carabinieri aprono il fuoco, uccidendo due giovani operai. Il primo ministro Salandra vieta le adunanze pubbliche e private pro e contro la guerra.
Misure contro l’alcolismo: l’alcolismo “continua a serpeggiare anche in questo grave periodo”, “provoca pubblico scandalo e offende il sentimento patriotico”. Tra le misure per contenerlo c’è la limitazione dell’attività di spacci e mescite.
Orti sui terreni delle Ferrovie: i terreni acquistati dalle Ferrovie per ampliamenti edilizi saranno affittati, “mettendo come condizione assoluta lo sfruttamento più intenso … allo scopo di fornire piante alimentari”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico
Data:
1915-02-28
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-01
Anteprima:
Commenti:

Russia: soldati russi si avvalgono di "gonne donnesche per ingannare il nemico".
Alcool: Russia e Washington ne vietano l'esportazione agli alleati e agli Stati belligeranti.
In Italia continuano numerosi gli appelli alle donne per la cura dei soldati invalidi.
A Vienna l'arciduchessa Maria Valeria organizza un concerto a favore degli accecati in guerra.
Chiusa con successo la stagione al Politeama Rossetti!
In Francia la Società nazionale di chirurgia di Parigi ha radiato tutti i soci germanici, austriaci e ungheresi.
Agricoltura: per tenere sotto controllo i depositi viene imposto un censimento dei cereali e macinati; inoltre viene limitato l'impiego di patate per la produzione di acquavite, fintanto che durerà la guerra.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-02
Anteprima:
Commenti:

Il Tribunale dell'Impero a Lipsia condanna i Berna per reato di spionaggio al servizio della Francia.
Giungono insinuazioni anche di spionaggio tedesco: Riccardo Stegler viene arrestato a New York con l'accusa di aver procurato passaporti falsi per il rimpatrio a riservisti germanici.
A Bruxelles torna operativo il servizio di posta.
In Francia, il "Temps" dichiara che la Germania e l'Austria-Ungheria non sono "che un enorme campo fortificato" e che nulla impedirà di intervenire aspramente contro la "pirateria germanica"; intanto a Costantinopoli il Presidente della Camera pronuncia un discorso sulla condizione della Turchia accolto con il grido dell'assemblea "Abbasso la Russia".
L'Ufficio di soccorso pubblicizza la nuova matita ufficiale, di 18 cm, esagonale a facce giallo-nere, con la scritta in oro: "Provvidenza ufficiale in guerra".
Permessa l'esportazione oltreoceano di sacchi di luppolo, ma non quella di peli animali in genere, comprese le setole.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-03
Anteprima:
Commenti:

Il governo inglese cerca di porre fine agli attriti tra datori di lavoro e operai: occorrono più armi che uomini perché “la guerra sarà vinta o perduta per opera dell’industria delle macchine”.
Il primo ministro inglese sostiene che “questo non è il momento di parlare di pace” per cui le misure repressive contro il blocco tedesco sono inevitabili.
A Teheran la popolazione si rifiuta di accettare carta moneta inglese e assedia le banche per ottenere il cambio.
I soldati chiedono scarpe solide, vanno bene anche se usate, e preferibilmente “del tipo preferito dei turisti”
Sei una brava massaia? Allora non puoi fare a meno di avere il Manuale austriaco di cucina di guerra di Gisella Urban con “100 ricette culinarie composte e sperimentate sulla base delle condizioni economiche create dalla guerra”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-04
Anteprima:
Commenti:

A Londra il primo decesso per tifo esantematico.
Soldati inglesi si rifiutano di navigare “non intendendo di andare a finire in fondo al mare”
Avviso italiano di richiamo “al servizio colle armi nella leva in massa” per i nati 1873-1877. Ai soldati di professione agricola la possibilità, a determinate condizioni, di prendere brevi congedi.
Donne che si appellano ad altre donne: “Ogni donna e ragazza versi una Corona per il Fondo femminile della Corona”!.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-05
Anteprima:
Commenti:

In Inghilterra continuano gli scioperi operai: ogni giornata di lavoro perduta prolunga la guerra e le liste delle perdite.
Paura per la diffusione di tifo esantematico e vaiolo!
L’Ufficio di soccorso del Ministero dell’Interno pubblicizza cartoline militare e oggettistica bellica per tutti i gusti e per ogni occasione!
Università di Vienna: fine degli scambi tra professori austriaci e americani.
Il governo italiano avvia un’azione per intensificare la coltivazione del riso, mentre quella delle olive procede lentamente.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-06
Anteprima:
Commenti:

A Reval, in Russia, aperta procedura penale contro un sacerdote per una predica germanofila.
26 macedoni che avevano “smarrito la via” presi e fucilati dai serbi.
Conferenza del principe Liechtenstein sul tema: Commercio e industria al servizio dei soccorsi in guerra.
Presto in tutte le edicole l’albo illustrato Giochiamo alla guerra mondiale.
Al Politeama Rossetti va in scena la riduzione cinematografica dell’operetta La Reginetta delle Rose, seguita da un “divertimento danzante”.
Appello agli agricoltori austriaci: l’agguerrimento dell’esercito dipende dalla produttività dell’agricoltura quindi non bisogna lasciare incoltivato neppure un palmo di terreno!
Sequestrato Il tesoretto della poesia italiana!

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-07
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-08
Anteprima:
Commenti:

A Vienna posa del Milite in ferro ad opera del Fondo vedove ed orfani della forza armata: “ferreo simbolo d’un’epoca ferrea”.
Arrestati in Francia gli autori dell’opuscolo Popolo, sei ingannato!
Sei esente dai servizi di guerra? Bene, in Russia paghi un’imposta.
Morto, per un’infezione contratta durante una visita nei campi di concentramento, il vescovo di Linz, Dr. Hittmair.
Distribuita la relazione della Navigazione Libera Triestina relativa all’anno 1914.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-09
Anteprima:
Commenti:

Smentite voci di una congiura a Vienna: l’individuo sospetto che si aggirava nei pressi del Palazzo Reale era un alienato.
In Serbia si propagano le epidemie: nessuna vettura bulgara potrà toccare territorio serbo e viceversa.
Al via la vendita di medaglie commemorative di materiale ricavato da armi conquistate al nemico.
Nuova edizione del Manuale austriaco da cucina di guerra che approfondisce l’uso delle farine durante la guerra.
Il tempo triestino torna ad essere inclemente: “la bora continua a ululare e fischiare senza posa”.
Sequestrate le cartoline postali illustrate stampate da Saul D. Modiano a Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-10
Anteprima:
Commenti:

I russi intendono usare 1500 famiglie ebree “ridotti senza pane e senza tetto, per farsene scudo” per avvicinarsi al nemico austriaco.
Operai inglesi sottopagati chiedono 5 scellini in più alla settimana: i datori di lavoro non ne vogliono sapere.
Alcuni Cittadini austro-ungarici possono rimpatriare dalla Russia: donne, maschi sotto i 17 anni e sopra i 45, non però ufficiali e processati.
1 milione di scatole di fiammiferi, 500 mila saponi e 300 mila candele per i nostri soldati, dall’Ufficio di Provvidenza.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-11
Anteprima:
Commenti:

I Russi diffondono un libretto dal titolo “Chi è più forte? Noi o i nostri nemici?” con tanto di insulti e calunnie contro gli avversari.
Lione: non sono più le donne a causare “palpitazioni al cuore” ai soldati, ma “certe polveri” assunte con lo scopo di ottenere l’esonero dalla guerra.
Sassate e sciabolate a Lisbona a causa del rincaro del pane!
Vuoi aumentare il tuo spirito patriottico? Compra la carta e i tubetti ufficiali da sigarette dell’Ufficio di soccorso in guerra!

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-12
Anteprima:
Commenti:

Il Ministero per il culto e l’istruzione istituisce un concorso, aperto ai soli cittadini austriaci, a favore della costruzione di monumenti artistici dedicati ai caduti.
Capitani inglesi pretendono riconoscimenti in “premio” per aver affondato sottomarini germanici.
Muore a Mödling all’età di 79 anni, lo scrittore triestino conosciuto con lo pseudonimo di Stefano Millow.
In onore dei giovani soldati, l’Oratorio Salesiano organizza uno spettacolo drammatico-musicale e una lotteria.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-13
Anteprima:
Commenti:

Multati i gestori di una tabaccheria di Manchester per aver venduto coltelli “avvelenati e lanciabili usati […] con grande successo dai Gurkha contro i germanici”.
Istituita una “Commissione provinciale di provvidenza per militi reduci” per il reinserimento lavorativo degli invalidi di guerra.
Al fronte servono scarpe e si fa quindi appello alla popolazione: “portate all’Ufficio di provvidenza […] calzature forti delle quali potete fare a meno, chiodate o non chiodate, scarpe da montagna, da sport, stivali impermeabili, tutto quanto è forte e di durata”!
Boom della telefonia austriaca nel periodo bellico: da 8 reti locali, 117 stazioni d’abbonati e tre congiunzioni interurbane nel 1888 si passa a 1427 reti locali, 166658 stazioni d’abbonati e 936 linee interurbane nel 1914.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-14
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-15
Anteprima:
Commenti:

Morto Francesco Fridrich, direttore dal 1896 al 1905 della Civica Scuola Reale Superiore all’Acquedotto di Trieste.
Auguri ad Edoardo Strauss: 80 anni e non dimostrarli!
Il Tribunale provinciale di Trieste decreta il sequestro e vieta la diffusione dell’opuscolo Che farà l’Italia? dell’avv. Carlo de Laurentinis, dei volumi La politica italiana del Risorgimento di Antonio Curti e Fasi e dottrine del nazionalismo italiano di Gualtiero Castellini.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-16
Anteprima:
Commenti:

La potenza economica e militare della Germania è chiara a tutti: oltre ad essere ben rifornita di vivere ed armi, nelle caserme tedesche “non si sono mai addestrati tanti uomini quanti adesso.
I russi prendono, contro il popolo ebraico, dure misure che ricordano “i tenebrosi tempi del Medioevo”.
Viene data notizia della pubblicazione dell’opuscolo del dr. Lederer contenente proposte per il sostentamento degli orfani di guerra.
Non si placa l’interesse per il Manuale di cucina di guerra della Urban con le sue ricette incentrate sul “minor possibile consumo di carne e di grasso, ma con pieno valore nutritivo e la massima variazione”.
Muore, all’età di 66 anni, il conte Sergio Julievich Witte, uno dei più grandi uomini politici del tempo, ex Ministro russo delle finanze nonché  tra i fautori della Ferrovia traversale della Siberia.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-17
Anteprima:
Commenti:

Il Papa chiede il rilascio, o almeno un migliore trattamento, per gli internati in paese nemico.
Il Trattato di Bucarest rappresenta per la Macedonia, soggetta ora a serbi e greci, la fine della libertà: il professare la nazionalità bulgara diventa un delitto!
Critica la situazione dell’industria carbonifera inglese: i minatori disdicono i contratti e pretendono un’aggiunta di guerra.
L’Ufficio provinciale per soccorsi durante la guerra si appella nuovamente agli agiati circoli triestini chiedendo l’invio di doni affinché possa riprendere la sua opera d’utilità pubblica a favore delle famiglie dei soldati.
Pubblicato ad opera della Camera di commercio e d’industria, la Statistica della navigazione e del commercio marittimo nei porti austriaci per l’anno 1913.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-18
Anteprima:
Commenti:

L’assedio dei Dardanelli non spaventa l’impero ottomano: “l’assedio resterà infruttuoso fino in fondo”.
Per Pasqua si chiede alla popolazione di elargire doni per i soldati: in primis generi alimentari come cioccolata, conserve e cakes, ma poi anche sigarette, tabacco, sapone, candele e denaro.
La società triestina piange la morte di Margherita Cosulich.
Continuano a crescere i prezzi del ferro e del carbone in Austria così il fabbisogno di rame.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-19
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-20
Anteprima:
Commenti:

Per ogni villaggio tedesco dato alle fiamme dalla Russia, la Germania risponderà incendiando tre villaggi del territorio russo da lei occupato.
Continua l’assedio dei Dardanelli da parte delle truppe anglo-francesi, ma la difesa delle truppe ottomane è animata “da spirito vivissimo e fiducioso”.
La stampa spagnola s’interroga sull’atteggiamento che la Spagna dovrebbe assumere al riguardo dei Dardanelli, ma il primo ministro dichiara “non è questo il momento adatto per occuparsi della cosa”.
La Società di Santa Maria Maddalena di Trieste chiede vesti e biancheria usata da elargire a favore delle donne in difficoltà.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-21
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-22
Anteprima:
Commenti:

A Shangai cinesi manifestanti affermano: “meglio morire sul campo di battaglia che diventare schiavi del Giappone”.
Nuove prescrizioni proibiscono la confezione del pane e dei prodotti affini (biscotti non zuccherati, cakes, prodotti di pasticceria ecc.) con la sola farina di frumento, salvo autorizzazioni da parte delle autorità politiche provinciali.
Sconti del 50% sul trasporto delle salme dei soldati offerti da alcune compagnie ferroviarie, sia italiane che estere.
La Camera francese stabilisce che austriaci, ungheresi e tedeschi non potranno utilizzare le loro patenti ottenute in Francia.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-23
Anteprima:
Commenti:

Caduta della fortezza di Przemysl: i russi, dopo un assedio durato quattro mesi e mezzo, sconfiggono l’esercito austro-ungarico.
Disordini nella città di Memel: la “plebaglia russa”, con la protezione dell’esercito, saccheggia le case dei civili tedeschi, fuggendo poi con il bottino oltre il confine.
A Roma dibattito tra i ministri Salandra e Turati: il primo propone che la Camera si aggiorni tra circa 2 mesi, il secondo ritiene che le ferie debbano essere “più brevi specialmente con riguardo alla situazione internazionale”. Prevale Salandra.
Conferita la medaglia d’onore per i servizi prestati alla città di Trieste a Giuseppe Bon, sottocapoposto dei vigili, e ai giardinieri di Villa Revoltella, Giuseppe Sossiche e Giovanni Possega.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-24
Anteprima:
Commenti:

Aria di rinnovamento a Brünn: cambiano le denominazioni di alcune piazze principali.
Celebrazione per il centenario della nascita di Bismarck: ghirlande di fiori verranno poste sul monumento a lui dedicato di fronte al Reichstag.
Nei Dardanelli si registrano i continui successi dell’armata turca e “dalle provincie pervengono continuamente notizie sul giubilo, che regna ovunque, per la vittoria”.
Nominati i membri della nuova Commissione esaminatrice per il magistero alle scuole nautiche del prossimo triennio: tra di essi anche il direttore della sezione commerciale dell’Accademia di commercio e nautica di Trieste.
Concerto di beneficienza per i disoccupati triestini nella sala del Restaurant Dreher, in piazza della Borsa.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-25
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-26
Anteprima:
Commenti:

Parto principesco in Prussia: la Duchessa Vittoria Luisa di Brunswick dà alla luce un principino.
Algerini, tunisini e marocchini dimoranti in Turchia godono a tutti gli effetti della cittadinanza ottomana; in fase di lavorazione anche un vocabolario della lingua e dell’ortografia turca.
Pubblicati gli orari delle messe che si terranno durante la Settimana Santa e nella domenica di Pasqua nelle tredici chiese della città di Trieste.
Scoperto vaccino contro il colera: lo dichiara, a Parigi, il professor Vincent.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-27
Anteprima:
Commenti:

Regolazione del consumo di cereali: una nuova ordinanza del governo italiano stabilisce che, salvo specifiche eccezioni, ogni persona potrà consumare al giorno non più di 200 grammi di macinati, in modo da impedire “il piano di affamento” concepito dagli Stati nemici.
Pubblicate regole dettagliate per la spedizione di lettere e pacchi ai prigionieri di guerra, internati e confinati.
Congresso generale all’Istituto per il promovimento delle piccole industrie per Trieste e l’Istria, “una delle più benefiche e più utili istituzioni economiche del paese […] intenta a combattere la disoccupazione.”
Il Tribunale provinciale di Trieste ordina il sequestro del volume Di libro in libro, a causa della poesia Italia di G. Pascoli ivi contenuta, e anche del volume Il pensiero di Mazzini. Scelta delle migliori pagine di G. Mazzini.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-28
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-03-29
Anteprima:
Commenti:

A causa dell’aggravarsi della sua condizione di salute, il principe Francesco Thun lascia il posto di luogotenente del Regno di Boemia.
I russi si difendono dall’accusa di aver sparato alle spalle a soldati austro-ungarici mentre fuggivano, affermando che questa “non è altro che una abietta calunnia contro le nostre truppe, che […] si battono con incomparabile valore”.
In Siberia alcune popolazioni si oppongono all’arruolamento delle reclute.
Conferenza a Trieste per l’individuazione alle cause del continuo aumento dei prezzi della carne.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-30
Anteprima:
Commenti:

Proibita in tutto il Litorale la preparazione, anche se per uso privato, e la vendita di uova pasquali colorate o tinte.
Per esigenze di guerra, alla popolazione viene chiesto di consegnare tutti gli utensili di metallo, tranne quelli di ferro, acciaio e latta, che ha a disposizione.
Niente pacchi pasquali per i soldati al fronte: non solo le condizioni meteorologiche non lo permettono, ma s’intende anche evitare la spedizione di grandi quantità di cibo facilmente deperibile e inadatti alla salute dei soldati.
Nei giorni di domenica e lunedì di Pasqua disponibili solo due treni per il collegamento Trieste – Nebresina.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-03-31
Anteprima:
Commenti:

Il governo inglese ha intenzione di vietare la vendita di bevande alcoliche nei dintorni delle fabbriche di munizioni allo scopo di intensificarne la produzione. L’Inghilterra lotta infatti “contro tre nemici: la Germania, l’Austria-Ungheria e l’ubriachezza”.
Continua l’intenso e dettagliato appello alla popolazione affinché doni all’Amministrazione di guerra quanto più possibili metalli da destinare alla fabbricazione di armi e altri mezzi guerreschi.
La popolazione viene invitata con forza alla vaccinazione, perché le circostanze “implicano un serio pericolo di importazione di germi vaiolosi”.
L’I. R. Biblioteca di corte dà vita, al suo interno, ad un’importante sezione “di letteratura di guerra e cose affini”.
Esposizione del quadro Cristo e il centurione del pittore Antonio Lonza nella Sala Fenice in Via S. Francesco a Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-01
Anteprima:
Commenti:

Vietato l’uso, nella produzione di sapone, di amido di patate e di farine di qualunque tipo.
Proibito anche l’invio ai soldati in campo di oggetti facilmente infiammabili, e quindi pericolosi, come cartucce militari, fiammiferi, accendini a benzina ecc.
Distribuito il resoconto annuale per il 1914 della Società di soccorso per scarcerati in Capodistria.
Casino Schiller: il 7 aprile si terrà il concerto del famoso violinista tedesco Willy Burmester.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-02
Anteprima:
Commenti:

Celebrazioni per il centenario dalla nascita di Bismarck: corone sulla sua tomba a Friedrichsruhe e inni patriottici davanti al suo monumento ad Amburgo.
Vietato l’alcool ai Reali d’Inghilterra!
Il re George vuole dimostrare che non c’è differenza tra ricchi e poveri.
L’Inghilterra diffama la Germania: il governo inglese fomenta l’odio verso i tedeschi, millantando che questi ultimi abbiano riso all’agonia dei passeggeri della “Falaba”.
Mai così affollate le chiese triestine di S. Giusto e di Sant’Antonio Taumaturgo come durante la Settimana Santa, grazie anche all’interpretazione rispettivamente del “Miserere” del Rota e del Perinello.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-03
Anteprima:
Commenti:

Accolto calorosamente il famoso esploratore del Tibet Sven Heddin dagli arciduchi Federico e Carlo Francesco Giuseppe, presso la sede del Comando.
L’Inghilterra non può rimanere inerme di fronte alle mire espansionistiche della Germania, dal momento che questa “mira alla conquista del mondo”.
Allarme bomba a Sofia: avviata inchiesta per un ordigno inesploso trovato nel giardino della Legazione ellenica.
Inaugurazione a Trieste del nuovo bagno popolare in via Paolo Veronese.
Al Politeama Rossetti aperto un nuovo ciclo di rappresentazioni di “Pagliacci” del Leoncavallo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-04
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-04-05
Commenti:

Non pubblicato nulla

Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-04-06
Anteprima:
Commenti:

L’Ufficio di provvidenza in guerra si appella alla popolazione affinché questa elargisca oltre a denaro, anche opere d’arte e oggetti artistici.
Agevolazioni di cura per i soldati austro-ungarici e germanici che si recano a Marienbad: “esenzione dalla tassa di cura e di musica, l’acqua bevuta gratuita e riduzione sull’uso dei bagni e di altri mezzi di cura”.
Il Museo commerciale di Trieste insegna gratuitamente al popolo come conservare gli alimenti.
Unica data per il violinista Willy Burmester al Casino Schiller: aprirà con Schubert anziché con Brahms.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-07
Anteprima:
Commenti:

L’Inghilterra accusa la Germania di “pirateria sottomarina”: il “Morning Post” ritiene che se la Germania concedesse loro la “cortesia di invitarci a una battaglia in mezzo all’Oceano Pacifico, sarebbe tutto bello e buono”.
La Turchia non è ancora stanca della guerra: vani i tentativi di pace da parte degli Stati Uniti.
Triste epilogo per il famoso matematico.
Oscar Simony: si lancia dalla finestra della sua abitazione per probabile “alienazione mentale”.
Tanto panico per nulla: smentita voci sulla bomba trovata nella Legazione greca a Sofia.
Incalzano le rivolte in Marocco: “bande di cavalieri berberi molestano gli appostamenti di guardia e tentano di impedire la costruzione delle ferrovie”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-08
Anteprima:
Commenti:

C’è chi nasce e chi muore: da una parte si festeggia la nascita della principessina tedesca, e dall’altra si piange per la morte del pittore Francesco de Pantinger a Salisburgo.
Il Presidente del partito operaio indipendente di Norwich dichiara che “i popoli britannici sono stati legati alla guerra da una catena fabbricata in segreto da persone non aventi il mandato del popolo”.
I soldati hanno diritto a letture migliori: nasce a Vienna un ufficio centrale per le letture dei soldati, con lo scopo di garantire loro “buoni libri, fogli volanti, periodici, libri di preghiera”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-09
Anteprima:
Commenti:

Emergenza viveri nella Polonia russa: l’Amministrazione militare ha emanato delle disposizioni, affinché il cibo non venga sprecato, ma anzi donato gratuitamente ai poveri. Verranno istituite, inoltre, delle Commissioni di approvvigionamento e centri di distribuzione di zuppa e altri viveri.
Sono state rese note le atrocità russe nei confronti dei tedeschi, grazie alla pubblicazione di un “copioso materiale autentico”.
I russi cercano di screditare gli austriaci agli occhi dell’estero neutrale: la notizia che il soldato Alessio Mahakar sia stato orribilmente mutilato è “logicamente […] una a bietta calunnia”; questi atti atroci sono, invece, tipici dei soldati russi.
Trieste: prezzi troppo alti per la carne! Essendo la situazione disperata è stata indetta una conferenza, in cui si fa appello ai grossisti, affinché vendano la carne a prezzo fisso ai macellai per tutto il mese di aprile. All’appello rispondono positivamente molti grossisti, tra cui il signor Stern, che propone la carne al prezzo di 2.40 corone.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-10
Anteprima:
Commenti:

Pubblicato il nuovo romanzo d’avventura per giovani “Portafortuna” di Alberto Boccardi, opera che presenta l’“officina della vita” sia attraverso aspetti positivi che negativi.
Vienna divulga le violazioni del diritto internazionale, ad opera degli Stati in guerra con l’Austria-Ungheria, raccolte nel cosiddetto “Libro Rosso”.
Signore parigine, munite di patente automobilistica, si mettono a disposizione delle Autorità militari, riunendosi in società.
Risparmiare: ora tocca anche alla farina! Il Ministero dell’interno propone istruzioni pratiche circa la produzione di farine miste, senza andare comunque a modificare le consuete ricette culinarie, eccezione fatta che per la pasta e i dolci.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-11
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-04-12
Anteprima:
Commenti:

In Serbia infuria una terribile epidemia di tifo, e non ci sono né medici né infermieri per debellarla.
Problema alcool: mentre in Francia è visto come una minaccia da eliminare, in Inghilterra si propone di ridurne la quantità nelle bevande.
Costituitasi in Inghilterra la Lega antigermanica con l’obiettivo di agire “contro il lavoro germanico, i beni germanici e l’influenza germanica nella Granbretagna”.
L’America accusa l’Inghilterra di “lasciare agli altri di cavarle le castagne dal fuoco”; la censura inglese avrebbe, infatti, pubblicato la notizia che Francia e Inghilterra potevano sospendere l’offensiva in Francia, grazie all’intervento russo.
A Parigi gli assassini vengono assolti: il capitano Herail, che aveva ucciso la moglie in un impeto d’ira, è libero.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-13
Anteprima:
Commenti:

I francesi armano i “ragguardevoli edifici dello Stato”: tra questi Nôtre Dame, il Louvre e la cattedrale di Troyes, muniti ora di apparecchi militari.
L’importanza di conoscere i profumi nella storia e nel commercio: il Museo commerciale di Trieste pubblica un opuscolo a riguardo.
Buon compleanno a Ludovico Bösendorfer: compie ottant’anni il famoso costruttore di pianoforti di Vienna!
In cantiere il progetto di un collegamento navale tra Spagna e America del Sud. Già assicurata la partecipazione economica di “parecchi dei progettanti”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-14
Anteprima:
Commenti:

Carità alle famiglie dei caduti e agli invalidi: si chiedono contributi a quelle fortunate famiglie, cui i loro cari sono tornati sani e salvi dalla guerra.
Opere necessarie nell’Isonzo: regolazione dei fiumi e arginazione dei torrenti sono in programma per il semestre venturo.
Allarme colera in territorio austriaco! Si richiede la collaborazione di tutta la popolazione: bisogna denunciare tempestivamente ogni sospetto di malattia, al fine di prevenirne la diffusione; inoltre “si raccomandano la più scrupolosa pulizia e in particolare di riparare l’acqua potabile ed i viveri da ogni sporcizia”.
Si festeggiano i quarant’anni di carriera dell’illustre commodoro triestino Agostino Leva, al servizio del Lloyd austriaco.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-15
Anteprima:
Commenti:

Secondo l’arciduca Carlo Stefano di Vienna, se “l’opera delle protesi sarà condotta con energia e intelligenza”, gli invalidi potranno tornare al lavoro senza essere costretti a “pellegrinare di casa in casa, con l’organetto e a chiedere l’elemosina”, poiché non è una condizione dignitosa per coloro che hanno compiuto atti eroici in guerra.
Stop all’esportazione di armi: gli Stati Uniti sarebbero inclini a questa decisione, al fine di concludere il prima possibile la guerra.
Armatevi di ago, filo e mestoli! Arriva una scuola di cucina ed economia domestica a Vienna della durata di due anni.
La nota marca “Virginia” mette in commercio sigari senza paglia per ovviare alla carenza di quest’ultima a causa della guerra. I fumatori non sentiranno la differenza!
Musica per tutti i gusti a Trieste: il Conservatorio “G. Tartini” presenta il pianista Adolfo Skolek, mentre il Politeama Rossetti ospita una Compagnia tedesca d’operette diretta da Paolo Gutmann.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-16
Anteprima:
Commenti:

Inglesi salvatori e tedeschi distruttori: è questo che l’Inghilterra vuol far credere all’opinione pubblica.  In realtà, se gli inglesi soccorrono gli equipaggi nemici, i tedeschi, anche volendolo, non potrebbero poiché i sottomarini non ne sono in grado; di questo impedimento, però, l’Inghilterra non fa parola.
Deceduto “il duce degli intellettuali italiani” filo-tedeschi. Il conte Domenico Gnoli era un eminente critico e noto per il suo volume di versi, pubblicato con lo pseudonimo di Giulio Orsini.
L’aeronave tedesca Zeppelin incendia l’Inghilterra: le numerose bombe sganciate hanno arrecato parecchi danni.
In Francia i cadaveri vengono usati come sacchi di sabbia per il parapetto di trincea.
Le Autorità politiche intervengono a favore dei rifugiati dando loro vitto, alloggio e vestiti; si impegneranno, inoltre, ad adempiere ai loro bisogni religiosi, civili e sociali.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-17
Anteprima:
Commenti:

Il Papa manifesta tutta la sua compassione nei confronti dei polacchi, non solo con le preghiere, ma anche con una lauta elargizione personale.
Un’esplosione nella miniera carbonifera di Carpano d’Istria provoca nove morti e tre feriti.
I tre concertisti Antonietta Chialchia, Dino Baraldi e Bruno Veneziano “furono oggetto delle più calorose manifestazioni di plauso” presso la Sala di Tina di Lorenzo.
A grande richiesta una ristampa delle “Norme per la conservazione delle sostanze alimentari”, disponibile presso tutte le Cooperative cittadine.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-18
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-04-19
Anteprima:
Commenti:

Alla camera dei deputati di Budapest, il presidente tiene un importante discorso “inneggiando alla eroica resistenza e al valore delle truppe austro-ungariche” che devono combattere non solo contro i rivali bellici, ma anche contro il rigido inverno.
Il Teatro Comoedia di Madrid viene dato alle fiamme.
La Monarchia degli Asburgo afferma la necessità, in futuro, dell’allargamento dell’obbligo di leva in massa “per riparare dall’una parte le perdite subite e per rinforzare dall’altra l’esercito”.
Gli studenti di medicina, che si trovano al fronte, potranno ottenere dei permessi per il sostenimento degli esami.
Pubblico elegante e numeroso per la serata musicale organizzata dal professore Adolfo Skolek al Conservatorio Tartini di Trieste.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-20
Anteprima:
Commenti:

L’Impero Ottomano riporta nuovi successi nella battaglia dei Dardanelli.
Allarme peste a Salonicco!
Lutto improvviso per il mondo letterario: muore il famoso novelliere ungherese Carlo Lovik.
Piove granoturco su Trieste: la Centrale del granone dell’Istituto di traffico di cereali ne dona al comune triestino ben quattordici vagoni!
Il professore Francesco Saverio Zimmermann di Gorizia, nella sua conferenza al Casino Schiller, ha sottolineato la necessità e l’intenzione di scrivere una storia della letteratura tedesca nel Litorale.
L’Istituto cartografico G. Freytag e Berndt ha emesso, in seguito anche agli avvenimenti nei Dardanelli e nell’Egeo, una nuova carta del Mar Mediterraneo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-21
Anteprima:
Commenti:

L’Inghilterra è ipocrita! Prima si proclama filo-islamica, nelle Indie, e poi distrugge luoghi sacri arabi, nascondendolo ai musulmani.
Shangai: sì, al boicottaggio delle merci, delle Banche e delle compagnie di navigazione giapponesi.
La Germania causa l’annegamento immotivato di pescatori inglesi. L’Inghilterra non dimentica.
In Austria le associazioni femminili chiedono assistenza per puerpere durante la guerra, attraverso la creazione di un istituto apposito.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-22
Anteprima:
Commenti:

Vienna: ad ogni classe professionale, la sua tessera del pane!
Per la stampa francese, la Germania sta cercando di mettere in atto trattative di pace, ma gli alleati non ne vogliono sapere dal momento che “la Germania non è ancora domata”.
Il presidente americano Wilson dichiara che, non solo grazie alla “neutralità gli Stati Uniti si sono creati la fama di nazione che sa dominarsi”, ma anche che così facendo “sono liberi nel rendere servigi ad altre nazioni”.
Nuovi cannoni per l’esercito francese da usarsi contro le aeronavi nemiche.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-23
Anteprima:
Commenti:

L’Inghilterra non è padrona del Mare del Nord: la Germania scorta “senza molestie” un piroscafo inglese da pesca dalla Scozia al porto tedesco.
“Non deve meravigliare se i sottomarini germanici colgono così facilmente le navi inglesi”! L’alcool fa strage tra i marinai della flotta inglese.
Un piroscafo inglese tenta, invano, di ingannare un sottomarino tedesco; per evitare di essere attaccato, infatti, issa la bandiera norvegese, ma viene scoperto per il “suo contegno sospetto”.
Dal 1° maggio un nuovo treno per il collegamento Trieste-Monaco: la tratta si riduce di 1 ora e 52 minuti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-24
Anteprima:
Commenti:

Chicago: un comizio di oltre 4000 croati dichiara la falsità delle accuse serbe secondo cui i croati sarebbero “stati soggiogati dall’Austria-Ungheria e addotti alla Chiesa cattolica romana”.
“Troppa marmellata e pochi proiettili”: questa è l’unica preoccupazione del ministro britannico Asquith, e il “Times” lo accusa di non aver accennato alle “sconfortanti e allarmanti considerazioni sulla guerra”.
La Croce Rossa austriaca dà il suo contributo alla lotta contro le epidemie causate dalla guerra, mettendo a disposizione dell’esercito “un buon numero di guarnizioni batteriologiche da campo e di impianti mobili per epidemie”.
Comprate i francobolli di guerra e aiuterete le vedove e gli orfani dei caduti!

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-25
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-04-26
Anteprima:
Commenti:

Una pace tra Germania e Inghilterra? “Invenzioni stolte o maligne”, così risponde il Cancelliere dell’Impero alle voci di una possibile tregua tra le due nazioni.
Tesori in fiamme! Un disastroso incendio al castello di Kreuzenstein distrugge opere d’arte di inestimabile valore.
Mentre a Vienna si piange la morte del pittore Lodovico Giovanni Fischer, a Sofia si saluta per sempre il decorato colonnello Nikolov.
Donate francobolli al nuovo Ufficio di collezione, istituito presso l’Ufficio di provvidenza in guerra.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-27
Anteprima:
Commenti:

La Monarchia austro-ungarica non è mai stata così forte: la vittoria sui Carpazi ha “sbugiardato le previsioni fatte dai nemici sulla pretesa decadenza” dell’Impero.
L’Osservatore triestino pubblica la prima parte di una dettagliata sintesi dell’entrata in guerra della Monarchia.
Disordini e rivolte a Mosca e a Pietroburgo: la popolazione insorge a causa del rialzo dei prezzi degli alimenti.
Un “Miserere” al cimitero di Sant’Anna per commemorare il compositore triestino Giuseppe Rota.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-28
Anteprima:
Commenti:

“Superbo successo” ottenuto dalla flotta imperiale, per aver silurato l’incrociatore corazzato francese “Leon Gambetta”.
Grandi festeggiamenti a Costantinopoli per il settimo anniversario della salita al trono  del sultano Mehmet V.
Falsa la voce secondo cui gli stranieri provenienti dall’Impero germanico dovrebbero, al confine austriaco, sottoporsi alla vaccinazione contro colera e tifo.
I giornali e i pacchi postali non correttamente affrancati verranno rispediti al mittente o spartiti tra le persone della bassa forza.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-29
Anteprima:
Commenti:

L’Osservatore pubblica la seconda parte della sintesi sull’entrata in guerra della Monarchia austro-ungarica.
Inaugurato il secondo semestre della prima clinica chirurgica dell’Università di Vienna, volta a “ridare i loro cari ai congiunti, i valorosi figli alla patria, membri laboriosi alla società”.
L’invasione del convento di Ravanica e la profanazione delle ossa dello zar serbo Lazzaro da parte di ufficiali austro-ungarici, non è che una “mera invenzione”.
Tutti pazzi per gli atlanti: la Casa Freytag e Berndt mette in commercio un nuovo atlante universale che “per la ricchezza del contenuto e la comodità del formato risponde a tutte le esigenze”. La stessa casa editrice pubblica anche una carta della Siberia volta a far capire che questa non è solo “ghiacci, […] nevi, […] deserto, […] desolazione”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-04-30
Anteprima:
Commenti:

L’Osservatore triestino espone la terza ed ultima parte della storia dell’entrata in guerra dell’Austria-Ungheria.
Il deputato del partito popolare Rakovsky propone il suffragio a tutti gli uomini dai 20 anni in su che combattono al fronte; il primo ministro Tisza sostiene che questo privilegio non sia un modo per esprimere riconoscenza ai soldati, che fanno solo il loro dovere.
L’Inghilterra muove aspre accuse alla Germania: prigionieri inglesi verrebbero denudati e maltrattati brutalmente.
L’Inghilterra, condannando a morte il mufti di Tenedo, dimostra il suo odio all’islamismo, e per questo “se ne pentirà ben presto”.
I prigionieri tedeschi, in terra inglese, ricevono un ottimo trattamento: possono incontrarsi con i compagni, fumare, scrivere e ricevere lettere, acquistare libri.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Desy Cogo e Caterina Della Giustina
Data:
1915-05-01
Anteprima:
Commenti:

Affondamento della nave nemica “Léon Gambetta” nelle vicinanze di Capo Leuca. Il siluramento della nave francese causò 53 vittime, sepolte in seguito a Santa Maria di Leuca. Si contano 110 superstiti trasportati e smistati tra Siracusa e Brindisi.
Ieri, 30 aprile, il celebre pittore Francesco Defregger, noto per aver immortalato Andrea Hofer e il patriottismo dei tirolesi nelle guerre napoleoniche, compiva ottant’anni.
[Franz von Defregger (1835-1921) pittore originario di Stronach (Tirolo orientale), famoso oltre i confini del Tirolo per via dei suoi ‘tirolesi in carne e colore’ come si legge in un libro di storia sudtirolese. Defregger si muoveva tra pittura di genere e pittura di soggetti storici, illustrava nei suoi quadri scene della lotta per l'indipendenza tirolese. Riteneva che la pittura dei suoi contemporanei fosse troppo distaccata, pathos partecipazione furono le sue parole d’ordine].
Spunti di ricerca.
Da "Tiroler Volksblatt" (Giornale cattolico stampato a Bolzano, esce il mercoledì e il sabato, fondato nel 1861, diventa quotidiano nel 1901, chiude nel 1925).
5/1/1875 - "Conferimento al pittore Defregger da parte del Kaiser tedesco della medaglia d'oro per l'arte".
30/4/1915 - "Franz von Defregger compie ottant'anni".
[Andreas Hofer (1767-1810) oste originario della val Passiria, è considerato uno dei più importanti patrioti del Tirolo. Alla fine del 1805, con la Pace di Presburgo del 26 dicembre, in seguito alla sconfitta dell'Austria nella guerra della terza coalizione antifrancese (alla quale partecipano anche la Gran Bretagna, la Russia, la Svezia ed il Regno di Napoli), il Tirolo è assegnato ai Bavaresi. Nell’aprile 1809 i Tirolesi, guidati da Andreas Hofer, si ribellano contro l’occupazione bavarese. Dopo alcune vittorie sulle truppe franco-bavaresi, nell’autunno 1809 sono sconfitti. Hofer è catturato e portato a Mantova, dove è condannato a morte e fucilato il 20 febbraio 1810. Da allora è ricordato come un eroe e come il martire per la libertà del Tirolo contro l’occupazione straniera].
Per l’igiene della scuola. Il Ministero per il culto e l’istruzione ha dato disposizioni alle Autorità scolastiche riguardo la pulizia e ventilazione degli ambienti scolastici e “l’obbligo degli scolari a tenersi puliti”, visto il pericolo di trasmissione di malattie contagiose ad opera di insetti. Si invita a garantire la vaccinazione della scolaresca contro il vaiolo.
Movimento dei feriti e ammalati militari: assegnazione del numero di feriti presso alcuni ospedali presenti in città (Civico Ospedale, Ospedale sussidiario e di contumacia di via Fabio Severo, Ospitale della Unione Austriaca di navigazione, Ospedale di Notre Dame de Sion, Ospedale sussidiario della Croce Rossa alla Società di ginnastica “Eintracht”).
Serata di musica e recitazione per gli invalidi presso la Sala Fenice, mercoledì 5 maggio, con il patronato di Sua Eccellenza la baronessa Lucia Fries Skene, per disposizione del Comitato di frequentatrici del corso di infermiere volontarie tedesche in Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-02
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-05-03
Anteprima:
Commenti:

Sostentamenti alle famiglie dei militari scomparsi: visti gli articoli di legge, si avvertono mogli e figli degli ufficiali e dei soldati scomparsi che riceveranno provvisoriamente un sostentamento loro spettante per la morte del marito (padre) fino a che questi “ricomparisca” o venga giudizialmente dichiarato morto.
Bollettino sanitario: movimento delle malattie contagiose osservato dal Comune di Trieste dal 24 aprile al 1° maggio.
Colpiti: scarlattina 5, difterite e croup 7, febbre tifoidea 5. Morti: scarlattina 1.
Rappresentazione per bambini. Un Comitato presieduto dal barone Weissenbach sta allestendo, al teatro Eden, un intrattenimento per bambini, con il patronato di Sua Eccellenza la signora baronessa Lucia di Fries-Skene.
[Baronessa Lucia von Fries Skene moglie del Luogotenente Barone Alfred Freiherr von Fries-Skene, ultimo governatore del Litorale dal 1915 fino al 31 ottobre 1918. La provincia del litorale austriaco, con la denominazione ufficiale in lingua tedesca Österreichisches Kűstenland, era una regione amministrativa dell'Impero austriaco, nata nel 1849 dal precedente Regno d'Illiria. La provincia era suddivisa in tre Länder autonomi: il territorio imperiale di Trieste, la Contea di Gorizia e Gradisca e il Margraviato d'Istria, ciascuno con amministratori indipendenti sotto il controllo del governatore della regione che aveva sede a Trieste, capoluogo del Kűstenland. Dopo la fine della I Guerra mondiale, nel 1919, in applicazione del Trattato di Saint-Germain-en-Laye tutta la provincia passò al Regno d’Italia].
Assicurazioni Generali. Nel mese di aprile 1915 vennero presentate 506 proposte di assicurazione sulla vita e vennero effettivamente emesse 474 polizze per una somma assicurata di 4.239.318,17 corone.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-04
Anteprima:
Commenti:

Notizie di guerra dai mari: nel pomeriggio del 1° maggio un sottomarino germanico affondò il cacciatorpediniere inglese “Recruit” all’altezza del faro di Gallop. Seguono ripetute ritorsioni da ambo le parti.
Allargamento dell’obbligo di leva di massa. Le condizioni di guerra rendono necessaria una temporanea estensione dell’obbligo di leva di massa, al fine di garantire “il buon successo finale”.
L’alimentazione a base di patata. Allo scopo di intensificare l’uso nelle cucine triestine della patata, il Museo commerciale di Trieste ha curato la pubblicazione di una raccolta di ricette, che viene distribuita gratuitamente sotto il titolo “L’alimentazione a base di patate”. La raccolta è dedicata alle massaie, le quali potranno apporvi integrazioni o modifiche in base al loro gusto e alle loro possibilità economiche.
[Vedi anche notizie da "Tiroler Volksblatt".
30/4/1915 - "Il giornale pubblica per le quali si utilizzano ingredienti poveri: patate e polenta"].

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-05
Anteprima:
Commenti:

La grande vittoria nella Galizia. Le truppe alleate di Germania e Austria-Ungheria hanno conquistato l’intero fronte nemico fra la Vistola e i Carpazi. Si contano 30000 prigionieri e un bottino di enormi quantità di materiali da guerra.
In Russia. Disordini atti vandalici a Mosca. Invito alla popolazione a “mantenersi tranquilla per non deprimere il morale dell’esercito a tutto vantaggio dei nemici della Russia”. Le case di Mosca si chiudono dalle sei di sera alle sei di mattina. I bombardamenti tedeschi a Bialistok provocarono molte vittime, distrussero case e danneggiarono l’acquedotto e la sinagoga.
Atrocità russe. Il personale dell’ambasciata germanica a Pietroburgo è stato “malmenato, insultato, spogliato di ogni avere, rinchiuso in carceri luride e con cattivo nutrimento”. Un deputato polacco commenta: “Il popolo russo ha delle buone qualità, ma il suo Governo è asiatico”.
Annuncio di matrimonio fra la signorina Maria Vascotti e il signor Bruno Astori, due giornalisti che “hanno unito le loro sorti”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-06
Anteprima:
Commenti:

Autografo sovrano. Conferimento della croce al merito militare di I classe al comandante della marina ammiraglio Haus, da parte dell’Imperatore Francesco Giuseppe con emissione di autografo sovrano.
Solenne inaugurazione del monumento alla spedizione dei Mille. Presenti alla cerimonia, tenutasi a Quarto, i superstiti dei Mille, “oggetto di vive ovazioni” da parte di un’enorme folla e Gabriele d’Annunzio.
[Il Monumento ai Mille di Quarto fu realizzato tra il 1910 e il 1914 da Eugenio Baroni. L’inaugurazione avvenne il 5 maggio 1915, a meno di venti giorni dall’entrata in guerra dell’Italia. In tale occasione Gabriele d’Annunzio pronunciò un discorso, “Orazione per la Sagra dei Mille”, teso a sottolineare l’ineluttabilità dell’intervento.
Dal 5 maggio 1915. Il Monumento ai Mille tra mito e propaganda, www.museidigenova.it].
La serata per gli invalidi nella sala Fenice. Commento sull’elegante serata patrocinata dalla baronessa de Fries-Skene, “festa di bandiere e di verzura […], la sala gremita fulgente di eleganza e bellezza femminili e di nomi cospicui”. Si nota la presenza di esponenti di importanti famiglie triestine fra cui il barone Fortunato Vivante, il barone Stefano Ralli, le baronesse Nina Morpurgo e Orsola de Parisi, Ada Eschere.
Prestito di guerra. Continua la pubblicazione di inviti alla popolazione per la sottoscrizione di un prestito, al fine di sostenere le spese militari, al tasso del 5,5%, esente tasse e “reluibile” al 1° maggio 1925.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-07
Anteprima:
Commenti:

Canti di guerra. Viene pubblicato dall’Ufficio di soccorso un Albo di canti marziali. Le Autorità scolastiche sottolineano “il valore patriottico e pedagogico del canto di belle e buone canzoni patrie”.
Il premio per la pace al Papa. Da Copenhagen la notizia dell’assegnazione al Papa del premio Nobel per la pace.
Serata di beneficenza a favore dell’Ospizio di guerra Adria in Abbazia. La promotrice della festa presso l’Hotel Quarnero è stata la baronessa Ninon Schmidt de Zabiérow, sotto il patronato del principe Filippo di Coburgo e Gotha.
Esportazione permessa. La Camera di commercio e dell’industria permette l’esportazione, fino a revoca, di camicie da uomo di cotone bianche e azzurre.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-08
Anteprima:
Commenti:

Costruzione di una conduttura d’acqua nel tratto Divaca-Komen sull’altipiano carsico. Il progetto prevede il prelevamento dell’acqua dalle fonti della Bistrica nei pressi di Illyrisch-Feistriz. Seguono riferimenti a norme giuridiche inerenti le espropriazioni e gli indennizzi.
Le ostilità contro il Montenegro. Smentita. Il Quartiere di guerra della stampa smentisce, asserendo esser “fiabe”, le notizie della stampa della Triplice intesa, secondo la quale aviatori austro-ungarici avrebbero bombardato quotidianamente le città e i villaggi del Montenegro, uccidendo donne e bambini.
Sui mari. Affondato nel Mare del Nord il transatlantico “Lusitania”, ad opera di sottomarini germanici.
[Il Lusitania venne costruito nei cantieri navali della John Brown, in Scozia. Venne varato il 7 giugno del 1906, Il 1° maggio 1915, il transatlantico Lusitania, orgoglio della marina civile inglese, lascia il molo 54 di New York con a bordo 1300 passeggeri, di cui 159 americani. Il 7 maggio la sua rotta incrocia quella del sottomarino tedesco U-20 ad ottanta miglia al largo della costa irlandese: la nave inglese colpita da un siluro tedesco affonda in soli diciotto minuti.
Vedi anche Reportage: il libro inchiesta sul siluramento del transatlantico Lusitania
.
Misteri in fondo al mare. Torna a galla il relitto del Lusitania.”A bordo tesori e un carico d’armi”].
Società di mutuo soccorso e prestiti fra impiegati del Cantiere Navale Triestino in Monfalcone. Cancellazione dei membri della Direzione e conseguente iscrizione dei neoeletti.
Stampa censurata. Il Tribunale Provinciale in Trieste, in nome di Sua Maestà l’Imperatore, ordina la distruzione e vieta la diffusione dello stampato “Trento e Trieste”, inserito nella “Grande enciclopedia popolare Sonzogno” diretta da Palmiro Premoli in Milano.
Stampa censurata. Il Tribunale circolare di Rovigno, in nome di Sua Maestà l’Imperatore, ordina il sequestro, la distruzione e vieta l’ulteriore diffusione di quattro cartoline rappresentanti donne nude in posizioni oscene.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-09
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-05-10
Anteprima:
Commenti:

Lode alle truppe “ferroviere”. Il comandante in capo, maresciallo di campo arciduca Federico, loda le suddette truppe, che pur essendo l’arma dell’esercito più recente, si sono distinte nella costruzione di ferrovie e ponti, nel guidare e prestare servizio presso treni blindati e nell’efficace distruzione di linee ferroviarie nemiche.
Sui mari. Il “Lusitania” colpito da due siluri, è affondato in venti minuti, con a bordo 2160 persone, fra le quali “molti cospicui americani”, come il milionario Vanderbilt, che sarebbe morto annegato. Si contano 658 superstiti, secondo le prime stime.
Per la festa di S. Pasquale. Lunedì 17 maggio, giorno della festa di S. Pasquale, verrà celebrata una messa solenne nella cappella della Villa Revoltella al Cacciatore, secondo le volontà testamentarie del defunto barone Revoltella.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-11
Anteprima:
Commenti:

L'i.r. Luogotenenza ha fissato i prezzi massimi per la vendita al dettaglio delle seguenti specie di pesce del golfo triestino: sardella, papalina, sardoni, passera (passerini o bollettini e passere medie), menola, sgombro, lanzardo, guatto (guatto giallo piccolo e guatto medio e nero di grotta, cevolo (eccettuato volpina). Fra i molluschi: sepa (seppia senza osso). Seguono disposizioni sul trasporto dell’ intero pescato unicamente alla Pescheria nuova e, solo in seguito, presso le pescherie di S. Giacomo e di Piazza del Perugino.
Contro la meningite cerebro-spinale. Considerato l'aumento dei casi, è stato disposto l'isolamento dei sospetti e dei colpiti da tale "morbo" e date indicazioni sulle precauzioni sanitarie da osservare.
Il tempo. La prima metà del mese di maggio del 1915, che non a caso in Germania corrisponde alle ricorrenze dei Santi Servazio, Pancrazio e Bonifazio, detti "uomini geliferi", si caratterizza per temperature rigide, rispetto alla norma del periodo, per vento sostenuto e pioggia.
Società bagni popolari. Viene comunicato il numero di "bagni di prima e di seconda classe somministrati" nel mese di aprile dalla suddetta società, presso i suoi due stabilimenti di via A. Manzoni e di via P. Veronese.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-12
Anteprima:
Commenti:

Il caso "Lusitania". Si continuano a pubblicare dettagli sull'affondamento del Lusitania per mano austro-ungarica.
Indignazione della stampa francese per l'efferato attacco. Si registrano in Inghilterra  assalti e saccheggi a circoli, alberghi e negozi tedeschi e austriaci.
Si vieta il movimento di automobili e motociclette privati. Nei distretti politici di Gorizia, Gradisca, Monfalcone, Sesana, Tolmino e nel territorio di Trieste è vietato l'uso di tali veicoli, proibito il turismo e fotografare.
Rinviato il concerto di beneficenza per gli invalidi di guerra, previsto per sabato 15 maggio, presso la sala del Casino Schiller.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-13
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-05-14
Anteprima:
Commenti:

Vittoriosa offensiva in Galizia. Sconfitta del terzo e dell'ottavo esercito russo che indietreggiano clamorosamente. Per effetto di queste vittorie anche il fronte russo sui Carpazi comincia a vacillare. Ricco bottino: 143.500 prigionieri, 100 cannoni e 350 mitragliatrici.
In Italia. Mercoledì 10 maggio si è riunito a Roma il Consiglio dei Ministri. La "Tribuna" riferisce di colloqui tra il Re e Giolitti inerenti la situazione bellica. Voci di crisi ministeriale. Il Consiglio dei Ministri ha presentato al Re le dimissioni del Gabinetto.
Parigi 14 maggio. La Società degli autori a Parigi ha espulso dai suoi iscritti tutti i soci germanici, austriaci e ungheresi come protesta per l'affondamento del Lusitania.
Conferimento della medaglia d'onore. L'i.r. Luogotenente barone von Fries Skene ha conferito la medaglia d'onore al macchinista del Cantiere San Rocco, S.A. Giuseppe Gobet, per quarant'anni di servizio.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-15
Anteprima:
Commenti:

In Italia. Crisi di Governo. Possibilità di un rimpasto del Gabinetto.
Fate doni alle truppe! Considerato l'imminente arrivo della "stagione dei calori estivi", si richiede al popolo l'offerta di biancheria estiva e di altri generi di conforto.
Serata per gli orfani dei caduti. "Un programma di cose gentili, graziose liriche" si è svolto ieri sera, 14 maggio, presso la Sala Fenice patrocinato dalla baronessa Luisa von Fries Skene, accompagnata dal consorte l'i.r. Luogotenente.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-16
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-05-17
Anteprima:
Commenti:

In Inghilterra e a Colonia del Capo. Continuano le ritorsioni contro i tedeschi, contro le loro case e i loro esercizi commerciali. I cittadini degli stati nemici vengono internati.
In Italia. Proteste in strada e barricate a Roma, Torino, Milano, Venezia, Firenze, Bologna e Napoli. A Roma proteste ostili contro Giolitti, contro il principe tedesco Bülow, sostenitore dello status quo e della pace, presso la sua abitazione a Villa Malta. Dimostrazioni di simpatia verso il deputato interventista Salandra, verso il nuovo ambasciatore russo de Giers e verso Gabriele d’Annunzio giunto nella capitale. Il Re rifiuta le dimissioni del Gabinetto Salandra.
[Villa Malta sorge sul terreno dove un tempo vi erano gli "Horti Luculliani" e la struttura originaria risale al XVI secolo quando gli Orsini, proprietari del terreno, vi costruirono un palazzetto con torre. Nel 1907 passò in proprietà del principe Bernard von Bülow, già cancelliere di Germania, che vi dimorò a lungo con la moglie, figlia del ministro Marco Minghetti].
In Portogallo. La situazione in Portogallo è esplosiva. Il Presidente della Repubblica è fuggito. Navi da guerra aderenti alla rivolta hanno bombardato Lisbona.
Nuovo ritratto imperiale. Messo in vendita al prezzo di 6 corone il nuovo ritratto a colori dell’Imperatore, riprodotto da una recente fotografia del fotografo di corte Pietzner.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-18
Anteprima:
Commenti:

Dieta ungherese. Interrogazione del deputato, conte Andràssy, riguardo alle trattative con l’Italia, alla quale la Monarchia austro-ungarica avrebbe offerto la cessione di territori per garantirsi la neutralità dello Stato italiano.
Seduta della Giunta municipale presieduta dal Podestà avv. Dr. Alfonso Valerio. Approvate le spese per la manutenzione del civico Giardino d’infanzia in via Manzoni, del civico Giardino d’infanzia di Rena vecchia, della Scuola popolare di Trebich e del Ricreatorio comunale del Belvedere.
Frequentazioni delle Scuole nautiche. Una statistica del ministero del culto e dell’istruzione ha censito sul territorio del Litorale ben quattro istituti nautici densamente frequentati: l’Accademia di commercio e nautica di Trieste, la Scuola nautica di Lussinpiccolo, la Scuola nautica di Ragusa e la Scuola nautica di Cattaro.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-19
Anteprima:
Commenti:

Continua la pubblicazione aggiornata ad opera della Tipografia del Lloyd austriaco del Bollettino delle leggi e delle ordinanze in edizione tedesca, italiana e slovena, curato dalle autorità provinciali del Litorale austro-illirico.
Dieta Germanica. Relazioni con l’Italia. Il cancelliere tedesco conferma l’incrinatura nei rapporti fra Italia e Austria-Ungheria e le ampie concessioni territoriali offerte all’Italia per perpetuare l’alleanza e la pace.
Nuova York. Discorso del presidente americano Wilson in rassegna alla flotta dell’Atlantico: ”L’America non ha bisogno di allargamenti di territorio, il suo voto è adoperarsi per l’umanità e per quanto all’umanità necessita”.
Vendita di medaglie al valore alla spicciolata. La Zecca principale di Vienna acquista anche “alla spicciolata” esemplari di medaglie al valore. Segue indicazione sui prezzi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-20
Anteprima:
Commenti:

In Inghilterra. Il “Times” critica la politica dispotica di Churcill, viste le sconfitte in Francia e nei Dardanelli, ne chiede la sostituzione con l’ammiraglio lord Fisher.
La guerra. Il “National Tidende”di Copenhagen avrebbe pubblicato le pretese politico-territoriali italiane rivolte all’Austria-Ungheria. La stampa internazionale ritiene inevitabile la rottura della Triplice Alleanza e la guerra con l’Italia.
Dai teatri di guerra della Monarchia. I circoli e i giornali turchi festeggiano le vittorie austro-ungaro-germaniche in Galizia. Il critico militare del “Turan” asserisce che “nessun nuovo nemico potrà arrestare la marcia vittoriosa degli eserciti austro-ungarici, germanici e turchi”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-21
Anteprima:
Commenti:

A proposito di Przemysl. Il glorioso presidio di Przemysl sconfitto non dall’esercito nemico ma dalla fame. Rivelazione: all’interno della fortezza rinvenute 200 vacche di razza e grandi provviste di foraggi. “Anime piccine” del campo nemico accusano il comandante della fortezza di arricchirsi con traffici clandestini.
[Przemysl è una località della Polonia meridionale situata sulle ultime propaggini dei Carpazi. La città deve la sua fama alle vicende belliche che la interessarono durante la Prima guerra mondiale nel periodo 1914-1915, vicende che videro contrapposti l'esercito austro-ungarico e l’esercito russo. Przemysl, città piazzaforte austro-ungarica, subì due distinti assedi da parte delle truppe zariste. Il primo dal settembre all'ottobre 1914; il secondo dal novembre successivo al marzo 1915, terminato con la caduta del presidio per esaurimento delle scorte alimentari e delle munizioni.
La fortezza di Przemysl rappresentava uno dei bastioni più importanti di un sistema organico di piazzeforti costruite in Galizia dall'Impero Austro-Ungarico per proteggersi, in caso di conflitto, dalla Russia. Nodi strategici vitali di questo sistema di difesa erano costituiti, oltre a Przemysl, da Cracovia, dalle fortificazioni della linea San-Dniester, e dalle opere di Lemberg (Leopoli) la capitale storica della regione].
Parlamento italiano. La seduta della camera è gremita. In aula 480 deputati e nelle tribune presenti gli ambasciatori di Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, Russia e Giappone. Il D’Annunzio accolto con ovazione. Presentato un disegno di legge con il quale si chiede, in caso di guerra, pieni e straordinari poteri per il Governo. La Camera approva al grido di “Viva l’Italia”, “Viva il Re”, “Viva la guerra”.
Movimento della popolazione. Dal 9 al 15 maggio a Trieste si registrano: 33 matrimoni, 107 nascite e 91 decessi dei quali 13 entro i primi 12 mesi di vita e 8 entro i 5 anni d’età.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-22
Anteprima:
Commenti:

Nota dell’Austria-Ungheria all’Italia. Il Governo austro-ungarico apprende che l’Italia considera abolito il trattato della Triplice Alleanza. Segue disamina degli avvenimenti intercorsi dall’ultimatum rivolto alla Serbia nel luglio del 1914.
Censura. Ordinato dal Tribunale Provinciale di Trieste il sequestro e la distruzione del romanzo “Erba del nostro orto” di Luigi Pirandello.
Lo spirito pubblico in Italia. Il ceto commerciale, industriale e agricolo sembra non interessarsi alla guerra, ma il “partito guerrafondaio” ha convinto il Parlamento.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-23
Anteprima:
Commenti:

Ordinanza. Disposizioni restrittive di polizia riguardo al regime delle notifiche per pernottamenti presso gli alloggiatori.
Visto l’incalzare degli avvenimenti e la straordinarietà delle decisioni politiche, l’”Osservatore triestino” esce con due edizioni nella giornata del 23 maggio 1915, vigilia dell’entrata italiana nel conflitto.
Ordinanza imperiale. Modifica della Costituzione di Trieste, città “immediata” dell’Impero.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-24
Anteprima:
Commenti:

Ai miei popoli! Il Re d’Italia mi ha dichiarato guerra! Lettera accorata e commiato dell’Imperatore Francesco Giuseppe rivolti a tutti i popoli dell’Impero.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-25
Anteprima:
Commenti:

La dichiarazione di guerra. Testo della dichiarazione di guerra presentata alle ore 15.00 del 23 maggio a Vienna, dall’ambasciatore italiano al Ministro degli esteri dell’Impero.
Dimostrazioni a Vienna. Il popolo acclama l’Imperatore e grida “Abbasso i traditori!”, “abbasso l’Italia!”
Mobilitazione in Italia. La mobilitazione, iniziata già da svariate settimane, è ufficiale dal 23 maggio con l’affissione dei manifesti del Ministero della guerra che dispongono l’immediata presentazione di tutti gli addestrati e della milizia. Appello per la formazione di legioni volontarie.
Prime ostilità dopo il subentro dello stato di guerra. Al confine con il Tirolo piccoli combattimenti. Sul Litorale, nel villaggio di confine di Strassoldo, avvistata la cavalleria italiana. La flotta imperiale ha bombardato obiettivi militari sulla costa italiana fra Venezia e Barletta. Incendiato l’Arsenale.
Censura. Ordinanza che vieta gli stampati pubblicati in Italia e la revisione degli stampati non periodici.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-26
Anteprima:
Commenti:

Edizione del mattino. Ordine del giorno dell’arciduca Federico, comandante in capo, che esorta l’esercito ad affrontare il nuovo nemico, ex alleato. “Soldati! Senza esitanza e con lieto animo attacchiamo il nuovo avversario!”
La guerra con l’Italia. Si registra la presenza di reparti nemici, soprattutto alpini, al confine con il Tirolo e la Carinzia.
Comunicato del governo germanico e austro-ungarico al Consiglio federale. Si conferma il rispetto della neutralità della Svizzera, secondo i patti stipulati all’inizio della guerra.
Invito “agli impiegati di cancelleria e servi d’ufficio dello Stato” congedati, a recarsi nel palazzo della Luogotenenza dove alcuni locali sono stati messi a loro disposizione per convegni e letture.
Avvertimento. Divieto alla cittadinanza di accedere all’altipiano carsico per questioni militari.
Germania e Italia. Da Berlino. La dichiarazione di guerra dell’Italia all’Austria-Ungheria, non ha coinvolto formalmente la Germania, che si ritiene comunque in stato di guerra.
Sette piroscafi austro-ungarici sequestrati a Genova: gli equipaggi fatti prigionieri e trasportati sulla nave da guerra “Re Umberto”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-27
Anteprima:
Commenti:

Respinte le truppe italiane a nord est della Marmolada e sul confine carinziano. Perdite ingenti.
Vienna. Provenienti da Roma i due ambasciatori uscenti, barone de Macchio e principe Schönburg-Hartenstein, con il personale delle ambasciate e altri cittadini austro-ungarici domiciliati in Italia.
[Il 24 maggio il barone de Macchio, ambasciatore austriaco presso il Quirinale e il principe Schnburg-Hartenstein, ambasciatore austriaco presso il Vaticano, ricevettero i passaporti e partirono per Vienna, seguiti dal principe Bülow, dal barone De Taun, ministro di Baviera presso il Quirinale, dal barone De Ritter, ministro di Baviera presso la Santa Sede. Qualche giorno dopo lasciava Berlino l’ambasciatore italiano Bollati].
Manifestazioni patriottiche a Budapest. La popolazione e una delegazione di ufficiali germanici e cittadini ottomani inneggiano ai monarchi alleati e al sultano.
La stampa norvegese contro l’Italia. Condanna della dichiarazione di guerra dell’Italia nei confronti degli alleati di un tempo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-28
Anteprima:
Commenti:

Roma. L’Italia si appropria di palazzo Venezia, sede dell’ambasciata austro-ungarica. Villa d’Este a Tivoli diventa proprietà del Comune.
[Palazzo Venezia fu costruito fra il 1455 e il 1467, utilizzando il travertino proveniente dal Colosseo e dal Teatro di Marcello. Adibito sin dall’inizio a residenza papale, fu utilizzato anche come ambasciata della Repubblica di Venezia, da cui il suo nome. Dal 1797 la proprietà passò agli austriaci, divenne sede dell’ambasciata austriaca, dal 1867 ambasciata di Austria-Ungheria, e nel 1915 passò allo Stato italiano. La costruzione di Villa d’Este a Tivoli, iniziò dopo il 1560 per volere del cardinale Ippolito II d’Este e rappresenta con i suoi parchi l’esempio principe di architettura di giardino all’italiana. Alla metà dell’Ottocento il cardinale tedesco Gustav von Hohelohe ottenne la villa in enfiteusi dai duchi di Modena e la sottrasse al degrado a cui sarebbe stata destinata. Allo scoppio della guerra la villa entrò a far parte del patrimonio dello Stato italiano].
Volontari in Italia. Il colonello Peppino Garibaldi sta costituendo una “brigata delle Alpi”.
In Italia. Il Re ha assunto il comando in capo delle forze di terra e di mare.
Manifestazioni patriottiche. Il Consiglio comunale di Zara esprime al Luogotenente immutata fedeltà al sovrano.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-29
Anteprima:
Commenti:

Dieta germanica. Berlino. Dichiarazioni del cancelliere de Bethmann-Hollweg sulla posizione dell’Italia: “Lo stesso Governo italiano ha inciso indelebilmente a lettere di sangue il suo spergiuro nel libro della storia”. Seguono fragorosi applausi e ovazioni.
Il Papa e la guerra. L’”Osservatore romano” riporta lo sdegno del Papa verso i governi in guerra per non aver ascoltato i suoi appelli.
Nuove cartoline illustrate. L’Ufficio di Soccorso del Ministero ha messo in vendita riproduzioni di opere originali di noti pittori: Marussig, Klaber, Fr. Jung.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-30
Anteprima:
Commenti:

Si notifica l'entrata in vigore dello stato d'assedio (giudizio statario), secondo il Regolamento di procedura penale militare, valido a Trieste e in tutto il Litorale.
La guerra con l'Italia. Iniziati piccoli combattimenti sul Litorale. Disperso un battaglione italiano a Caporetto. Intenso bombardamento sull'arsenale di Venezia ed esplosione nel forte S. Nicolò.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-05-31
Anteprima:
Commenti:

L'artiglieria italiana attacca le fortificazioni austro-ungariche sull'altipiano di Folgaria e Lavarone. Alcuni reparti entrati a Cortina d'Ampezzo.
Tentativi di passaggio dell'Isonzo respinti!
Caso Lusitania. Nota del governo germanico, in risposta a quello americano, che motiva l'attacco al transatlantico inglese considerando il suo equipaggiamento di cannoni, munizioni e armi varie.
La Germania denuncia l'incitamento dell'Ammiragliato inglese ai piroscafi mercantili, battenti bandiere neutrali, a speronare i sottomarini germanici.
Berna. Conferenza internazionale per gli interessi dell'umanità.
Deliberazione di costituire una Commissione permanente, con sede in Svizzera, per sviluppare un piano di riavvicinamento fra gli stati belligeranti dopo la guerra.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Valeria de Facchinetti
Data:
1915-06-01
Anteprima:
Commenti:

Mons. Faidutti a Vienna per i profughi: Luigi Faidutti, Giuseppe Bugatto e Pietro Spadaro, esponenti del movimento cattolico, sono ricevuti a Vienna dal primo ministro conte Karl von Stürgkh: all’ordine del giorno la questione dei “provvedimenti a favore della popolazione fuggiasca dai territori evacuati al confine verso l’Italia”.
Incetta di moneta spicciola
: Nelle regioni meridionali della Monarchia scarseggia la moneta spicciola, oggetto di un “irragionevole accumulamento” da parte della popolazione. Il lavoro della zecca non può essere sufficiente senza che “gli importi tesaurizzati vengano ritornati alla circolazione”.
Verso la guerra di posizione: Sul fronte italiano, appena aperto, inizia la costruzione di trincee, impedita per ora dalle truppe austriache.
Avvelenamento dei pozzi: Nelle colonie dell’Africa sud-occidentale i tedeschi rendono imbevibile l’acqua dei pozzi. “Non si può farne loro un biasimo: essi mirano semplicemente ad arrestare la nostra avanzata” dichiara un ufficiale inglese al «Morning Post».

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-02
Anteprima:
Commenti:

“L’enorme spergiuro e tradimento dell’Italia”: Il Libro Rosso austro-ungarico del Ministero degli esteri riassume le tappe dell’ambigua politica italiana dallo scoppio della guerra: neutralità prima assoluta e poi “vigile e armata”, corsa agli armamenti, mire espansionistiche, interpretazione capziosa dei trattati e un “continuo civettare con la triplice intesa”.
Repressione delle proteste a Milano: Manifestazioni di protesta in Italia dopo l’entrata in guerra: a Milano “le truppe non resteranno più passivo bersaglio agli scherni e ai mali trattamenti dei rivoltosi” ma “hanno l’ordine di far uso delle armi e di tirare sul serio”.
Prestito di guerra: “precetto di onore, di coscienza e di autoconservazione”: Numerose le sottoscrizioni del prestito di guerra, per cui giornalmente si rivolgono appelli alla popolazione.
Banche e imprese lasciano Trieste: Immediate le ricadute dell’entrata in guerra dell’Italia sull’economia triestina: la città, ormai prossima al fronte di guerra, viene abbandonata da banche e imprese, che trasferiscono le proprie filiali in territorio più sicuro.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-03
Anteprima:
Commenti:

Guerra con l’Italia: I primi combattimenti lungo il fronte italo-austriaco registrano successi a favore dell’Austria. Notizie drammatiche, come quella del bombardamento di Monfalcone e di Pola, sono esagerate o non corrispondono al vero.
Coprifuoco sulle Rive: L’illuminazione dell’area della città antistante il mare deve essere limitata il più possibile: edifici e fabbriche devono oscurare le finestre in modo “che non ne possa trasparire alcun chiarore”.
“Divieto di sonare le campane”: Il Consiglierato di luogotenenza vieta di suonare le campane: è una delle disposizioni ordinarie “che si prendono per riguardi militari in tempo di guerra”.
Avanzata austriaca sul fronte orientale: Gli “assalti disperati” del nemico russo sono respinti su tutta la linea. Nel solo mese di maggio i prigionieri sono oltre 269.000.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-04
Anteprima:
Commenti:

La conquista della città di Przemyśl: La città di Przemyśl, che era stata costretta ad arrendersi ai russi “dopo aver tenuto testa al nemico con estremo sacrificio”, è riconquistata “con le armi, non già con la fame”. Il suo ritorno agli Imperi centrali è accolto con manifestazioni di esultanza in tutto l’Impero.
[La fortezza era stata l’unica postazione a resistere ai russi che, dopo la battaglia di Galizia, erano dilagati in direzione dei Carpazi fino a minacciare la Slesia. La città aveva subito un lungo assedio e, presa per fame, era stata costretta a capitolare il 22 marzo 1915.]
La “vituperevole bassezza” dell’Italia: Prosegue la propaganda contro l’entrata in guerra dell’Italia, biasimata persino dai propri alleati. Un aviatore russo fatto prigioniero commenta “…condanno come immorale il contegno dell’Italia verso l’Austria-Ungheria e devo dichiararlo una vituperevole bassezza”.
Assistenza per donne sole: La Società per la protezione della giovane è a disposizione delle “donne rimaste sole ed isolate” bisognose “di informazioni, di consigli, di assistenza, di scritturazioni”, per lenire i vuoti che la guerra sta aprendo nelle famiglie.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-05
Anteprima:
Commenti:

Morte di Pasquale Rossetti de Scander: È morto nella sua villa Rossetti a Chiadino il conte Pasquale Rossetti de Scander, già imperial-regio capitano distrettuale, studioso e collezionista, nipote di Domenico Rossetti.
[Pasquale Rossetti de Scander ha donato alle collezioni civiche il Medagliere Patrio, tuttora esposto al Civico museo di storia patria.]
Controlli speciali in città: Chi vive nei pressi della Direzione di polizia dovrà munirsi di uno speciale lasciapassare numerato, in mancanza del quale non potrà più circolare.
Riunione dei commercianti a Vienna: Commercianti, assicuratori, banchieri, industriali residenti a Vienna si sono radunati nella Camera di commercio e di industria dell’Austria inferiore: tanti sono i triestini che le “tragiche vicissitudini … hanno di recente indotto “ad abbandonare temporaneamente la loro patria più stretta”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-06
Anteprima:
Commenti:

Vienna non tratta una pace separata: Vienna non tratta in segreto per uscire dal conflitto. L’Austria-Ungheria non ha voluto la guerra, imposta da “la malignità e la dissennatezza degli avversari”, ma combatterà sino a una “pace onorevole e duratura”.
Vertice economico in Luogotenenza: Il luogotenente Fries-Skene ha discusso la situazione economica di Trieste: buona la condizione alimentare e sanitaria, limitazioni temporanee al servizio telefonico, postale e telegrafico.
Distribuzione di farina: È entrato in funzione un corpo di assistenza pubblica: 150 volontari distribuiscono farina alla popolazione. Per evitare risse e abusi, si reclama l’introduzione di una tessera alimentare.
Trofeo patriottico: 10.000 corone in premio a chi conquisterà la prima bandiera italiana, le offre un deputato di Vienna.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-07
Anteprima:
Commenti:

Guerra nel Litorale: Il fronte di guerra si avvicina a Trieste: combattimenti sanguinosi sul Krn (Monte Nero) e lungo l’Isonzo.
Blocco marittimo: La Gran Bretagna mette il blocco sulle coste dell’attuale Turchia e controlla l’ingresso del Mar Nero.
Esequie solenni: Celebrato il funerale del conte Pasquale Rossetti de Scander, alla presenza delle autorità cittadine. Il corte, partendo dalla villa Rossetti in via di Chiadino, attraversa la città diretto al cimitero di Sant’Anna.
Treni straordinari: Vengono allestiti convogli straordinari per i combattenti sul fronte meridionale: “treni di rifocillazione”, carichi di viveri e personale da cucina, e “treni da bagno e da disinfezione”, con distillatori di acqua potabile e macchine produttrici di ghiaccio.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-08
Anteprima:
Commenti:

Propaganda e contropropaganda: La stampa italiana viene accusata di falsificare le notizie sull’andamento del conflitto, per tenere alto il morale con episodi d’eroismo immaginari. La stampa austriaca provvede alla rettifica.
Penuria di zucchero: La domanda di zucchero aumenta: la paura di un rincaro dei prezzi a far scattare la “corsa allo zucchero”, spingendo i consumatori a farne incetta.
Bagni marini popolari: Aperti per l’estate tre bagni popolari, tra cui il celebre stabilimento alla “Lanterna”: divisi per sesso e con orari riservati ai militari. È richiesto di “indossare per lo meno mutande, oppure una vestaglia” e sono vietati i cani.
In Austria i valori del Monte di Pietà: “ognuno avrà di ritorno il suo”: I valori depositati al Monte di pietà sono trasferiti in regioni più distanti dal fronte, “nell’interesse stesso dei proprietari”. Non si tratta di una requisizione: “tutti siano sicuri che, una volta ristabilite condizioni normali, ognuno avrà di ritorno il suo”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-09
Anteprima:
Commenti:

“Le feroci campagne del nostro bel Friuli…”: appello per gli sfollati: Si raccolgono offerte per gli sfollati, costretti dalla guerra a lasciare case e fattorie e ritirarsi nell’interno per aver salva soltanto la vita”.
Invincibilità della Germania e doppiezza dell’Italia: Ludovico III di Baviera esalta la potenza militare tedesca: “i tedeschi ovunque combattano… sono invincibili”, il conflitto deve rafforzare l’Impero germanico “al di là dei suoi confini”. Si biasimano gli italiani traditori, “falsi amici che alle nostre spalle simulavano amicizia per poi passare alle file del nemico”.
Istruzione della truppa: La truppa viene informata sull’evoluzione della guerra dopo l’ingresso dell’Italia nel conflitto. “Gli ufficiali incaricati … spiegarono … che anche il nuovo avversario sarebbe debellato; in passato gli eserciti e la flotta dell’Italia furono sempre battuti dalle truppe e dalla marina dell’Austria-Ungheria”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-10
Anteprima:
Commenti:

Il Friuli sotto il fuoco nemico: Gli italiani si preparano all’attacco nella regione dell’Isonzo. Gorizia, Gradisca e Monfalcone sono già sotto il fuoco nemico. Numerose le perdite tra gli italiani, mentre quelle austriache (come di consueto) non sono dichiarate.
“i nostri fratelli fuggono dal mostro nero della guerra…”: La guerra ha sconvolto le campagne friulane “ancor ieri ridenti e ubertose”. Nuovo accorato appello della Luogotenenza a favore dei profughi in fuga: “madri coi bimbi senza culla, coi vecchi desolati e stanchi”.
Servizio postale: La posta recapita solo lettere semplici, da impostare aperte. Si consegnano soltanto i pacchi diretti ai militari e contenenti “oggetti di armamento”, abiti e medicinali.
L’iconografia della guerra: La provvidenza di guerra vende astucci per custodire le cartoline dal fronte, un albo dei canti di guerra dal “valore patriottico e pedagogico”, un gioco a mosaico destinato ai bambini ma anche ai “malati, feriti o convalescenti negli ospedali”, una suora della Croce rossa in porcellana, un crocefisso portatile con custodia... L’iconografia del conflitto è onnipresente nella vita quotidiana.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-11
Anteprima:
Commenti:

Perdite taciute dal Comando supremo italiano: finora non è stata pubblicata in Italia alcuna lista delle perdite, perché non si sarebbe in grado di giustificare il numero considerevole di morti e feriti. Sui declivi del Krn (che verrà conquistato di lì a poco, esattamente il 16 giugno, dagli alpini italiani) giacciono centinaia di cadaveri di Alpini che, a causa dell'intensità dei combattimenti, non si sono potuti recuperare.
Chiamata alla leva per gli uomini dai 43 ai 50 anni: in seguito all'estensione della leva fino al 50° anno d'età, sono obbligati tutti i cittadini austriaci e ungheresi nati negli anni che vanno dal 1865 fino al 1874; sono dispensati, per il momento, i bosno-erzegovesi.
Successi dell'aviatore triestino Gustavo Klasing: figlio di Erminio Klasing, nato il 10 marzo 1884 a Trieste, è l'autore della distruzione del dirigibile italiano "Città di Ferrara". Per questo gesto riceve un telegramma dal Commissario Imperiale della città immediata di Trieste, de Krekich-Strassoldo, che recita: "A nome della Sua città natale, mi felicito di tutto cuore con Lei per il brillante fatto d'armi che costituisce una nuova pagina gloriosa della nostra splendida Marina da guerra" (Gustav Klasing troverà la morte in un incidente il 6 novembre 1916).
Ricerca di sarte da uomo: la Libera Unione dei Sarti di Trieste, trasferitasi a Marburg (l'attuale Maribor), cerca 50 sarte e alcuni sarti disposti a lavorare e a trasferirsi nella città sulla Drava con le proprie macchine da cucire per confezionare divise militari.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-12
Anteprima:
Commenti:

I bagni pubblici di Trieste: viene presentato il prospetto delle somministrazioni di bagni effettuati nel mese di maggio. Nel bagno di via Alessandro Manzoni furono somministrati complessivamente 8367 bagni, di cui 3193 a vasca senza doccia di prima classe e 2846 della stessa tipologia ma di seconda classe; nello stabilimento di via Paolo Veronese 5069 bagni, di cui 1641 a doccia di seconda classe e 1424 con vasca e con doccia di seconda classe.
Via da Trieste: è possibile, considerata l'immediatezza di Trieste con il fronte, lasciare la città dalla Stazione della Ferrovia dello Stato, con treni in partenza alle 7.35 e alle 16.42, direzione Divaccia, da cui si trovano coincidenze per l'entroterra.
Dettagli sulla distruzione del dirigibile "Città di Ferrara": viene definita come la prima vittoria documentata da parte di un aeroplano contro un dirigibile. L'aeroplano "L 48" era riuscito ad abbattere, dopo averlo centrato con una cartuccia incendiaria, uno dei dirigibili più grandi e più forti della flotta aerea italiana, il "Città di Ferrara" appunto, dopo che lo stesso aveva bombardato le città di Fiume e Abbazia. Pare che il dirigibile fosse stato costruito grazie a una sottoscrizione nazionale.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-13
Anteprima:
Commenti:

Onorificenza al generale Mackensen: l'imperatore ha nominato il colonello generale Mackensen secondo proprietario del reggimento degli ussari n. 10, per i meriti acquisiti quale comandante del 11° corpo dell'esercito in Galizia.
Si chiude alle otto di sera: una notificazione del Luogotenente di Trieste, Fries-Skene, dispone che l’orario di chiusura degli esercizi di trattoria e di spaccio di bevande, caffè compresi, sia, per i territori della contea di Gorizia e Gradisca e per buona parte dell'Istria, alle 8 pomeridiane. Restano aperti fino alle 10 di sera gli stessi esercizi operanti nella città immediata di Trieste (escluse le liquorerie) e nel distretto di cura di Abbazia.
I ringraziamenti di Klasing: "prego vossignoria illustrissima di accogliere per le felicitazioni della mia città natìa le mie più cordiali grazie"; così risponde al Commissario Imperiale Krekich-Strassoldo, il tenente di vascello Klasing, in riferimento al telegramma di felicitazioni ricevuto dallo stesso sulla distruzione del dirigibile "Città di Ferrara".

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-14
Anteprima:
Commenti:

Italiani si danno al saccheggio sulla linea del fronte: dopo aver occupato il villaggio di Casotto e averlo cannoneggiato, gli italiani saccheggiano tutto ciò che pare loro di valore, compresa la locanda di tale Luca Sartori, padre di figli disertori e fuggiti in Italia. Viene tirato in ballo lo storiografo Molmenti, autore sul «Corriere della Sera» di un articolo secondo cui la popolazione italiana in Austria si rallegrava della guerra meno di quanto si lasciasse credere in Italia.
Una tessera per il cibo: la Commissione all'approvvigionamento ha deliberato di introdurre la tessera della farina e la tessera per l'acquisto di altri viveri, pur sottolinenando la libertà dei cittadini di acquistare viveri dovunque torni più comodo. Per ottenere la tessera occorre far domanda presso l'Assistenza Pubblica.
Bollettino sanitario: dal pomeriggio del 5 giugno al pomeriggio del 12 giugno nel comune di Trieste si sono avuti 2 casi di scarlattina, 4 di difterite e 8 di febbre tifoide. Non c'è stato nessun decesso.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-15
Anteprima:
Commenti:

Deputati del Tirolo meridionale manifestano il loro attaccamento alla casa imperiale: i deputati del sud Tirolo deplorano il governo italiano che, lasciatosi trascinare nel conflitto dalla massoneria, sotto il falso pretesto della redenzione (mai richiesta dal popolo del sud Tirolo, semmai apertamente osteggiata), conducono una guerra priva di ogni fondamento morale.
La situazione nell'ospedale infantile "Burlo Garofalo": su un totale di 163 ammalati nel mese di maggio, uscirono dal nosocomio 81 bambini di cui 48 guariti, 10 migliorati, 15 non guariti e 8 morti. Le presenze nell'ambulanza (ambulatorio) furono, per lo stesso mese, 787.
Chiude il Bagno di Via Manzoni: a causa della scarsa frequentazione chiude il bagno popolare di Via Alessandro Manzoni. La Direzione approfitterà della chiusura per effettuare le necessarie riparazioni e restauri. Resta aperto quello di Via Paolo Veronese, che ha prezzi molto bassi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-16
Anteprima:
Commenti:

Scioglimento di Società: tra le varie società sciolte, che si occupano in particolare di educazione fisica e lettere, figura anche la gloriosa Società Ginnastica Triestina.
Dissensi serbo-montenegrini: a causa delle mire espansionistiche serbe sull'Albania, i montenegrini hanno fatto sapere ai loro alleati nella guerra comune contro l'Austria-Ungheria che, qualora i Serbi marciassero contro la città albanese di Scutari, si sarebbero uniti alle forze albanesi.
L'Università di Vienna onora i suoi caduti: il senato accademico dell'ateneo viennese, dopo aver espresso alle famiglie degli studenti caduti il desiderio di essere messo a conoscenza della morte e dei particolari in cui essa è sopraggiunta, si è occupato della questione del monumento agli universitari caduti in guerra, che dovrebbe sorgere nel cortile delle Arcate, accanto al monumento al conte Thun.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-17
Anteprima:
Commenti:

L'Albania chiede l'intervento dell'Italia: «Il Giornale d'Italia» riferisce che le truppe montenegrine hanno occupato punti della sponda albanese del fiume Bojana e del piccolo e grande Tarabosch. Un piroscafo armato è in posizione di battaglia di fronte a Scutari (il cui lago è per buona parte diviso dalla frontiera montenegrino-albanese). In virtù di questi movimenti e della minaccia alla città lacustre gli albanesi chiedono al console italiano di occupare San Giovanni di Medua, Alessio e la stessa Scutari (si tenga presente che la regina d'Italia, Jelena, è figlia del sovrano montenegrino).
Vittoria di Venizelos: con 193 deputati su 316 Venizelos vince le elezioni in Grecia.
Corrispondenza privata "un po' meno" privata: dal 14 giugno tutte le corrispondenze private devono esser lasciate aperte nell’intero distretto della Direzione delle poste e telegrafi di Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-18
Anteprima:
Commenti:

Grande penuria di latte a Trieste: la Commissione all'approvigionamento è riuscita ad ottenere grandi quantità di latte condensato, che sarà messo in vendita presso le cooperative di consumo a 1,20 corone a vasetto. La stessa Commissione metterà in vendita baccalà bagnato di primissima qualità in Piazza Giuliani [attuale Piazza Puecher], Piazza del Perugino e nella Pescheria centrale al prezzo di 1,28 corone al chilogrammo.
Iscrizione alla civica scuola reale superiore di via dell'Acquedotto: nei giorni 23 e 24 giugno ci si potrà iscrivere alla prima classe (la tassa d'iscrizione è di 4 corone più il contributo alla biblioteca di una corona). La linea di delimitazione del rione assegnato a questa scuola comprende via D'Azeglio, piazza Goldoni, via Pellico, via del Monte, via degli Artisti, via delle Beccherie, via Malcanton, Capo di Piazza al Mare.
Restrizioni alla navigazione e alla pesca: circolare dell'imperial regio Governo marittimo il quale comunica che la navigazione e la pesca marittima sono permesse dal sorgere al tramontare del sole in determinate zone di mare. Le barche da pesca non dovranno avere a bordo che due remi più uno di riserva e non dovranno avere a bordo una vela. Gli eventuali contravventori verranno sospettati di spionaggio  e i loro natanti saranno distrutti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-19
Anteprima:
Commenti:

Vietati gli stampati periodici italiani: l'ordinanza dei Ministeri dell'interno e della giustizia del 23 maggio 1915 tra le disposizioni vieta la vendita e diffusione degli stampati periodici usciti in Italia, la loro traduzione, la loro importazione. Per gli stampati non periodici prima della loro consegna vanno controllati dalla polizia.
Si obbliga ad accettare carta monetaria: gran parte dei macellai triestini si rifiuta di accettare pagamenti effettuati con carta monetaria emessa dalla Banca Austro-Ungarica, accettando solo moneta metallica. In alcuni casi gli stessi macellai espongono cartelli in cui si chiede il pagamento in moneta sonante. L'ordinanza ministeriale obbliga invece all'accettazione di tale forma di pagamento che se non accettata può portare a multe fino a 200 corone e all'arresto fino a 14 giorni.
Distribuzione di farina: 415 sacchi di farina da polenta sono distribuiti nei seguenti posti: Pescheria, al Castello, piazza Ponterosso, scuola Kandler, via San Zaccaria, scuola Parini, scuola Donadoni, scuola di Via dell'Istria, scuola di Servola, scuola di San Giovanni, vicolo San Fortunato a Barcola. E' vietato portare con sé in bambini.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-20
Anteprima:
Commenti:

Attacco navale austriaco: il 17 e 18 giugno numerosi incrociatori e torpediniere dell'imperial regia Marina effettuarono un'incursione sulla costa italiana fino a Fano, cannoneggiando alcuni ponti ferroviari a Rimini, sul fiume Metauro e sul fiume Arzila. Fu pure affondato un piroscafo italiano. Tutte le unità rientrarono incolumi.
Onorificenza per Klasing e Horthy: l'imperatore ha conferito l'Ordine della Corona ferrea di III classe con la decorazione di guerra al comandante dell'incrociatore "Novara", il capitano di vascello Horthy e all'aviatore tenente di vascello Klasing.
Movimento demografico di Trieste: dal 6 al 12 giugno si sono unite in matrimonio 8 coppie, sono nati 36 maschi e 35 femmine e sono morte 95 persone (di cui 43 maschi e 52 femmine): di questi 23 bambini fino a 5 anni d'età. L'anno prima nella settimana corrispondente i nati erano stati 34 e i morti 61.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-21
Anteprima:
Commenti:

Doni per l'esercito dalle dame triestine: la baronessa Lucia de Fries-Skene si assume il compito di far pervenire alle truppe combattenti sul fronte italiano i doni acquistati dal Comitato di Signore di Trieste. Tra i compiti del comitato anche quello di raccogliere le offerte, quali sigarette, sigari, tabacco, pipe, fiammiferi, accendini, pastiglie per limonata, saponi, fazzoletti, biancheria e quant'altro possa servire ai soldati sul fronte.
Congedi ed esenzioni per il raccolto agricolo: tenuto conto dell'importanza del raccolto per l'economia dell'Impero, vengono concessi congedi ed esenzioni per militari in certe condizioni, ovvero che siano agricoltori o operai agricoli, o che siano convalescenti o che agiscano nel retroterra o come sorveglianti di teste di ponte. Le concessioni non vengono fatte per lavori in territori teatro di guerra.
Una cartolina illustra il tradimento italiano: una mano sinistra corazzata, stendendosi al di là dell'Adriatico, trattiene il braccio che dall'Italia vorrebbe vibrare il pugnale contro il Tirolo. Una sola mano basta per trattenere il traditore perché la destra è impegnata in Galizia. Questa la descrizione della nuova cartolina in vendita a 15 centesimi.
Inserzione pubblicitaria della filiale di Trieste Banca Anglo-Austriaca: i due Paesi sono in guerra ma ciò non impedisce alla banca di conservare la sua originaria denominazione.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-22
Anteprima:
Commenti:

Gli italiani non trasportano i loro morti: "indosso a un soldato caduto si è trovato l'ordine del giorno riservato n. 1939 dell'8 giugno del Comando di zona nella Carnia, con il quale i Comandi subordinati sono informati che per "ragioni d'ordine morale ben comprensibili" il Governo italiano ha proibito assolutamente ogni rimpatrio di cadaveri di caduti italiani nell'interno del Regno": così dal Quartiere di guerra di Vienna.
Elefanti e rinoceronti in guerra: un ufficiale italiano, a detta del «Giornale d'Italia», propone di inviare al fronte gli elefanti e i rinoceronti dello zoo di Roma per sfondare i reticolati metallici.
Un giornale greco contro gli italiani: il giornale «Esperini» scrive che si festeggerà il giorno della presa di Milano da parte degli austriaci, perché tutti i greci capiscano che gli italiani sono nemici dell'ellenismo e i più pericolosi.
Il "dominio" austro-ungarico nell'Adriatico: la stampa italiana mette in secondo piano gli attacchi della flotta imperial-regia alle coste italiane (in realtà la flotta austro-ungarica è bloccato proprio nell'Adriatico, all'altezza del Canale di Otranto, dal blocco navale impostole dalle flotte dell'Intesa), in un mare, l'Adriatico in cui le flotte italiana, inglese e francese pare non esistano (la stessa Italia agirà contro il naviglio nemico principalmente attraverso azioni di sabotaggio con incursori).

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-23
Anteprima:
Commenti:

La "riconquista" di Leopoli: dopo aspri combattimenti è stata riconquistata la capitale della Galizia, la città di Leopoli, dalle truppe comandate dall'arciduca Federico. Giunte le felicitazione del kaiser Guglielmo. Ampia eco della stampa in Europa, dall'inglese «Times» al danese «Politiken».
Fucilazioni sommarie di austriaci in Italia: a detta de «L'Avanti» è imminente la fucilazione di sudditi dell'impero, colpevoli di esser state colte in possesso di armi, nelle città di Verona e Venezia. Le città giuliane di Monfalcone, Grado, Cormons e Caporetto non hanno accolto i liberatori italiani. In alcuni casi vi sono state delle fucilazioni.
Approvvigionamenti per Trieste e il Litorale: nel pomeriggio viene messa in vendita una partita di farina gialla.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-24
Anteprima:
Commenti:

A Trieste si festeggia la presa di Leopoli: dalle finestre delle case, dai balconi è uno sventolare di fazzoletti e bandierine. La banda della Società dei veterani, seguita da una folla cantante inni patriottici, dopo aver sostato in Piazza Grande [attuale Piazza dell'Unità d'Italia], e dopo aver percorso le principali vie cittadine, quali la riva Carciotti, piazza Ponterosso, via delle Poste, via Ghega e via Carducci, giunge davanti alla Caserma grande (attualmente occupata dal memoriale a Oberdan, dal Museo del risorgimento e dalla sede del Consiglio regionale del FVG), prima di rientrare per via dell'Acquedotto (attuale viale XX Settembre) alla sua sede in via dei Gelsi.
Ridotte le imposte sull’alcol: La «Wiener Zeitung» pubblica un'ordinanza ministeriale che riduce l'imposta sullo spirito fino a luglio, perché con la guerra la produzione si è notevolmente ridotta.
Sottoscrizione per un nuovo sottomarino: la Lega navale austriaca, attraverso le pagine del suo periodico «Die Flagge», presenta un appello alla sottoscrizione per un nuovo mezzo subacqueo. Tenuto conto dei brillanti risultati della flotta, tra cui l'affondamento di un sottomarino italiano da parte di uno battente bandiera austro-ungarica, l'eco dell'iniziativa sarà notevole. Anche l'«Osservatore triestino» si rende partecipe dell'iniziativa.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-25
Anteprima:
Commenti:

Vessazione contro la popolazione da parte di truppe italiane: a Brentonico una compagnia italiane ha tratto in ostaggio il capocomune (sindaco?) e qualche altro abitante. Intanto l'efficacia dei mortai pesanti austro-ungarici viene descritta come il terrore degli italiani.
Fucilazioni sommarie ordinate dal generale Frugoni: un ordine del giorno pubblicato su «La Tribuna» avverte che sarà fucilato chiunque si metterà in relazione con il nemico. Le case segnalate verranno rase al suolo. Tutti coloro che si opporranno all'esercito saranno passati per le armi.
San Marino sotto l'ala italiana: «Il Corriere della Sera» pubblica un manifesto del governo della Serenissima Repubblica di San Marino, nel quale viene annunciato che la Repubblica sposa la causa italiana. 200 giovani sanmarinesi entrano nell'esercito italiano come volontari.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-26
Anteprima:
Commenti:

Bottini di guerra: una disposizione del governo italiano avvisa che ogni qualvolta avverranno bombardamenti nemici su città, porti e infrastrutture italiane, portando alla distruzione di naviglio non armato, in contravvenzione agli accordi di guerra, i cittadini e i sudditi italiani potranno essere ricompensati dal governo italiano tramite il sequestro di navi mercantili nemiche e delle merci imbarcate. A tal proposito esiste una Commissione delle prede. Fanno eccezione le imbarcazioni di cittadini italiani nati nell'Impero.
Doni per i giovani tiratori triestini: il Commissario Imperiale è intenzionato a recarsi sull'altopiano per portare ai giovani tiratori triestini i doni raccolti in gran numero in città.
Dopo i "deplorevoli eccessi", invito all’ordine ma anche alla tolleranza: per il decoro della città di Trieste, "città gentile per eccellenza", ci si appella al buon senso dei cittadini. Alcuni di loro, dopo gli attacchi alla popolazione di origine italiana avvenuti un mese prima (subito dopo l'entrata in guerra dell'Italia al fianco dell'Intesa), applicarono ai loro negozi o abitazioni cartelli con la scritta "suddito austriaco" oppure "suddito ungherese". Si chiede di rimuovere tali scritte.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-27
Anteprima:
Commenti:

Italiani in difficoltà in Tripolitania: l'Agenzia Stefani informa che gli italiani sono alle prese con i Senussi, si aggravano così le problematiche emerse già lo scorso aprile con il tradimento degli indigeni militarizzati (ascari). La situazione in Cirenaica è, invece, eccellente.
Malversazioni italiane nelle isole dell'Egeo: gli italiani praticano sistematicamente l'italianizzazione delle isole egee (del Dodecaneso) con la conseguente estirpazione dell'elemento ellenico.
Si celebra la vittoria di Leopoli nelle chiese delle "nazioni" triestine: dalla basilica di san Giusto al tempio israelitico di via san Francesco (con un patriottico discorso del rabbino maggiore Prof. I. P. H. Hayes), dalla chiesa evangelica augustana alla chiesa greco-orientale di san Nicolò, fino alla chiesa serbo-ortodossa intitolata a san Spiridione (e nonostante la Serbia sia alleata della Russia e in guerra con l'Austria-Ungheria) è un tripudio di festeggiamenti per la riconquista di Leopoli.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-28
Anteprima:
Commenti:

Malattie contagiose a Trieste: dalle 2 del pomeriggio del 19 giugno alla stessa ora del 26 giugno ci sono stati un caso di scarlattina, 9 di difterite e croup, 5 di febbre tifoidea. Nessun decesso.
Messa in suffragio dell'Arciduca Francesco Ferdinando nella chiesa dei serbi di Trieste: alle 11 si terrà un solenne ufficio funebre in suffragio dell'arciduca e della sua consorte (occorre ricordare che la Serbia è in guerra con l'Impero e l'assassino dell'erede al trono è il serbo Gavrilo Princip).
Italiani si "affacciano" a Monfalcone: sul canale di Monfalcone, a sud di Sagrado, e sul fronte dell'Isonzo gli italiani vengono respinti. Un sottomarino austriaco ha, inoltre, silurato e affondato una torpediniera italiana nell'Adriatico.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-29
Anteprima:
Commenti:

Mille automobili USA per il fronte russo: il catanese «Giornale di Sicilia» informa che gli Stati Uniti hanno fornito alla Russia mille automobili per il trasporto viveri da Arcangelsk al fronte russo.
Primo anniversario della morte di Francesco Ferdinando e della consorte Sofia: a Schonbrunn è stata celebrata una messa funebre bassa in suffragio dei due defunti, a cui ha partecipato un commosso imperatore (che osteggiò il matrimonio con Sofia, non partecipandovi ed escludendo i figli della coppia dalla successione al trono).
Atrocità commesse da soldati russi: a nord di Czernowitz due soldati austriaci feriti vennero soccorsi dalla popolazione locale, portandoli in un fienile. Quando i russi scoprirono i due militari, diedero fuoco al fienile e spararono sulla popolazione che cercava di spegnere l'incendio. Andarono via solo dopo la completa distruzione del fienile e la conseguente carbonizzazione dei due soldati.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-06-30
Anteprima:
Commenti:

Ripresa del servizio di pacchi postali per Pola: la Camera di Commercio e Industria di Trieste comunica la ripresa del servizio di pacchi postali da 5 kg tra Trieste e Pola, con il divieto di allegare comunicazioni scritte.
Terremoto a Terni: due fortissime scosse di terremoto hanno causato l'uscita in strada degli abitanti di Terni. La presenza in loco di una tra le più importanti fabbriche di armi e di una grande acciaieria fa sì che non trapelino notizie dei danni alle strutture produttive.
Dichiarazioni di prigionieri e disertori "regnicoli": parecchi prigionieri e disertori italiani hanno deposto dicendo che gli ufficiali li mettono in guardia dal lasciarsi far prigionieri, affermando che gli austriaci maltrattano, fucilano e impiccano. Tutto questo per scoraggiare le diserzioni. Tali affermazioni cozzano con quelle della stampa italiana, che parla di morale eccellente dell'esercito italiano.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Chiara Artico e Luigi Putignano
Data:
1915-07-01
Anteprima:
Commenti:

Conrgratulazioni per la liberazione di Leopoli: Il comandante in capo arciduca Federico si congratula con il luogotenente in Galizia per la liberazione di Leopoli. Viene riportato il testo del telegramma dell’imperatore Francesco Giuseppe in risposta alla relazione inviata dall’arciduca subito dopo la sua visita alla città conquistata.
Doni per i soldati al fronte: Il Comitato di Signore di Trieste annuncia il brillante successo dell’invio di doni ai soldati al fronte. Si sollecitano le donne triestine a continuare nell’offerta di doni. In particolare sono graditi generi per fumatori come sigari, sigarette, tabacco da pipa ma anche acque minerali e vini.
Evasione dei prigionieri di guerra dai campi di concentramento: Si intima alla popolazione di non dare aiuto agli evasi e si invita a collaborare per il loro arresto. E’ pure vietato vendere o regalare vestiti borghesi ai prigionieri.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-02
Anteprima:
Commenti:

Teatro di guerra con l’Italia: Attacco generale della fanteria italiana nella zona di Doberdò, sul fronte Sagrado - Monte Cosich respinto dal contrattacco della fanteria austriaca. Alla fine delle operazioni le falde del monte Cosich sono disseminate di cadaveri di soldati italiani.
Regolazione del consumo di cereali e di prodotti del macinato: La nuova ordinanza dispone il quantitativo di cereali e di macinati che possono essere consumati giornalmente dal personale direttamente impegnato nel raccolto, dagli imprenditori agricoli e dagli operai adibiti a lavori pesanti anche se non nel settore agricolo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-03
Anteprima:
Commenti:

La guerra contro la Russia: Dopo accaniti combattimenti le truppe alleate hanno cacciato i russi dalla loro posizione di Gniia Lipa presso Firlejov, subendo gravi perdite. In questi combattimenti si fecero 7765 prigionieri. Nella Polonia russa le truppe alleate combattono fra la Vistola e il Bug. In nottata il nemico fu costretto alla fuga e fu conquistata Josefov sulla Vistola.
Contro attacchi dei sottomarini germanici
: Si riporta una nota dell’”Associated Presse” secondo la quale il Governo degli Stati Uniti comunica all’Ufficio germanico della Marina il movimento dei piroscafi passeggeri, per precauzione contro attacchi dei sottomarini germanici.
Anniversario della morte dell’arciduca Francesco Ferdinando: Nella chiesa nazionale italiana a Vienna è stato celebrato un solenne ufficio funebre in suffragio dell’arciduca Francesco Ferdinando e della duchessa Sofia. Assistettero al rito numerosi cittadini provenienti da Gorizia e dal Tirolo meridionale, che manifestarono la loro fedeltà all’imperatore ed alla Monarchia austro-ungarica.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-04
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: Nuova disfatta dagli italiani suo fronte del Litorale. Un attacco sferrato da due divisioni di fanteria contro il settore del pianoro di Doberdò è respinto dalla truppe austriache con gravi perdite del nemico. Attacchi respinti anche contro la testa di ponte di Gorizia sul lato sud-ovest del Monte Sabotino.
Sui mari: Piroscafo da pesca belga recupera 5 scialuppe cariche di marinai della nave “Armenia” silurata da sottomarino tedesco. Alcuni colpi di cannone centravano la nave uccidendo parecchi marinai, e provocando gravi danni. Dopo inutile resistenza il capitano dell’”Armenia” è costretto alla resa.
La raccolta dei metalli: Prosegue l’offerta di metallo da parte di enti e privati cittadini (segue l’elenco dei donatori). Fra gli oggetti offerti anche tre vasche da bagno che saranno destinate all’ospedale dei feriti di Adelsberg.
Soccorso disoccupati e indigenti: Nella settimana fra il 21 e il 27 giugno furono forniti 2738 pranzi e 2659 cene a cittadini disoccupati. Alle famiglie di indigenti, richiamati e profughi furono elargiti 3741 assegni in denaro.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-05
Anteprima:
Commenti:

Dichiarazioni dell’arciduca Carlo Francesco Giuseppe: Intervistato da un giornalista americano l’arciduca dichiara che l’Austria-Ungheria è scevra da ogni responsabilità per il conflitto in atto. Se non ci fossero state interferenze esterne la trattativa con la Serbia si sarebbe conclusa e la guerra non sarebbe scoppiata. Il fine dell’Austria rimane una pace onorevole e duratura.
Guerra sui mari: Affondamento da parte di sottomarini germanici di mercantili italiani, belgi, norvegesi ed inglesi.
Affondamento del “Lusitania”: Prosegue a Londra l’inchiesta sull’affondamento del “Lusitania”. Secondo un testimone l’esplosione a bordo della nave passeggeri prima di inabissarsi indica che vi erano imbarcati dei materiali esplosivi. Lo stesso teste lamenta l’inadeguatezza delle scialuppe di salvataggio.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-06
Anteprima:
Commenti:

Atrocità russe: La città di Sadragora fu saccheggiata e totalmente distrutta dai soldati russi, fra l’indifferenza degli ufficiali. Quasi tutti i cittadini ebrei ed alcuni contadini furono deportati in Russia. Maltrattamenti e violenze verso i prigionieri Ebrei, distruzione di rotoli della Thorà e devastazione delle sinagoghe.
Palle mozzate: Prigionieri russi confessano che, per ordine degli ufficiali, i soldati utilizzano proiettili spuntati per produrre ferite più gravi.
Accuse al re d’Italia: Circoli diplomatici dell’Aja rivelano l’esistenza di un carteggio personale di Vittorio Emanuele relativo a trattative con Inghilterra, Russia e Francia prima dell’intesa con l’Austria-Ungheria, rendendo vana la missione di Giolitti.
Cambio nomi di vie e piazze: A Trieste, su disposizione del Commissario imperiale viene ripristinata la vecchia toponomastica di alcune vie e piazze (ad esempio via Carintia invece di via Torre Bianca o via Dobler invece di via Gatteri). Segue la lista completa dei nomi delle strade.
Funghi quale alimento: Il Ministero dell’agricoltura considerato l’alto valore nutritivo dei funghi e viste le straordinarie condizioni presenti, invita la popolazione ad adoperarsi alla raccolta di questo alimento e fa appello ai proprietari  di terreni boschivi perché non ostacolino tale pratica.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-07
Anteprima:
Commenti:

Notizie varie dai paesi in guerra
Roma. Un decreto reale consente di imporre a tutte le fabbriche private di intraprendere e intensificare la produzione di munizioni e ogni altra attrezzatura utile allo sforzo bellico; il materiale prodotto sarà fornito al prezzo fissato dall’Amministrazione militare.
Parigi. La stampa prepara il pubblico a una nuova campagna invernale. Servirà ancora molto tempo per mettere a punto i mezzi di lotta per sconfiggere la Germania.
Dunkerque. Un’agenzia di stampa riferisce che sulla porta di alcune case sono state applicate bandierine rosse per indicare i luoghi di rifugio in caso di bombardamento.
Costantinopoli. Prigionieri francesi dell’incrociatore “Dupleix” sostengono di aver preso parte alla guerra per istigazione dell’Inghilterra.
Zagabria. La dieta approva un disegno di legge riguardo alla responsabilità patrimoniale dei colpevoli di alto tradimento.
Disposizioni in caso di incursioni aeree: Considerato il ripetersi di incursioni aeree si ribadisce l’ordinanza di tenere oscurate le finestre delle case in tutta la città. Severe sanzioni per i contravventori. S’invita la popolazione ad astenersi da grida o esclamazioni all’apparire di aerei nemici.
Ricoveri in ospedale a Trieste: La Direzione del nosocomio lamenta l’abitudine diffusa di presentarsi in ospedale nelle ore serali per farsi ricoverare. La mancanza di medici e personale subalterno impone di procedere ai ricoveri al mattino e nelle prime ore pomeridiane, riservando le ore serali ai soli casi urgenti, accidentali o che richiedano il pronto intervento chirurgico.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-08
Anteprima:
Commenti:

Ordine di scioglimento di associazioni: Per ordine della Luogotenenza sono state sciolte numerose associazioni e circoli cittadini di matrice chiaramente italiana, fra cui spiccano la “Associazione della stampa italiana”, l’“Associazione Patria”, il “Circolo artistico triestino”, la ”Associazione Edera” la “Società canottieri Nettuno”. Segue l’elenco completo.
Roma. Nomina di un ministro di origine triestina: Il presidente del Consiglio Salandra offre la carica di ministro al deputato triestino Barzillai, non quale esponente dell’estrema sinistra ma quale rappresentante della ”Terra Irredenta”.
A Londra interrogazione su internati e deportati: Il rappresentante del governo, rispondendo ad un’interrogazione alla Camera dei Comuni, informa che dal 30 maggio sono stati internati 7144 stranieri nemici, mentre 480 sono stati deportati o rimpatriati. Il numero totale degli internati ammonta a 26.713.
Maturità nelle Scuole di Stato: Considerata l’impossibilità di un regolare svolgimento dell’insegnamento nelle Scuole medie di Stato, gli allievi possono richiedere l’attestato annuale. Ai candidati agli esami di maturità verrà condonato l’esame orale e verrà rilasciato l’attestato di maturità su decisione della Commissione d’Esame.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-09
Anteprima:
Commenti:

Affondamento di un incrociatore italiano: Tre diverse agenzie trasmettono la notizia del siluramento di un incrociatore nell’adriatico settentrionale. Da Vienna viene comunicato che si tratta di un incrociatore corazzato del tipo “Amalfi”. Lo Stato Maggiore italiano riferisce l’eroico comportamento dell’equipaggio e del suo comandante, specificando che quasi la totalità dei marinai fu tratta in salvo dai mezzi di soccorso italiani intervenuti. Il giornale “Il Secolo” da Venezia: intervennero prontamente 2 navi ospedale che trassero in salvo i feriti; 180 uomini dell’equipaggio annegarono.
Ordine di oscuramento: Visto che nonostante i ripetuti appelli alcuni cittadini ignorano l’ordine di tenere oscurate di sera porte e finestre, il Comando di stazione di Trieste notifica che le finestre non sufficientemente oscurate dopo le 10 di sera verranno prese a fucilate dalle pattuglie.
Le campane di Santo Stefano: L’annuncio che le campane della cattedrale di Santo Stefano a Vienna verranno destinate alla raccolta di metalli per gli scopi bellici suscita la replica dell’arcivescovo, cardinale Piffi, che asserisce di non aver mai pensato a tale soluzione.
Stampe di cui viene proibita la diffusione: Dal foglio ufficiale della “Wiener Zeitung” n. 154 vengono segnalati alcuni stampati di cui è stata proibita la diffusione; tra questi un libro di preghiera ebraico edito dalla Libreria Umkraut &Freund.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-10
Anteprima:
Commenti:

Propaganda italiana: Comunicati ufficiali di parte italiana: “Nel Tirolo - Trentino il nemico tenta un attacco alla forcella di Col di Mezzo (3 cime di Lavaredo) ma viene respinto ed abbandona sul campo prigionieri, armi e munizioni. In Carnia, attacco ai trinceramenti sul lato occidentale del Gran Pal viene respinto; il nemico subisce gravi perdite e lascia sul campo armi e scudi di difesa per la fanteria. Nel settore dell’Isonzo testimonianze di prigionieri confermano l’uso di mezzi di lotta non permessi, da parte degli austriaci. Fra le astuzie adottate c’è quella di mandare avanti soldati con le mani alzate come volessero arrendersi, per poi gettarsi a terra e lasciare campo libero ai tiratori alle loro spalle”. Tali versioni sono respinte dal Comando austriaco che le attribuisce a una tecnica di denigrazione del Comando italiano per mascherare il successo degli attacchi dell’esercito imperiale.
Acquisto di viveri da parte di forestieri: La Luogotenenza di Trieste ha rilevato la presenza di persone che commerciano in bestiame e generi alimentari acquistati presso la popolazione nel circondario del comando di tappa per rivenderlo all’interno. Tale pratica pregiudica i rifornimenti alla popolazione in prima linea e causa l’aumento dei prezzi. Si fa divieto di vendere a tali persone; i trasgressori saranno puniti con ammende pecuniarie ed arresto.
Raccolta di cannocchiali: Continua copiosa l’offerta di cannocchiali e binocoli per le truppe combattenti. L’industria ottica austro-ungarica e germanica non è in grado di soddisfare tutto il fabbisogno dei combattenti su tre fronti, occorre perciò la cessione di tali strumenti da parte dei cittadini. A ogni oblatore verrà consegnato un buono per richiedere, ove possibile, la restituzione a guerra finita.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-11
Anteprima:
Commenti:

Dall’Italia: “L’Avanti” rileva che le condizioni delle classi meno abbienti in Austria sono di gran lunga migliori che in Italia. Nota critica del giornale socialista sulla “cosiddetta redenzione” intrapresa dall’Italia.
Apparati moschicide: L’ufficio di soccorso del Ministero dell’Interno mette in vendita apparati “pigliamosche”, sistema Swapp al prezzo di 10 centesimi. Oltre al beneficio economico per il Ministero, in tempo di guerra, si rileva l’importanza per la salute pubblica derivante dall’eliminazione di questo potenziale portatore di infezioni.
Esonero dal saluto: Non meglio specificati circoli signorili di Vienna hanno messo in vendita al prezzo di 2 corone un distintivo speciale, che esonera chi lo porta dal togliersi il cappello in segno di ossequio e autorizza a limitarsi al saluto militare. Il distintivo può essere portato appuntato al cappello o all’occhiello della giacca. Il ricavato andrà a beneficio dei fondi di soccorso in guerra.
Inno all’imperatore: “Sempre avanti Asburgo” è il titolo di un inno scritto da Carlo Mioni e musicato dal maestro Luciano Caser. L’inno è stato presentato all’i.r. luogotenente, barone Alfredo Fries-Skene, per l’inoltro alla Cancelleria del Gabinetto. Segue la descrizione della copia originale lavorata a mano che sarà donata a sua maestà l’imperatore.
Diffida a maestri e professori (n. VI - 660/1 - 15): Viene riportato un cospicuo elenco di professori e maestri comunali sottoposti a procedura disciplinare e si ordina loro di riprendere, entro i termini fissati, il servizio. In caso di mancata ottemperanza alla disposizione, saranno licenziati.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-12
Anteprima:
Commenti:

[Si può desumere dai primi due articoli che, parallelamente agli eventi bellici, fosse in atto una guerra di informazioni finalizzata ad influenzare la cittadinanza mettendo in cattiva luce il nemico]
Atrocità italiane: Comunicato del Quartiere di guerra della stampa in cui si denunciano atti di abusi commessi dai soldati italiani. 200 bersaglieri ciclisti sequestrarono il parroco e il sindaco di San Lorenzo del Friuli e con minacce e violenze estorsero informazioni sulle posizioni delle truppe austriache. Le due vittime, assieme ad altri 20 cittadini, vennero tradotte a Udine. Alcuni giorni dopo la cittadina venne rioccupata dagli austriaci e la popolazione unanime dichiara che gli italiani si comportarono da barbari incivili in una terra che sostengono di voler redimere.
Smentita a comunicato ufficiale italiano: una nota del Quartiere di guerra della stampa smentisce un comunicato ufficiale italiano del 7 luglio in cui si sosteneva di aver respinto, infliggendo gravi perdite, un attacco nella valle di Daone a Passo di Campo. In realtà si è trattato di un attacco a sorpresa operato dalle truppe imperiali, che provocarono al nemico gravi perdite (stimate in 50-60 morti, 120 feriti gravi e 30 leggeri, più la perdita di 45 animali da soma).
Informazioni sui prigionieri: il disbrigo dello smistamento della corrispondenza con i prigionieri di guerra è svolto unicamente e gratuitamente dall’Ufficio d’informazioni per i prigionieri di guerra. Vi sono però, agenzie dell’interno e dell’estero che, millantando relazioni particolari, offrono i loro servigi al pubblico a costi spropositati. La cittadinanza è messa in guardia contro tali agenzie incontrollabili.
Festa patriottica: una festa dal sapore patriottico si svolse nella palestra della i.r. Scuola reale dello Stato in via Pasquale Besenghi. La festa, voluta dagli allievi del corso feriale, volle affermare nel nome di Trieste l’attaccamento alla casa d’Austria. Gli allievi si esibirono alla presenza delle autorità civili e scolastiche in canti e declamarono discorsi dedicati ai combattenti e a quanti partecipano alla comune lotta.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-13
Anteprima:
Commenti:

Libro rosso austro-ungarico: Il Ministero della guerra pubblica un libro rosso sui rapporti diplomatici con l’Italia nei mesi precedenti all’entrata in guerra della stessa, da cui risulta che il ministro degli esteri italiano Sonnino ha mentito al re ed ai ministri sulle reali offerte da parte dell’Austria. Anche lo Stato maggiore, mal informato dall’addetto militare a Vienna, avrebbe sottovalutato le reali difficoltà di una guerra contro l’Austria.
Quietanze per acquisti delle truppe: Un’ordinanza del Comando di divisione stabilisce che gli acquisti fino a 300 corone effettuati dalle truppe dovranno essere pagati in contanti. Per gli acquisti di importo superiore verranno rilasciate quietanze su moduli numerati. Altre quietanze scritte su fogli di carta non verranno accolti e liquidati.
Cartolina illustrata “Il tradimento dell’Italia”: È stata messa in vendita a cent. 12 una cartolina illustrata sul tradimento dell’Italia, in seguito alla sua entrata in guerra. Ugualmente è stato coniato e messo in commercio un distintivo il cui contenuto sottolinea l’aggressione compiuta dall’ex alleato.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-14
Anteprima:
Commenti:

Violazione di norme internazionali: Una pattuglia della sanità viene bersagliata sulla breccia della Marmolada mentre cerca di soccorrere un ferito: mentre stava attraversando un campo nevoso, nonostante un portantino sventolasse la bandiera della sanità, contro la pattuglia veniva aperto il fuoco. Nella ritirata un portatore rimaneva ferito.
Commissione a difesa dei diritti umani: A Losanna si è costituita una Commissione permanente internazionale per la difesa degli interessi dell’umanità. Hanno annunziato la loro adesione delegati di 40 federazioni di vari paesi. Si è discusso del pericolo di annessione di qualche paese contro la volontà dei suoi abitanti e la Commissione si pronunciò contro l’annessione del Belgio alla Germania e della Dalmazia all’Italia. Fu elevata una protesta contro l’aspro trattamento della popolazione israelita da parte del Governo russo.
Opera letteraria per gli eroi di guerra: È in corso di preparazione un volume monumentale in cui verranno ricordati i soldati austro-ungarici che hanno ottenuto ordini e insegne d’onore per atti eroici. I ritratti di feriti e caduti insigniti di onorificenze saranno inseriti in detto volume con i dati che li riguardano. Ufficiali e soldati decorati saranno fotografati gratuitamente presso lo studio fotografico di corte. Numerosi eminenti artisti e scrittori della monarchia hanno fornito il loro contributo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-15
Anteprima:
Commenti:

La fedeltà dei tirolesi: Gli elettori dei distretti in cui sono stati eletti i rappresentanti di lingua italiana Conci, Gentilli e De Gaspari (o De Gasperi?) si associano pubblicamente alla manifestazione di fedeltà espressa da altri deputati. Dichiarano solennemente di non volerne sapere di alcuna “redenzione” e di rimanere sudditi fedeli della Casa imperiale d’Asburgo.
Appello dell’Austria alla neutralità degli Stati Uniti: Il Ministro degli esteri austriaco fa appello con una nota rivolta al Governo degli Stati Uniti affinché riveda il concetto di “neutralità” così come interpretato fin ora da quel paese. Infatti, mentre vengono forniti materiali bellici ai nemici di Austria e Germania, queste sono escluse dai traffici commerciali pur in assenza di un blocco vero e proprio, favorendo così il disegno dei nemici di affamare gli avversari.
Maturità al Liceo Femminile di Trieste: Agli esami di maturità magistrale si presentarono 16 candidate. Tutte furono dichiarate mature; tre superarono gli esami con distinzione. Alla maturità liceale su 20 candidate, tutte promosse, ben 7 superarono la prova con distinzione.
Lavoro coatto dei prigionieri di guerra: Il Ministero dell’interno si è espresso in merito ai dubbi avanzati da più parti sugli obblighi assicurativi nei confronti dei prigionieri di guerra impiegati in lavori industriali. Gli stessi, secondo il ministro, non sono equiparabili agli operai comuni quindi non godono del diritto di assicurazione contro gli infortuni e la malattia.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-16
Anteprima:
Commenti:

Colletta a favore dell’esercito: In Germania, per solennizzare l’anniversario dello scoppio della guerra, viene promossa una raccolta di fondi in favore dell’esercito e delle istituzioni di soccorso. Se i sessanta milioni di germanici rimasti a casa aderiranno alla “giornata d’offerte” si potrà facilmente raggiungere e superare la somma di sessanta milioni di marchi.
Guerra sui mari e guerra d’informazione: Secondo un’agenzia di stampa francese un sottomarino germanico che aveva fermato un piroscafo da pesca francese nei pressi di Calais è stato da questi bersagliato con i colpi dei cannoni celati a bordo. L’agenzia tedesca “Wolf” riporta il comunicato del Ministero della marina francese secondo cui due sottomarini germanici sarebbero stati colpiti da numerose granate sparate da navi francesi nel Canale della Manica. Le autorità germaniche smentiscono trattarsi loro unità, per cui deve trattarsi di sottomarini francesi o inglesi bombardati da navi da guerra francesi.
Ceneri del compositore della Marsigliese: Discorso del Presidente Poincaré in occasione della traslazione al “Palazzo degli Invalidi” delle ceneri di Rouget de l’Isle, autore della Marsigliese. Il Presidente francese rivendica a Francia e Russia di aver fatto ogni sforzo possibile per evitare il conflitto. Furono espresse parole di esortazione al massimo impegno sino alla vittoria finale concludendo che non solo l’onore ma la sopravvivenza della razza dipendono dall’esito di questa guerra.
Consumo dello zucchero: Delibera nel corso dell’assemblea costituente della Centrale dello zucchero con cui si decide di immettere sul mercato interno anche quelle qualità di prodotto in genere destinato all’esportazione.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-17
Anteprima:
Commenti:

Medaglie d’onore della Croce Rossa: Alcuni cittadini sono stati insigniti per mano di S.A.R. Arciduca Francesco Salvatore della medaglia d’onore di bronzo della Croce Rossa nella Monarchia, di cui l’arciduca è protettore sostituto. (Nell’elenco dei nomi che segue spicca da ultimo l’aggiunto della direzione di polizia di Pola, tale Valentino Vanzo. Questi era ben conosciuto dagli irredentisti polesi e poco stimato in quanto zelante censore di ogni comportamento antiaustriaco e per questo più volte messo alla berlina dalla stampa locale italiana. Su “Il Popolo Istriano” del 21 febbraio 1903 viene riportata la notizia che “Egli fece comparire dinnanzi al suo tribunale una distinta signorina di città, perché avanti un mese, durante il ballo dei nostri canottieri decorò i petti di alcuni ballerini con nastrini tricolore”).
Neutralità della Svizzera: Sul giogo dello Stelvio i distaccamenti nemici si fronteggiano a pochi passi dal confine con la Svizzera. Essendo stati scavati fossati che giungono fino in territorio svizzero pregiudicando così la neutralità di quel paese, i capi di stato maggiore dei belligeranti e gli addetti militari di Berna sono intervenuti per fare sgombrare detti fossati.
Crudeltà russe: 19 prigionieri russi testimoniano che nei pressi di Budwiece, per ordine dei loro ufficiali, sono stati arrestati, torturati ed impiccati senza processo 27 uomini e due donne di confessione evangelica. Questi pur essendo di origine germanica appartenevano a famiglie che vivevano da generazioni in Russia ed avevano parenti arruolati nell’esercito russo.
Movimento della popolazione a Trieste: Dal 4 al10 luglio si registrano a Trieste 24 matrimoni; nati 65 deceduti 83. Nello stesso periodo dell’anno precedente: 22 matrimoni, 120 nascite,91 decessi.
Trieste - Conservatorio G. Tartini: A causa della contingente situazione l’anno scolastico del Conservatorio G. Tartini si è chiuso senza particolari solennità. L’anno accademico 1914/1915 è stato frequentato da 241 allievi di cui 182 triestini.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-18
Anteprima:
Commenti:

Morte dell’arciduchessa Maria Ranieri: Decesso all’età di 90 anni di S.A.R. e I. Maria Carolina Ludovica Cristina, figlia del defunto Arciduca Carlo. Era stata sposata con l’Arciduca Ranieri Ferdinando Maria, già curatore e membro onorario dell’Imperiale Accademia delle scienze di Vienna. I funerali si svolgeranno senza solennità presso la Chiesa dei Cappuccini a Vienna.
La guerra sul fronte russo: Combattimenti fra il Dnjester e il Bug. Truppe austro-germaniche dopo sette assalti riescono a conquistare un importante posizione ad occidente di Grabowiece. Successi anche nella regione di Krasnotaw e sul corso superiore della Bystryca. Situazione invariata nella Galizia.
Superiorità dell’esercito austro-germanico: Pesante critica apparsa sulla stampa russa in cui si chiede come sia possibile che 305 milioni di russi e loro alleati non siano in grado di avere la meglio su 120 milioni di austro-ungarici e germanici. Questi evidentemente dispongono di armamenti migliori, munizioni migliori e soldati più efficienti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-19
Anteprima:
Commenti:

Affondamento incrociatore italiano: L’incrociatore della Marina italiana, “Giuseppe Garibaldi”, silurato da un sommergibile dell’I. R. Marina Austro-Ungarica, a sud di Ragusa. Il “Garibaldi” silurato coma già avvenne con l’“Amalfi” affondò in 15 minuti. Era uno dei dieci incrociatori della flotta italiana.
Fronte russo: Continuano gli scontri fra la Vistola e il Bug. Tenace la resistenza dei russi ed a volte si perviene allo scontro corpo a corpo. Nella regione di Sokel i germanici conquistano alcune località difese strenuamente dai nemici. Presa la città di Krasnotaw e le colline a nord di Zolkiev. Rimane immutata la situazione nella Galizia orientale.
Fronte turco: Bombardamenti dell’artiglieria turca sugli accampamenti nemici di Seddil-Bahr, Tekke-Barnu e Marsuliman. A Tekke-Barnu le granate provocarono un incendio che durò tutta la notte, esplosioni nel campo e grande scompiglio. Sul fronte dell’Irak perdite inglesi di quattro imbarcazioni cariche di viveri e munizioni e 200 uomini.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-20
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: Nuovi grandi combattimenti nel territorio della contea principesca di Gorizia e Gradisca. Fuoco d’artiglieria italiana su Doberdò e contro la testa di ponte di Gorizia a cui sono seguiti massicci attacchi della fanteria proseguiti fino a notte, con scontri anche corpo a corpo. Alla fine gli italiani sono stati respinti e i mortai colpirono 5 batterie nemiche di cannoni di grosso calibro. Altri pesanti attacchi sul medio Isonzo ed al confine con la Carinzia. Ancora si combatte nel Tirolo meridionale. Ragusa e Gravosa cannoneggiate dal mare da 8 incrociatori e 12 torpediniere della Marina italiana.
Conclusa l’inchiesta sul “Lusitania”: Pronunciata a Londra la sentenza sull’affondamento del mercantile “Lusitania”. La perdita del piroscafo è da imputarsi alle avarie provocate dai siluri germanici che colpirono l’imbarcazione deliberatamente e con l’intenzione di fare vittime umane. Nessun biasimo va ascritto al comandante del Lusitania in quanto fu fatto ogni sforzo per salvare i passeggeri.
Libro sulla Battaglia di Lissa: In coincidenza con il 40° anniversario della battaglia di Lissa è stata pubblicata la seconda edizione del volume di Enrico Sarravallo edito a Trieste nel 1907. Parte del ricavato sarà devoluto ai soldati in guerra.
Avviso del Console Americano: Il Consolato americano che aiuta i sudditi italiani bisognosi che risiedono a Trieste invita coloro che vogliono essere rimpatriati a fruire del trasporto gratuito fino al confine austro-svizzero messo a disposizione dalle I.R. Autorità. I sussidi non possono essere a tempo indeterminato, ma servono ad aiutare temporaneamente quei sudditi italiani senza mezzi di sostentamento che attendono il rimpatrio.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-21
Anteprima:
Commenti:

La guerra sul fronte goriziano: Continuano senza successo i violenti attacchi italiani contro la testa di ponte di Gorizia. Respinta la fanteria penetrata fino alle posizioni dl Podgora. Numerosi attacchi ai margini del pianoro di Doberdò trovano l’opposizione della valorosa milizia territoriale ungherese. Tutti i tentativi italiani sono stati respinti costringendoli a riparare oltre le loro trincee subendo gravi perdite.
Lo sciopero dei minatori inglesi: Continua lo sciopero dei minatori inglesi. Le navi dei paesi neutrali non ricevono il rifornimento di carbone nei porti del Regno Unito. Secondo il “Ministro delle munizioni” lo scontro fra lavoratori e padronato compromette il risultato della guerra. A Cardiff spenti gli altiforni per mancanza di carbone. 1000 lavoratori dell’industria siderurgica potrebbero trovarsi senza lavoro. Le scorte inglesi di carbone diminuite di un milione di metri cubi. Il “Daily News” invita il Governo a procedere energicamente contro i minatori del Galles meridionale.
Vendita di farina a Trieste: In data odierna nei dodici punti stabiliti verranno messi in vendita 1000 sacchi di farina. La quantità pro capite passa da uno a due kilogrammi. La Commissione sorveglierà la regolarità della distribuzione. I rivenditori che chiederanno un prezzo superiore a quello stabilito saranno multati e privati della licenza.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-22
Anteprima:
Commenti:

Sostituzione del Luogotenente del regno di Galizia: Lettera di S.M. Francesco Giuseppe al Luogotenente dei regni di Galizia e Lodomiria, dr. Korytowski, per aver rimesso il proprio incarico per favorire il proposito dell’imperatore di metter a capo della Galizia una personalità militare. Al suo posto viene nominato il presidente della Suprema Corte militare, generale Erminio de Colard. In seno al governo si è costituito un comitato permanente per studiare i problemi economici delle province di Galizia e Bucovina.
Effetti dell’affondamento del “Garibaldi”: Imbarazzo dell’Ammiragliato italiano per l’affondamento dell’incrociatore “G. Garibaldi” e tentativo di minimizzare la perdita. Le numerose vittorie riportate dall’Italia avrebbero costretto la flotta austro-ungarica a tenersi defilata pur essendo in posizione strategica di vantaggio.
Rapporti fra Stati Uniti e Germania: Il presidente Wilson a colloquio con il segretario di Stato Lensing ribadisce che nella nota da inviare alla Germania deve essere ben chiarito che, in caso di un nuovo attacco a navi non armate in cui rimanessero vittime cittadini americani, gli Stati uniti non rimarrebbero inerti.
Chiamata al lavoro obbligatorio: Un avviso del Magistrato Civico di Trieste informa che tutti i cittadini dai 17 ai 50 anni d’ età devono presentarsi alla visita medica per poi essere inviati a Lubiana. Gli stessi devono presentarsi muniti di abito di lavoro, una scodella, viveri per 2 giorni ed una coperta. I renitenti saranno tradotti con la forza.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-23
Anteprima:
Commenti:

Continua lo scioglimento di associazioni in Istria: Per decreto dell’I. R. Luogotenenza sono stati sciolti il “Circolo Nicolò Rizzi” di Fasana, la “Società filarmonica” di Sanvincenti, il “Gabinetto agricolo-sociale” di Sanvincenti, il “Circolo popolare di cultura” di Gallesano.
Bombardata Bari: La censura italiana non lascia trapelare nulla del bombardamento su Bari compiuto dagli aviatori austro-ungarici. Gravemente danneggiata la stazione ferroviaria, colpito un magazzino di ricovero delle milizie della leva di massa ed una fabbrica di oli e saponi.
Scambio di prigionieri fra Russia e Germania: Approvato dai due governi il piano di scambio di prigionieri feriti o invalidi proposto dalla Croce Rossa. Quattro treni attrezzati per le prime cure provvederanno tre volte alla settimana al trasporto di 250 prigionieri ogni viaggio. Verranno effettuate visite di controllo per impedire il propagarsi di infezioni.
Sorveglianza scolari in vacanza durante la guerra: Diramato dal Ministero per il culto e l’istruzione un decreto per scongiurare, durante le vacanze estive, il pericolo di abbandono e isolamento. Nelle zone agricole i minori potranno essere impiegati in lavori campestri o domestici sotto la sorveglianza di maestri. Nelle città o aree industriali la sorveglianza dovrà essere estesa a tutta la gioventù anche se non in età scolare. Ci si servirà di enti benefici, orfanotrofi e comitati appositamente costituiti che opereranno sotto il patronato dell’autorità scolastica. Le occupazioni dovranno privilegiare lo svago e gli esercizi ginnici ed attività di gruppo. Il Ministero confida sulla disponibilità dei maestri o, dove necessario delle loro colleghe femmine. Nel caso, in futuro, non fosse possibile riprendere la normale attività scolastica lo svolgimento di queste attività ricreative diverranno obbligatorie.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-07-24
Anteprima:
Commenti:

La Serbia e l’Italia in Macedonia: Malumore in Serbia per aver dovuto cedere all’Italia alcuni territori e per le richieste sul Banato e sulla Macedonia. L’Italia non vede di buon occhio l’avanzata della Serbia in Albania. In Serbia si ritiene utile la ricostituzione di una Federazione Balcanica. La Serbia ha sinora impedito la congiunzione delle forze germaniche con la Turchia e ove fosse necessario è pronta all’offensiva contro l’Austria-Ungheria.
I russi in ritirata: Perplessità per quanto dichiarato dalla stampa francese a proposito della ritirata delle forze russe. Questa sarebbe una mossa strategica e non una sconfitta. L’abbandono di vasti territori e città come Varsavia non significherebbe molto.
Adulterazione del latte: L’Ufficio di Annona ha constato l’intensificarsi della pratica di adulterazione del latte. Le partite di latte che al controllo preliminare di assaggio risultassero annacquate verranno sequestrate. Invito alla popolazione a denunciare situazioni sospette.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-25
Anteprima:
Commenti:

Comunicato italiano sulla guerra: Avviata l’offensiva in Cadore mentre in Carnia il fuoco dell’artiglieria continua a martellare efficacemente le fortificazioni nemiche. Sull’Isonzo la battaglia torna a farsi violenta. Sul Carso, il nemico (austro-ungarico) viene cacciato da qualche trincea. Fatti numerosi prigionieri e requisito un numero indeterminato di fucili e munizioni.
Saccheggi russi in Galizia: Dagli interrogatori dei prigionieri risulta pratica corrente che i russi nella loro ritirata, prima di abbandonare un villaggio, lo fanno evacuare dei suoi abitanti. Appena partiti gli abitanti i cosacchi irrompono dandosi al saccheggio ed alle ruberie, distruggendo quanto non possono prendere ed infine dando tutto alle fiamme.
Situazione malattie infettive a Trieste: L’Ultimo bollettino rileva che le malattie da infezione restano stazionarie. Il magistrato raccomanda di prendere comunque tutte le precauzioni. Mangiare cibi cotti e non bere latte non bollito. L’acqua di Aurisina è costantemente controllata mentre quella dei pozzi è quasi sempre infetta. S’invita la cittadinanza a combattere le mosche e altri insetti portatori di malattie. Non insudiciare le strade con escrementi e sputi. Nella settimana trascorsa si registrano 11 casi di difterite e 16 casi di febbre tifoidea.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-26
Anteprima:
Commenti:

Triester Tagblatt non pubblicato

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-07-27
Anteprima:
Commenti:

Reazioni alla nota americana alla Germania: Unanimemente la stampa tedesca trova incomprensibile li rigetto delle proposte distensive avanzate dalla Germania agli Stati Uniti. Tutti concordano che la battaglia condotta dai sottomarini deve continuare.
Revoca delle licenze ai cittadini italiani: Visto lo stato di guerra si considera decaduto il trattato commerciale con l’Italia del 1906. Pertanto la Luogotenenza di Trieste revoca i decreti industriali rilasciati ai sudditi italiani e ordina l’immediata chiusura degli esercizi industriali, professionali e commerciali.
Crisi del carbone in Inghilterra: Articolo della “Neue Freie Press” sulla situazione carbonifera in Inghilterra in relazione alle ripercussioni sugli eventi bellici. Nel primo semestre 1915 la produzione è diminuita con conseguente aumento dei prezzi e diminuzione dell’esportazione. Le cause sono da ricercare nell’arruolamento dei minatori e ad una minor prestazione degli operai. Molte industrie, anche di munizioni, avrebbero cessato la produzione.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-28
Anteprima:
Commenti:

(Si mettono a confronto comunicati opposti, di parte austriaca e di parte italiana, che danno una informazione contrastante sull’ esito delle operazioni militari in corso e quindi la dicono lunga sull’attendibilità delle notizie stampa, soprattutto in tempo di guerra).
Comunicati di guerra di parte austriaca: Nuovo attacco italiano sul pianoro di Doberdò accompagnato da intensa protezione dell’artiglieria. L’azione è fallita con gravissime perdite nelle file degli assalitori. Anche nel nono giorno di battaglia le truppe dell’Impero tengono le loro posizioni. Nulla di invariato e rilevante sul Litorale ed in Tirolo. Nuovo bombardamento aereo nella zona di Riva con scarso esito. Le bombe cadono in giardini e zone scarsamente abitate.
Comunicati di guerra di parte italiana: In Cadore gli italiani occupano la Tofana e respingono attacchi nemici sui monti a nord di Misurina. Sul fronte dell’Isonzo falliti i soliti attacchi notturni del nemico. Sul Carso respinto un violento attacco contro l’ala destra delle posizioni italiane. Bombardamento aereo italiano sopra Riva con ottimo risultato: colpita la stazione ferroviaria. Tre attacchi nemici nella zona di Krn respinti infliggendo gravi perdite. Sul pianoro carsico si continua a progredire.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-29
Anteprima:
Commenti:

Divieto di salire su aree elevate: Si fa divieto ai borghesi di salire su colli e alture. Viene fatta eccezione per guardiani di bestiame ed i proprietari di fondi agricoli ed i loro lavoranti. Non è permesso di salire sui campanili tranne che per opere di riparazione autorizzate.
Inadeguatezza degli ufficiali italiani: Nell’Esercito italiano gli ufficiali vengono nominati non per competenza militare ma in quanto personalità del mondo politico o sociale. Recentemente è stato nominato tenente l’ex sindaco di Roma, il Ministro della Real Casa ed alcuni noti giornalisti.
Guglielmo Marconi a Londra: Giunto a Londra Guglielmo Marconi, in missione per conto del Governo italiano. Lo scienziato ha dichiarato che il telegrafo senza fili è stato utile a correggere il tiro dell’artiglieria italiana.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-30
Anteprima:
Commenti:

Guerra - Comunicati nemici (italiani): Secondo i comunicati ufficiali dello Stato maggiore italiano, sul Basso Isonzo l’avanzata prosegue rapidamente. Conquistate alcune trincee davanti San Martino del Carso. Il nemico usa anche gas asfissianti. Fatti 1600 prigionieri di cui 30 ufficiali. In Carnia attacco nemico sulla sella Sambogna respinto dagli italiani. Secondo gli austriaci questo evento è inventato e non sarebbe avvenuto. Azione di marina sulle isole della costa dalmata. Occupata la isola di Pelagosa. In un’operazione congiunta italo-francese attaccata l’isola di Lagosta; tagliato un cavo sottomarino e distrutte una base aerea e sommergibili.
I feriti italiani: A causa del grande numero, i soldati italiani feriti vengono ricoverati anche in città del Meridione. Molti incarichi spettanti ad ufficiali superiori vengono affidati ad ufficiali di grado inferiore.
Rivoluzione ad Haiti: Rivolta in atto contro il Presidente della Repubblica di Haiti. Truppe americane sbarcate sull’isola per proteggere i cittadini americani. I rivoltosi avrebbero ucciso il presidente Guillame e fatto a pezzi il cadavere. L’incrociatore “Washington” staziona nel porto della città.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-07-31
Anteprima:
Commenti:

Comunicati italiani e risposta austriaca: Il Quartiere di guerra della stampa pubblica i comunicati ufficiali dello Stato Maggiore italiano del 27 luglio. Vengono vantati successi in operazioni militari in Val Daone, nei settori di Krn e Plava, sull’Altipiano carsico, monte San Michele e monte Sei Busi. Segue una smentita in cui, con sferzante sarcasmo, si sottolinea che in questi mesi di guerra l’esercito nemico non possa vantare neppure una vittoria. Quella che doveva essere una passeggiata su Vienna si è rivelata un ostacolo insormontabile. Le truppe austriache non hanno nemmeno bisogno di contrattaccare ma possono limitarsi a respingere i vani tentativi del nemico. Parole dure contro Cadorna che deve accontentarsi di millantare come “progresso” il non fare un passo avanti. Il Generale sopperisce con parole altisonanti e trionfalistiche a quello che non è riuscito a fare con le armi.
Brevi dall’Italia: Notizie da diverse piazze d’Italia di disordini per il caro prezzi e mancanza di pane e farina. Appello del Papa sull’”Osservatore Romano” per la cessazione del conflitto e la riappacificazione dei popoli.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonio Tommasi
Data:
1915-08-01
Anteprima:
Commenti:

La guerra contro la Russia: la sera del 30 luglio 1915 è avvenuta la presa di Lubrino. Il giorno 31 luglio l’esercito dell’arciduca Giuseppe Ferdinando insegue il nemico e varca la Bystra. Le truppe germaniche respingono violenti attacchi, i russi subiscono grandi perdite.
Contro i casi di strozzinaggio: al fine di limitare lo strozzinaggio nella vendita di formaggio (alimento divenuto raro), il Commissario imperiale decide di acquistarne due vagoni e di rivenderlo ad un prezzo non maggiore alle 5,60 corone.
Fondo di soccorso per vedove e orfani dell’intera forza armata: vengono assegnate 600.000 corone al Fondo di soccorso per vedove e orfani, ricavate dalla vendita di francobolli di guerra.
I prezzi per le farine e per i legumi in Ungheria: il governo ungherese ha intenzione di abbassare i prezzi per le farine e per i legumi, in quanto da agosto i prezzi dei cereali saranno più bassi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-02
Anteprima:
Commenti:

La guerra con L’Italia: si verificano scontri nel territorio di confine del Tirolo e della Carinzia. Un attacco notturno a Selz e tre attacchi notturni a Vermegliano vengono respinti con gravi perdite degli italiani.
Un lutto dell’esercito: dopo sette giorni di malattia muore il giorno 1 agosto il generale di cavalleria Cavalier Emilio de Ziegler. Causa del decesso, il colera.
Corsi estivi: vengono organizzati presso l’Accademia di commercio e nautica corsi estivi di ripetizione e preparatori.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-03
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: sul fronte del Tirolo nella valle di Ledro a nord di Bezzecca viene attaccato un reparto nemico e ricacciato con gravi perdite.
Per i soccorsi in guerra: l’arciduca Leopoldo Salvatore batte il primo chiodo allo scoprimento del “Milite in ferro” di Brünn a nome dell’Imperatore.
Libro Rosso austro-ungarico: viene pubblicata l’edizione popolare, al costo di 1,50 corone, il libro Rosso austro-ungarico sulle relazioni con l’Italia.
L’esportazione dei cereali rumeni: si sottolinea l’insoddisfazione degli agricoltori rumeni riguardo la proibizione dell’esportazione dei cereali dalla Romania.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-04
Anteprima:
Commenti:

La guerra contro la Russia: i combattimenti tra la Vistola e il Bug continuano con incessata violenza. Lencza viene presa.
Servizio di posta: al fine di evitare la diffusione di malattie contagiose, il Ministero del commercio ha emanato determinate disposizioni riguardanti il servizio postale, quali l’esclusione dell’accettazione e consegna di pacchi provenienti da paesi infetti, contenenti biancheria, o dall’imballaggio sudicio.
Dazio-consumo sui vini in Russia: in Russia viene emanato un decreto secondo il quale si dispone un dazio-consumo tanto sui vini locali che su quelli importati, per un costo dai 160 ai 480 copecchi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-05
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: vengono respinti attacchi isolati italiani nel goriziano e sul Monte dei Sei Busi, a Polazzo la fanteria nemica attacca due volte, ma viene respinta con gravi perdite.
Strozzinaggio: si raccomanda alla popolazione di non acquistare prodotti ad un prezzo qualsiasi, al fine di evitare opera di strozzinaggio, e di chiedere al compratore quale prezzo intenda offrire, per poi concludere onestamente l’affare. Lo strozzinaggio viene punito non solo con multe, ma anche con l’arresto.
Concimi fosforati per l’agricoltura: viene pubblicata l’ordinanza secondo cui il Ministro dell’agricoltura può obbligare le imprese che producono concimi contenenti fosforo a fornire determinate quantità dei loro prodotti ad acquirenti che verranno loro designati.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-06
Anteprima:
Commenti:

La guerra contro la Russia: dopo una lunga serie di successi ottenute dagli alleati in Polonia vengono prese Ivangorod e Varsavia.
Ammissione limitata dell’esportazione di uova: arriva da Berlino la notizia che l’Austria-Ungheria ha limitato il divieto generale di esportazione di uova, concessione che serve a controbilanciare la mancata esportazione di uova dalla Russia per la Germania.
Una centrale di medicamenti a Budapest: i farmacisti di Budapest intendono organizzare una vendita comune di medicinali, al fine di abbassarne i prezzi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-07
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: dovunque la fanteria italiana viene ricacciata nei tentativi di attacco. Nelle Alpi Carniche vengono occupati territori nella regione del Monte Paralba.
Commissione d’approvvigionamento: viene divulgata una nuova regolamentazione del traffico dello zucchero da parte del Ministero del Commercio.
La regolazione dell’impiego di legumi: si comunica la prossima regolazione dei legumi del raccolto dell’anno corrente, riservata al Ministero dell’Interno. La libera vendita dei legumi è dunque proibita fino alla regolazione.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-08
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La caduta di Varsavia e d’Ivangorod: la caduta di Varsavia viene accolta a Vienna con 24 colpi di cannone ed issando lo stendardo imperiale.
Lo scavo all’arco di Riccardo: essendo divenuto lo scavo un ricettacolo di immondizie, il Commissario imperiale ha ordinato che esso venga riempito di sabbia e scorie, per motivi di igiene pubblica.
Il traffico con i cereali del raccolto di quest’anno: il raccolto dei cereali per l’anno corrente è sequestrato a favore dello Stato. L’Ordinanza imperiale estende il divieto di vendita e di acquisto sino al subentrare del sequestro.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-09
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l’Italia. Le operazioni: viene data notizia che nella sera del giorno 6 agosto la fanteria italiana ha attaccato il settore Polazzo - Vermegliano e la zona del Tirolo presso la Forcellina di Montogo a sud-ovest di Pejo. Gli attacchi sono stati respinti.
Notizie sanitarie: l’Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste comunica il Bollettino riguardante la situazione dei casi di colera.
Accademia musicale a benefizio di bisognosi di Trieste: il giorno 8 agosto si è svolto un concerto benefico, patronato dal Cavalier Scaramangà, in cui si sono esibiti, con il maestro Pressan, il mezzosoprano Amalia Canzio, il violoncellista Eugenio Lordschneider, il giovane organista Pino Klun, l’arpista sig.ina Felletti.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-10
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l’Italia. Le operazioni: la zona di Doberdò si è trovata nel giorno 9 agosto sotto violenti fuochi d’artiglieria. Scontri nelle zone di plava, Zagora, Bladner Joch, e sul Monte Cristallo nel Tirolo.
Ordinanza imperiale contro lo strozzinaggio: si comunica che in data 7 agosto è stata divulgata una nuova ordinanza imperiale contro l’usura dei pressi dei generi alimentari.
Il raccolto in Ungheria: il Regio Ministero ungherese dell’agricoltura ha reso noti i dati ufficiali riguardo lo stato delle semine.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-11
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: continuano i combattimenti. Episodi di violenza nel goriziano e a Plava. Respinti tre attacchi italiani ad occidente di Doberdò e a sudest di Plava.
Avviso: per motivi d'igiene viene proibita la raccolta di mitili lungo il Canal grande, le rive e i moli della città. La vendita è proibita all'infuori della pescheria.
Notizie sanitarie: diffuso il bollettino dei casi di colera dall'Imperial Regio Consigliere di luogotenenza di Trieste: 6 nuovi casi, 4 guariti, 1 deceduto.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-12
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: ai confini di Doberdò vengono registrati attacchi nemici, a oriente di Monfalcone. Vengono scagliate granate a mano contro gli italiani presso Pluma.
Elargizione sovrana: l'imperatore ha assegnato una elargizione di cinquemila Corone all'azione commemorativa e di soccorso in guerra "Nappi ufficiali di guerra 1914-1915".
La campagna dello zucchero: essendo in esaurimento le scorte di zucchero a causa di un aumento del consumo, si stabilisce che sia le fabbriche austriache che quelle ungheresi intraprendano le loro attività prima del previsto.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-13
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: vengono respinti con gravi perdite italiane attacchi durante la notte nelle zone di Doberdò e Zagora.
Raccomandazioni del Fisicato civico circa la bollitura del latte: si raccomanda alla popolazione di bollire accuratamente latte e panna prima del consumo, al fine di evitare infezioni.
Commissione provinciale all'approvvigionamento - Tessere dei viveri: vengono consegnate alle famiglie le tessere dei viveri. Si avvisa la popolazione che nessuna azienza privata è autorizzata al ritiro delle tessere.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-14
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: nuovi tentativi di avvicinamento da parte dei nemici, nuvamente respinti. Attacchi di cannone nei pressi di Cormons. Nel Tirolo, si combatte nei pressi di Schluderbach.
Alienazione di fondi agricoli e forestali: l'alienazione dei fondi viene vincolata in base a determinate condizioni, secondo Ordinanza Imperiale.
Una centrale dei foraggi: viene istituita una Centrale dei foraggi, incaricata di curarne l'approvvigionamento, secondo disposizioni del Ministero dell'agricoltura.
Limitazioni nella produzione di spirito e nel traffico con cereali in Ungheria: secondo Ordinanza ministeriale, le distillerie sottoposte ad imposta consumo sono autorizzate a riservarsi (per il periodo di produzione 1915-1916) determinate quantità di segale ed orzo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-15
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: vengono respinti numerosi attacchi nemici, nel Tirolo, nel goriziano, ad est di Monfalcone.
L'alienazione di fondi agricoli e forestali: vengono specificati i luoghi in cui non vengono applicate le disposizioni restrittive. Elenco delle località del litorale.
Concorso per monumenti a caduti: i Ministero per il culto e l'Istruzione bandisce il concorso per la realizzazione di un monumento ai caduti, fissando come data ultima per l'invio dei bozzetti il giorno 30 settembre 1915.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-16
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: nel goriziano vengono lanciate alcune bombe a San Canziano al fine di far ritirare il nemico dalla località. Continuano attacchi nella zona di Pal.
Notizie sanitarie: viene divulgato il bollettino dei casi di colera dall'Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste: 7 nuovi casi, 1 guarito, 1 deceduto. Restano in cura 28 pazienti.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-17
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: dopo lunga pausa, nel Tirolo si riapre il fuoco. Tentativi di attacco di fanteria italiana nelle zone di Tonale, Bepena e nel territorio delle Tre Cime.
Notizie sanitarie: viene divulgato il bollettino dei casi di colera dall'Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste: 1 nuovo caso, 4 guariti, nessun deceduto.
Farina e pane del raccolto di quest'anno: secondo le ultime stime ufficiali dei raccolti, si presume che il consumo di frumento per la Nazione sia coperto dalla produzione interna.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-18
Anteprima:
Commenti:

Il genetliaco imperiale: si festeggia oggi l'ottantacinquesimo compleanno dell'imperatore. Il comandante in capo maresciallo di campo Arciduca Federico è giunto a Vienna per presentare personalmente gli auguri al Sovrano. Riparte in serata per il fronte.
La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: truppe italiane vengono respinte con violenza nelle zone di Tolmino e Krn. Sotto fuoco  nel pomeriggio del giorno 18 la zona di Doberdò.
Cose dal comune. A favore delle maestre comunali: il Commissario imperiale abroga le disposizioni secondo cui solo donne non maritate o vedove senza prole possono far parte del personale insegnate nelle scuole comunali.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-19
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: nel goriziano sono respinti quattro attacchi degli italiani contro San Martino. Respinti attacchi anche nel Tirolo.
Il genetliaco imperiale. L'aspetto della città: in occasione dei festeggiamenti per la ricorrenza della nascita del Sovrano, la città viene addobbata con bandiere, vessilli, drappi con vari emblemi patriottici.
Vendita di farina: si comunica che la vendita della farina si riprende in data 19 agosto.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-20
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: continuano gli attacchi nelle zone del Tirolo e nel goriziano.
Avviso: per motivi igienici si avvisa i venditori di coprire con teli frutta e verdura, proibendo ai clienti di toccare la merce.
Giuoco del calcio: si comunica che in data 29 agosto verrà disputato un torneo di calcio tra squadre triestine, devolvendo il ricavato dei biglietti all'esercito.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-21
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: continuano i combattimenti nei territori al confine col Tirolo. Negli attacchi nella zona di Folgaria gli italiani hanno perso 200 uomini. Falliti i tentativi da parte degli italiani di sfondare le linee di testa a Tolmino.
Morte del commendatore Oscar Gentilomo: è mancato a Vienna il commendatore Gentilomo, direttore della Banca della Monarchia, membro della Camera di Commercio e d'Industria di Trieste e filantropo.
Notizie sanitarie: viene divulgato il bollettino medico da parte dall'Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste riguardo i casi di colera: 5 nuovi casi, nessun guarito, nessun decesso.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-22
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: non cessano gli attacchi nel Tirolo e negli altipiani di Lavarone e Folgaria. Respinto un attacco italiano per due volte sul Monte Coston. Una squadriglia ha lanciato bombe e frecce incendiarie su Udine.
Contro i falsificatori del vino: dopo aver rilevato manipolazioni non conformi alle leggi vigenti in un deposito di vino, tutta la partita viene posta sotto sequestro. S’invita la popolazione ad avvisare l'Ufficio di annona in caso di sospetto circa l'alterazione e la falsificazione di alimenti.
Condoglianze sovrane: per ordine sovrano, il generale di cavalleria conte Paar porge le più sentite condoglianze alla famiglia del tenente di vascello Egone Lerch, deceduto per affondamento del sottomarino da lui comandato.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-23
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: continuano il fuoco nemico sul fronte di Doberdò e a Gorizia con cannoni ed artiglieria pesante. Ancora attacchi presso Selz e sull'Isonzo a nord di Tolmino. Nel Tirolo, vengono respinti due battaglioni italiani, con 300 morti e numerosi feriti.
Articoli per i soccorsi di guerra: la ditta di giocattoli F. Ad. Richter & co di Vienna ha messo a disposizione una parte degli utili a favore dell'Ufficio di soccorso.
Notizie sanitarie: viene divulgato il bollettino medico da parte dall'Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste riguardo i casi di colera: 2 nuovi casi, 1 guarito, nessun decesso.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-24
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: ancora successi nella zona di Doberdò, dove nella giornata di ieri si è venuti anche al combattimento corpo a corpo. A Tolmino continuano gli attacchi, con numerose perdite tra le fila nemiche.
Le fiabe: viene negata la notizia divulgata dalla stampa italiana secondo la quale il comando in capo dell'esercito austro-ungarico avrebbe bandito un premio di 20.000 corone per la cattura di Gabriele D'Annunzio.
L'innesto anticolerico: viene suggerito di estendere il più possibile alla popolazione, in tutti i ceti, il vaccino anticolerico, data la comprovata efficacia del metodo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-25
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: successi nelle zone del Litorale, di Sdobba, e ad est di Monfalcone. A San Martino vengono respinte tre attacchi.
Notizie sanitarie: Notizie sanitarie: viene divulgato il bollettino medico da parte dall'Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste riguardo i casi di colera: 2 nuovi casi, 2 guariti, nessun decesso.
Lo smercio dei mattoni: data la minima attività edilizia, le fornaci di mattoni limitano la produzione già dal principio della campagna.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-26
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: nei pressi di Doberdò si era annidata la fanteria avversaria, che è stata costretta al ritiro dopo uno scontro armato. Numerosi attacchi sul fronte del Tirolo. Combattimenti in corso nella zona del Tonale.
Raccolta di mortai d'ottone: il Commissario Imperiale rivolge ai cittadini l'appello a consegnare i propri mortai in ottone in cambio di mortai in ferro.
Il commercio dei cavalli: al fine di evitare abusi nel commerci di equini, si proibisce la vendita degli stessi porta a porta, e si ordina l'acquisto solo in esercizi con sede stabile.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-27
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: gli italiani sono di nuovo respinti nel settore di Doberdò. Sul fronte del Litorale si svolgono combattimenti di artiglieria. Violenti bombardamenti, durati dieci giorni, sull'altopiano di Lavarone.
Il nuovo pane e il prezzo di vendita: dato l'esaurimento delle provviste di farina per la produzione di pane misto a mais, si annuncia alla popolazione che a partire dal 29 agosto verrà prodotto solo pane di pura farina di frumento.
Centrale per foraggi: vengno nominati dal Ministro dell'agricoltura i membri della Consulta per l'approvvigionamento con foraggi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-28
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: a Plezzo le truppe respingono un attacco nemico.
Uso dell'acqua nelle abitazioni private: si comunica che in alcune abitazioni i padroni di casa o amministratori hanno provveduto a chiudere le condutture d'acqua obbligando gli inquilini ad ricorrere alle fontane pubbliche.
Cooperazione degli organi ferroviari all’applicazione dell'obbligo di passaporto: il Ministero delle ferrovie ordina ai viaggiatori il possesso del passaporto nei territori di guerra.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-29
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: sul fronte del Litorale vengono respinti numerosi attacchi nemici. Nel settore di Plezzo i combattimenti continuano.
Premi per forniture d'avena: l'i.r. Ministero della guerra con l'intento di promuovere la consegna di scorte d'avena che non procede come dovuto si dichiara disposto ad assegnare un premio ai proprietari di 5 corone per quintale.
Stampati di cui venne proibita la diffusione: si comunica il ritiro dalla circolazione il periodico "Jugoslavija".

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-30
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: attacchi isolati e violenti sul fronte dell'Isonzo. Viene respinto un attacco sul Monte dei Sei Busi. Due reggimenti tentano l'assalto per quattro volte sul Monte San Michele, ma vengono respinti con gravi perdite.
Castrati di approvvigionamento: viene cessata la vendita causa esaurimento.
Notizie sanitarie: viene divulgato il bollettino medico da parte dall'Imperial Regio Consigliere di Luogotenenza di Trieste riguardo i casi di colera: nessun nuovo caso, 4 guariti, nessun decesso.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-08-31
Anteprima:
Commenti:

La guerra. La guerra con l'Italia. Le operazioni: continua fuoco d'artiglieria sul fronte del Litorale.
Servizi postali riattivati: a Trnovo presso Gorizia si sono riattivati i servizi postali compresi le spedizioni raccomandate e i vaglia.
Il mercato americano del ferro: da New York giungono nuovi dati riguardo i prezzi aumentati del ferro greggio, dell'acciaio semi lavorato e di altre serie di prodotti finiti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Karen Drioli
Data:
1915-09-01
Anteprima:
Commenti:

Profughi indigenti su tutto il Litorale: Constatata la presenza di un gran numero di profughi indigenti in tutto il Litorale, si ravvisa la necessità di distribuirli negli spazi appositamente adibiti alla loro ospitalità dal Governo.
Speculazione sui viveri di prima necessità. Il pane della Commissione provinciale all’approvvigionamento “è fatto oggetto di inaudite speculazioni che vanno energicamente combattute”. Dal 1 settembre il pane sarà consegnato esclusivamente ai possessori della tessera dei viveri.
Morte dello scopritore della Terra di Francesco Giuseppe: Un telegramma da Lubiana annuncia la morte dell’alpinista, esploratore polare e pittore Julius von Payer, molto conosciuto a Trieste dove in passato aveva intrattenuto e appassionato gli uditori con le sue vicende di esploratore. L’articolo descrive tutte le imprese compiute da Payer come esploratore e la sua produzione artistica.
(A lui sono intitolati un rifugio alpino dell’Ortles, una cima 3956m della dorsale che unisce il gruppo dell'Adamello al gruppo della Presanella, e il piccolo ghiacciaio sottostante.)
Sorveglianza militare per le lettere per l’estero: Serie di raccomandazioni per la stesura di lettere per l’estero finalizzate a facilitare il lavoro degli addetti al loro controllo e, di conseguenza, volte a garantire un tempestivo recapito.
Proibita la diffusione dei seguenti stampati: “Neudenker” n. 34 e Sonntahszeitung für Plätten, Bärringen, Abertham und Umgebung” n. 34 (Eger); “Vokovické Listy” n. 2 (Tabor); Why britain is at war. The causee & issue set ont in brie from the Diplomatic Sir Edward Cook, opuscolo e The origins of the Great war, opuscolo (Vienna).

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-02
Anteprima:
Commenti:

Mutua difesa e unione in guerra e in pace: Vienna, sfarzosamente imbandierata, accoglie la deputazione ungherese e croata.
Imposte depennate da Ordinanza imperiale: Un’ordinanza imperiale depenna le imposte per gli edifici danneggiati dalla guerra e divenuti inabitabili e per i fondi i cui prodotti naturali sono stati irrimediabilmente danneggiati o nei quali fosse impossibile la coltura.
Lettere chiuse non saranno più recapitate ai prigionieri in Russia: Una nota ufficiale della Russia comunica che i prigionieri di guerra e gli internati potranno d’ora in poi ricevere esclusivamente carte aperte di corrispondenza postale, preferibilmente carte postali doppie edite dalla Società austriaca della Croce Rossa.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-03
Anteprima:
Commenti:

Prigionieri russi evasi nel Goriziano: Invito alla popolazione a segnalare eventuali avvistamenti di prigionieri evasi all’autorità militare, onde evitare la condanna per favoreggiamento.
Deceduto durante un eroico combattimento aereo l’aviatore Pégoud: L’aviatore Adolphe Pégoud muore durante un combattimento aereo sopra Petit-Croix. Pégoud era conosciuto a Trieste per i suoi voli ammirevoli sopra Zaule.
(Adolphe Célestin Pégoud Montferrat, 13 giugno 1889 — Petit-Croix, 31 agosto 1915), pioniere dell'aviazione francese, fin da giovane prestò servizio nella cavalleria e fu di stanza in Marocco; nel 1912, ai primordi dell’aviazione, si appassionò a questa disciplina. Fu il primo, nel 1913, a lanciarsi con un paracadute da un aeroplano e, pochi mesi dopo, fu il primo a compiere il looping, o giro della morte, con un aereo, dando - con le sue ardimentose imprese - impulso all’adozione delle acrobazie nella normale pratica di volo dell'aviazione dell'epoca. Durante la prima guerra mondiale abbatté diversi velivoli tedeschi e morì in combattimento sopra Belfort il 31 agosto 1915, abbattuto dall'ufficiale tedesco Kandulski, che, per ironia della sorte, aveva lui stesso addestrato prima della guerra.)
“Norme per chi tiene cani”: Obbligo dal 10 settembre della museruola per tutti i cani e divieto di farli accedere a locali pubblici, onde evitare la diffusione della rabbia, pena la soppressione dell’animale.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-04
Anteprima:
Commenti:

Smentita di comunicati nemici: Il quartiere di guerra della stampa smentisce il comunicato ufficiale secondo cui gli italiani ebbero la meglio sull’esercito-austro ungarico nei pressi del Piccolo Pal.
Sul teatro della guerra con l’Italia: Prosegue la sosta dei combattimenti sul fronte sudovest.
Ricerca industriale: affinamento delle tecniche per rendere l’ortica succedaneo del cotone: Essendo impossibile importare cotone dall’America in tempi di guerra, l’industria sta perfezionando l’impiego dell’ortica nostrana per la realizzazione di tessuti, portando notevoli vantaggi anche all’agricoltura.
Vita professionale e sociale dei tipografi: Pubblicazione a cura della Federazione delle società dei tipografi sulla vita professionale e sociale della categoria dalla preistoria (1771-1894) ai 20 anni di Federazione (1894-1914).

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-05
Anteprima:
Commenti:

Condizione degli ebrei nei lazzaretti russi: Il Governo russo proibisce la letteratura inneggiante ai pogrom, mentre gli ebrei chiedono di essere dimessi dai lazzaretti, dove sarebbero trattati malissimo e insultati dal personale.
Il Papa e la pace: Il presidente Wilson ha ricevuto dal Cardinale americano Giblons un autografo del Papa che affronta il problema della pace. Questa notizia sarà smentita in data 7 settembre1915 con l’articolo Il Papa e la Guerra, in “Osservatore triestino”.
Scuole agrarie e forestali. Resoconto delle scuole agrarie e forestali, comprese quelle per la produzione della birra, attivate nell’anno scolastico 1914-15 sul territorio austriaco.
Medaglia “al comandante in capo dei nostri vittoriosi eserciti”, arciduca Federico: L’incisore Hartig, nell’ambito della serie delle medaglie a favore della provvidenza ufficiale in tempo di guerra, ha ideato una medaglia di bronzo consacrata al comandante in capo maresciallo di campo arciduca Federico. (Arnold Hartig capo incisore presso la Zecca austriaca a Vienna).

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-06
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: Intensa, ma infruttuosa, attività degli italiani sull’altipiano di Doberdò.
“Menzognera insinuazione” dei comunicati italiani: Polemica sull’errata interpretazione di un comunicato austro-ungarico del 13 agosto da parte dell’Agenzia di stampa Stefani.
Un esempio di solidarietà: Le generose offerte dei ferrovieri hanno consentito la realizzazione nei pressi di Vienna di una casa per la cura dei ferrovieri feriti in guerra.
Serata di gala a favore dei soldati dell’esercito meridionale: Il Wiener Hofbräu di Abbazia ospiterà nella serata dell’8 settembre un gala di raccolta fondi allietata da artisti di spicco, tra quadri viventi, pantomime e musica. (cfr. Festa in Abbazia a favore dei soldati dell’esercito meridionale, in “Osservatore triestino” n. 288 del 15 settembre 1915).

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-07
Anteprima:
Commenti:

Atrocità russe: Il viceammiraglio della riserva Giuseppe cavaliere de Mauler e la consorte sorpresi dallo scoppio della guerra a Kiev e bloccati dalle autorità con accuse di azioni punibili; nei giorni successivi il viceammiraglio fu incarcerato e figli e consorte deportati in Siberia.
Trionfo dell’agricoltura: All’assemblea solenne delle corporazioni agricole e forestali intervengono Bernardo barone de Ehrenfels, in qualità di presidente della Società agraria, e il Ministro dell’Agricoltura per elogiare il lavoro dell’esercito al fronte, la forza della produzione austriaca del suolo e l’instancabile diligenza degli agricoltori, grazie ai quali è stato possibile opporre resistenza al crudele piano di affamamento progettato dal nemico.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-08
Anteprima:
Commenti:

“Ciò che non riuscì al nemico sul campo di battaglia, ora lo tenta nel campo economico”.
Prepararsi per la settimana della lana e del caucciù!: Nessuno deve esimersi! Lana e caucciù per i soldati al fronte. “battuti, i colossali eserciti che volevano invadere la nostra patria, vanno indietreggiando come la marea. (…) Ciò che non riuscì al nemico sul campo di battaglia, ora lo tenta nel campo economico” Campagna per la raccolta di lana e caucciù. Invito a tutte le padrone di casa a cercare, nell’ambito della gestione dell’economia domestica, di raccogliere oggetti in lana e caucciù, affinché tali materie prime prodotte in quantità insufficienti in Italia, possano essere inviate ai soldati al fronte in vista del freddo inverno.
“Conquista di territori per la produzione di trementina”: La conquista della città fortificata di Luck è di fondamentale importanza per l’approvvigionamento di olio di trementina.
“La questione dello zucchero”: Il prezzo dello zucchero, materia che non potrà - in questo periodo - essere esportata, resterà invariato fino alla metà del 1916.
“Stampati di cui venne proibita la diffusione”: Si proibisce la diffusione di 26 cartoline postali illustrate, in quanto su di esse non compaiono il luogo di stampa, il nome dello stampatore e, in alcuni casi, il nome dell’editore.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-09
Anteprima:
Commenti:

Trattamento “di persone danneggiate nella salute causa gli strapazzi di guerra”: Ordinanza imperiale finalizzata a stabilire la procedura da seguire per la cura e la riabilitazione dei feriti in guerra.
Il prezzo della birra: Il prezzo della birra è stato aumentato di due volte dall’inizio della guerra.
Colossale estensione dell’industria del cotone: L’articolo riporta alcune considerazioni del periodico “La Nature”, secondo il quale il consumo del cotone aumenta ogni cinque anni del 20%. L’articolo successivo riferisce che il cotone è stato dichiarato merce di contrabbando in Italia.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-10
Anteprima:
Commenti:

“Il Governo italiano (…) può mandare al macello la gioventù, ma non può proibire al Papa di affaticarsi per l’idea della pace”: Polemica contro il Governo italiano da parte dei cattolici per l’eccessiva censura a cui è sottoposto l’”Osservatore romano”.
Ricreatori comunali a Trieste: I ricreatori a Trieste sono frequentati da oltre 4000 ragazzi e, in tempi di guerra, hanno subito significative trasformazioni: in particolare si occupano dell’addestramento fisico e morale dei ragazzi e danno loro un’educazione preminentemente patriottica.
Vino annacquato nelle osterie della città: Negli ultimi mesi si è diffusa in città la cattiva abitudine da parte dei venditori di vino di annacquare lo stesso con aggiunta di acqua, alcool, acido tartarico, zucchero e coloranti. L’Autorità comunale e il Commissario delle cantine, che eserciteranno una stretta vigilanza, invitano i cittadini a segnalare casi sospetti.
Influssi della guerra sul mercato internazionale della seta greggia: Tra il 1913 e il 1914 la produzione di seta greggia si è ridotta di circa un milione di chili e, come comunica la Camera di commercio di Zurigo, il prezzo della seta italiana è sceso, con lo scoppio della guerra, di 10 Franchi. Anche l’importazione dal Giappone nella seconda metà del 1914 è scesa del 70%.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-11
Anteprima:
Commenti:

Presunzione degli inglesi: Gli inglesi affermano di avere tutti i meriti nei combattimenti sui Dardanelli.
Record aereo: L’aviatore svizzero Au de Mars ha raggiunto ieri i 6600 metri di altezza: non si è potuto spingere oltre a causa del freddo.
(Edmond Au de Mars aviatore, ciclista e imprenditore svizzero, nato 3 dicembre 1882 a Le Brassus e morto 4 agosto 1970 a Deauville. Tra le sue imprese si ricordano il volo Parigi-Berlino in due giorni nel 1912 e Berlino-Parigi in 10 ore nel 1913, con un aereo Morane-Saulnier.)
Imposta sui vini spumanti: I vini “dai quali si sprigiona effervescendo acido carbonico” sono soggetti a imposta e devono essere muniti di cedola di sdaziamento. L’articolo illustra, tra le altre cose, i criteri per verificare l’effettiva effervescenza di un vino.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-12
Anteprima:
Commenti:

Norme in materia di illuminazione pubblica: L’illuminazione pubblica e privata deve essere limitata il più possibile, in particolare le finestre e le porte visibili dalla parte del mare dall’imbrunire all’alba dovranno essere completamente oscurate. Questa notificazione, emanata dal Presidente di polizia Manussi-Montesole, ha effetto immediato e annulla tutte le precedenti disposizioni.
Bilancio del luogotenente sui primi mesi di guerra con l’Italia: Il Luogotenente smentisce le notizie “di sana pianta inventate” dalla stampa nemica, affermando che la città di Trieste ha attraversato in modo soddisfacente i primi mesi di guerra contro il nemico italiano, sia sul campo bellico sia per quanto riguarda l’approvvigionamento di beni di prima necessità e le condizioni sanitarie.
Gustose vivande a base di legumi. Un foglio contenente ricette a base di legumi redatto dalla Società di orticultura di Vienna sarà distribuito su vasta scala alla popolazione. È disponibile, inoltre, al costo di 60 cent. il Manuale da cucina per legumi della casa editrice Ugo Heller e C.: il ricavato sarà devoluto a favore degli invalidi di guerra e di vedove e orfani di orticoltori.
(Per contrastare il “piano di affamamento” (che sempre più spesso ricorre nelle pagine dell’”Osservatore triestino”) del nemico, è necessario correre ai ripari ottimizzando le risorse alimentari per il sostentamento della popolazione civile, oltre che dei soldati al fronte).

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-13
Anteprima:
Commenti:

Morte in combattimento o brutale assassinio?: Si riporta una notizia relativa al 28 agosto, quando sul Monte Pini durante un attacco a sorpresa due soldati intenti a costruire trincee furono fatti prigionieri. Uno di loro, il comandante Giuseppe Kaltenbacher, fu poi ucciso in circostanze sospette.
Invenzioni insensate della stampa russa: La stampa russa accusa la Monarchia di aver reso fortificate le città di Ragusa e Gravosa, in modo tale da renderle apparenti città forti e, come tali, renderle bersaglio dei bombardamenti nemici.
“Vaporosi abbigliamenti estivi” e “musica leggera e gaia” in Piazza Grande: Giornata all’insegna della musica militare in piazza a Trieste, in segno di riconoscenza dei soldati per i doni ricevuti dalla popolazione.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-14
Anteprima:
Commenti:

Rispetto del diritto internazionale sul campo di battaglia: Partendo dal combattimento di Livinallongo e del bombardamento del suo ospedale, nel quale persero la vita una donna e un bambino, si smentiscono le accuse fatte dal nemico italiano alle truppe austro-ungariche di guerreggiare senza rispettare le norme del diritto internazionale.
Mirino: strumento diabolico: Risposta polemica al giornale “Tiratore italiano”, che definisce “nuova diavoleria” il mirino del fucile (“sistema di prismi che offre la possibilità di portare (…) un bersaglio talmente sotto mira da poterlo di leggeri colpire”) e lo classifica come arma antibellica alla stregua di bombe a gas asfissiante e proiettili esplosivi da fucile.
La gomma donata ai soldati correrà “sul terreno nemico conquistato dai nostri valorosi eserciti”: Si ricorda ai cittadini che, nella “Settimana della lana e dei caucciù” (27 settembre-2 ottobre) sarà importante reperire principalmente gomma e in particolare soprascarpe di gomma che possono essere anche trasformati in cerchioni per automobile, mentre se “gettate nel cantuccio dei rigattieri non servono a nulla.”
Proibita la diffusione dei seguenti stampati: “Armeebefehl vom 17. April” e “Trauernachricht”, opuscoli che non riportano nome dell’editore e dello stampatore e luogo di stampa.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-15
Anteprima:
Commenti:

Menzogne della stampa italiana: Smentita di un comunicato italiano, contenente una “grossolana menzogna”: come sono andate, in verità, le cose sul Predil e al Rifugio Käs.
Tessere del pane e della farina: Introduzione di misure volte a regolare il consumo del pane e della farina.
Entusiasmo ed eccellenza dei giovani tiratori volontari triestini: Il commissario imperiale esalta l’entusiasmo e la bravura dei giovani tiratori volontari triestini, divenuti uomini “maturi e robusti” e comunica che il corpo può accogliere ancora 50 giovani che abbiano compiuto 17 anni.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Martina Contessi
Data:
1915-09-16
Anteprima:
Commenti:

Guerra aerea: attaccato a Udine aeroplano austro- ungarico. Precipitato aereo nemico.
Controllare il consumo di pane e farina?: Da oggi si può con l'istituzione di apposite tessere.
Condizioni sanitarie: il Comune di Trieste rileva 1 morto di colera.
Merci esportabili dalla Bulgaria: zucchero, petrolio, benzina, gazolina, oli, caffè, riso, pelli crude, lana e sapone.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-17
Anteprima:
Commenti:

Francia: violento incendio distrugge una fabbrica di aeroplani e motori di Boulogne sur Seine.
Importanti perdite a Londra: 36 ufficiali e 2669 uomini.
Avviso: aperte le iscrizioni alla Scuola superiore di agronomia di Vienna dal 1 al 14 Ottobre.
Settembre 1915, un mese da dimenticare: massiccio calo di matrimoni e un alto tasso di mortalità.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-18
Anteprima:
Commenti:

I regali dell'arciduca Federico: diecimila Corone per i militari rimasti ciechi in battaglia.
Nappi di guerra: ovunque acquirenti disposti a comprarli! Grande successo per gli artistici nappi, iniziativa commerciale nata con l'intento di incrementare i fondi di soccorso.
Importazioni dall'estero: concessa l'importazione di cereali, legumi e macinati.
AAA: Accettasi doni ed offerte per i soldati dell'esercito meridionale

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-19
Anteprima:
Commenti:

Consiglio della contea di Londra: città in fiamme. A causare il disastro bombe lanciate da aeronavi nemiche.
Grande serata al Teatro Comunale: applausi per Marcello Salzer, celebre declamatore umorista, promotore della conferenza nata col fine di raccogliere fondi per il soccorso in guerra.
Buone notizie in ambito sanitario: sospeso Bollettino sanitario quotidiano per assenza di nuovi malati di colera.
Lettere e documenti ungheresi che non riuscite a comprendere? A disposizione per voi un traduttore ungherese. Per contatti recatevi presso l' Amministrazione dell' “Osservatore Triestino” in Piazza della Borsa N° 2.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-20
Anteprima:
Commenti:

Guerra aerea: disastroso attacco su Londra causato da Zeppelin nemiche. Colpita anche Banca d'Inghilterra. Centinaia di morti e feriti.
Festeggiamenti in Bulgaria: oggi il 30° anniversario dell'unione Rumenia orientale- Bulgaria settentrionale.
Prezzi della carta in drastico aumento: fabbriche costrette a sospenderne la produzione.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-21
Anteprima:
Commenti:

Milano: acquistati a Savona 2 chilometri quadrati di terreno. L'intento: costruire 93 edifici destinati alla produzione di munizioni.
Avviso: obbligati alla leva militare i nati negli anni 1873 fino al 1877 incluso e negli anni 1891, 1895 e 1896.
Ministero della guerra, Trieste: nuove norme per la raccolta di ripari dal freddo.
Apre a Vienna nuova Società bancaria, la “Wiener Kommerzialbank”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-22
Anteprima:
Commenti:

AAA: Offrite cani da guerra e da sanità. Innumerevoli i successi conseguiti grazie al loro affiancamento.
Fiori sulle tombe: anche quest'anno, per il giorno dei morti, fiori ufficiali sulle bare dei caduti. Atto reso possibile dall'Ufficio di soccorso in guerra.
Casa Franckh di Stoccarda: scoperte e già ampiamente diffuse carte geografiche a rilievo. Disponibili carte della Polonia anche in formato tascabile.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-23
Anteprima:
Commenti:

Turchia, Dardanelli: ripetuti successi ad Ari Burnu. Gravi perdite al nemico. Artiglieria avversa in fuga.
Prezzo delle patate alle stelle: ottobre e novembre i mesi di picco del rincaro.
Continuano i dibattiti sul petrolio greggio: prezzo ancora da definire.
Necessità di spedire pacchi postali per i prigionieri di guerra in Russia? Fatelo da subito rispettando le ferme regole qui riportate:
- pacchi dal peso non superiore a 5 chilogrammi;
- no lettere o stampati;
- imballaggi solidi e avvolti nella tela.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-24
Anteprima:
Commenti:

Notizie rassicuranti dalla stampa italiana: ottime condizioni per i 1000 prigionieri civili austriaci e ungheresi internati in Sardegna.
Nobili aiuti: donate dall'Imperatore 10 mila Corone a favore degli abitanti di Dimaro (Tirolo), colpiti da un incendio.
No alle vendite di frutta da casa in casa: punizioni severe per chi andrà contro questa decisione.
50.000 Lire turche per la costruzione di fabbriche di zucchero e panni a Berutti.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-25
Anteprima:
Commenti:

Scarsità di viveri a Pietroburgo: restano scorte per una sola settimana.
Importante raccolta per militari in guerra: allievi si recheranno di casa in casa a raccogliere lana e gomma elastica. Un aiuto ai militari costretti ad affrontare un rigido inverno.
Notizie da Washington: “Il nostro intento è conquistare il mercato mondiale”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-26
Anteprima:
Commenti:

Scandali in Italia: continuano a verificarsi disonestà nel servizio di materiali per l'esercito militare. Inganni riguardanti il bestiame da macello e la scarsa qualità di zappe ed altri ordigni sono solo alcuni tra i tanti esempi che testimoniano tali meschinità.
Allarme colera: 17 soldati provenienti da sudovest hanno contratto la malattia.
Violente scosse di terremoto: panico nei centri di Messina, Napoli e Abruzzi. Nessun danno.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-27
Anteprima:
Commenti:

Roma, Vaticano: cade nel suo studio il cardinale 82enne Gotti. Lieve commozione cerebrale.
Cronaca nera: muore dopo una lunga malattia il consigliere aulico Enrico Pederzolli. Lo ricordiamo per la brillante carriera in magistratura e per la sua fama all'interno del foro triestino.
Impossibile produrre iuta: città indiane sott'acqua causa inondazioni.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-28
Anteprima:
Commenti:

Indetta assemblea al Circolo socialista: “Manteniamo la neutralità e inneggiamo la pace!”.
Disastri ambientali: terribile bufera ha recato gravi danni a Roma, in Toscana e in Liguria. Si conta qualche vittima.
Bottiglie vuote alla Croce Rossa: un gesto semplice ma di assoluta utilità.
Avviso: indetto per il 30 ottobre, alle ore 10:00, la seconda radunanza generale.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-29
Anteprima:
Commenti:

Avviso: hanno l'obbligo di recarsi dalla Polizia ungheresi, austriaci, turchi e germanici in età militare non ancora internati.
Una giovane eroina: amputazione alla gamba per Berta Kenda, la 19enne del Goriziano che sta facendo parlare di sé per l'intrepido coraggio avuto, fin dagli inizi della guerra, nel rifornire di viveri i militari in trincea.
L'Inghilterra e le nuove imposte di lusso: inclusi anche orologi da tasca, strumenti musicali, cappelli e specchi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-09-30
Anteprima:
Commenti:

Morto nella sua villa in Baviera lo scultore Gaspare, cavaliere di Zumbusch, appartenente alla Camera dei Signori.
Offrite doni per l'esercito meridionale!
Donate 50 Corone alla Guardia medica: Artefice del gesto la signorina Maria Lassieur.
Tè cinese: prezzi e qualità più bassi rispetto all'anno scorso.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Gabriella Delvecchio
Data:
1915-10-01
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia - Una protesta: si segnala una protesta dell’i. e r. Ministero degli esteri per la cattiva condotta militare di alcuni cacciatorpedinieri italiani sprezzanti della disposizione fondamentale della X Convenzione dell’Aia del 1907.
Comunicato dal Magistrato civico: contestualmente all’apertura del Liceo femminile comunale in Via sant’Anastasio, vengono chiuse le sezioni del I e II Civico liceo femminile.
Cronaca – La vendita della carne: vengono date le disposizioni per la vendita della carne congelata in mancanza di quella fresca.
Alla raccolta della lana e del caucciù viene affiancata quella degli utensili di metallo che possono essere ceduti volontariamente o vengono, in ogni caso, requisiti.
Serata di beneficenza: in occasione dell’onomastico imperiale è organizzata una serata di beneficenza presso il teatro Fenice, tra gli artisti spicca il nome del maestro Romano Borsatti [compositore e musicista triestino].

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-02
Anteprima:
Commenti:

La guerra - L’arciduca Carlo Francesco Giuseppe in visita al fronte sud-ovest e a Trieste: viene descritta la visita d’ispezione dell’erede al trono d’Austria al fronte di guerra sud-ovest e precisamente in Tirolo, in Carinzia, nei territori dell’Isonzo. Passando per Trieste, raggiunge Pola e anche Volosca. L’accoglienza della città di Trieste, festante per la nobile visita, è raccontata nelle cronache cittadine.
Notificazione di richiamo: si dettano disposizioni per “gli obbligati alla leva in massa, cittadini austriaci e ungheresi, dell’anno di nascita 1897”. Si raccomanda di presentarsi con un abbigliamento adeguato all’occasione.
Doni per l’esercito meridionale: continua l’invito ai cittadini di Trieste a offrire oblazioni per l’acquisto di doni da inviare ai soldati al fronte sull’Isonzo, rafforzato anche da un richiamo pubblicitario collocato a fondo pagina.
Fondazione giubilare: per i sudditi austriaci “bisognosi e meritevoli”, la Fondazione giubilare Francesco Giuseppe I mette a disposizione i profitti maturati nel corso dell’anno sul suo capitale.
La frutta dei boschi e il foraggiamento: è comunicato il prezzo dei prodotti del bosco utilizzati come succedanei per il foraggio.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-03
Anteprima:
Commenti:

Ordinanza alimentare: vengono introdotte tessere per il consumo della farina e del pane. In 15 punti si definiscono le regole per l’utilizzo dei cereali e dei macinati.
Alla popolazione!: si pubblica un’esortazione diretta alla popolazione affinché sostenga il terzo prestito di guerra: “I nostri fratelli in campo sacrano la vita, il sangue alla patria. Chi è rimasto a casa propria a il dovere d’onore di garantire, fino all’estremo limite della possibilità e del patrimonio, i mezzi per questa lotta”.
Comunicato dal Magistrato Civico: vengono inaugurati una nuova scuola reale presso l’Acquedotto e un nuovo ginnasio nel rione di San Giacomo.
Per l’onomastico imperiale: si avvisa della funzione celebrativa presso le chiese di sant’Antonio Taumaturgo e San Spiridione il 4 ottobre. Per la stessa occasione, il Comitato delle Signore pro soldati al campo organizza tre giornate da Tè per raccogliere doni. A chiusura di questa edizione è posto l’invito a non dimenticarsi dell’esercito meridionale seguito dalla pubblicità di varie banche a ricordo dell’esortazione d’apertura.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-04
Anteprima:
Commenti:

Il Benedetto Brin: si dà notizia dell’affondamento dell’incrociatore italiano “Benedetto Brin”.
Questioni di diritto civile tra la Monarchia e l’Italia: la cronaca apre con la disposizione dell’Italia relativa alla perdita di ogni diritto sui beni posseduti nei territori italiani dai cittadini della Monarchia austro-ungarica.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-05
Anteprima:
Commenti:

L’onomastico imperiale: vengono descritti i festeggiamenti dell’onomastico (4 ottobre) dell’imperatore Francesco Giuseppe nei territori della Monarchia.
Cronaca – L’onomastico imperiale: nella cronaca è dedicata una descrizione particolareggiata dell’avvenimento celebrato nella città di Trieste.
Appello: continua l’appello rivolto ai cittadini di Trieste per la sottoscrizione del nuovo prestito di guerra: ”Questa sottoscrizione sia in pari tempo nuovo indice dell’antica nostra provata fedeltà verso l’Imperatore e lo Stato e così pure della granitica fede in un vivere felice sotto lo scettro degli Asburgo.” La prima riunione al tè organizzato dal Comitato delle Signore con l’intento di raccogliere fondi per i soldati al campo si avvia con il massimo successo di adesioni, a dimostrazione dello “schietto patriottismo triestino”.
Bollettino sanitario: viene pubblicato l’elenco delle malattie contagiose presenti nel comune di Trieste.
Censura: i libri Patria terra e Dal mio paese di Riccardo Pitteri (Trieste 1853-Roma 1915) sono inseriti tra quelli che devono essere sequestrati, non pubblicati e distrutti, secondo gli elementi oggettivi del crimine ex § 65 del Codice penale.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-06
Anteprima:
Commenti:

Parte Ufficiale – notificazione dalla Luogotenenza del Litorale: sono chiamati alla leva in massa, i nati negli anni 1873 fino al 1877, 1891, 1895, 1896.
Parte non ufficiale – I comunicati nemici: dal fronte, nella zona carsica di Tolmino, gli schieramenti opposti vantano di essersi sopraffatti l’un l’altro.
Nell’esercito italiano: il taccuino di un militare italiano esprime malcontento nei confronti di coloro che inneggiano alla guerra senza parteciparvi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-07
Anteprima:
Commenti:

La Guerra – Le notizie italiane: l’Italia incolpa il nemico di avvelenare l’acqua dei pozzi, in seguito ad un episodio avvenuto in Friuli.
Comitato delle signore per i soldati al campo. Le riunioni al tè: questa è la terza giornata dedicata alla raccolta dei fondi per i soldati del fronte meridionale. Tra le personalità presenti all’evento c’è la baronessa Nina de Morpurgo, esponente di una facoltosa famiglia triestina.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-08
Anteprima:
Commenti:

Nei territori occupati dagl’italiani: la popolazione locale dei territori occupati dagli italiani è sospettata di spionaggio e minacciata d’internamento. Il trattamento riservato, soprattutto da parte degli ufficiali, consiste nella confisca dei beni.
Cose militari: con sovrana risoluzione dell’imperatore il colore delle divise viene modificato e sono emanate nuove norme per l’utilizzo distintivo di servizio della cintura di cuoio.
La raccolta della lana e del caucciù: visto il buon esito della raccolta precedente, l’Ufficio di previdenza di guerra invita la popolazione a donare oggetti e indumenti caldi per i soldati al campo.
Prigionieri di guerra in Russia: è possibile inviare generi di conforto quali “spazzolini da denti, pasta dentifricia, cacao, caffè, tè, fazzoletti da naso,guanti …”. La terza pagina è interamente dedicata al prospetto dispositivo per sottoscrivere il terzo prestito austriaco di guerra.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-09
Anteprima:
Commenti:

Cronaca - Una deputazione di Gorizia e Gradisca si reca dal presidente dei ministri conte Stürgkh per esprimere “ i sentimenti di fede immutabile e di entusiastica prontezza a impegnare, con l’avita lealtà, e beni e sangue per l’Imperatore e l’Impero contro il nemico ereditario che ha osato stendere la mano verso quella bella provincia”.
Coperte per i soldati dell’esercito sudovest: le coperte richieste servono ai soldati sul Carso per ripararsi dalla bora e dalla neve invernali. Continua l’invito a sottoscrivere il terzo prestito di guerra mettendo in evidenza i vantaggi che possono derivarne.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-10
Anteprima:
Commenti:

Cronaca - Le sottoscrizioni al prestito di guerra nel Litorale: il luogotenente della città invita la classe dirigente cittadina a investire i propri capitali in questa impresa per il sostegno della monarchia; tra coloro che partecipano c’è anche il barone Francesco Parisi [nominato barone nel 1913 dall’imperatore Francesco Giuseppe].
Cose del Comune. Opere stradali: per far fronte alla disoccupazione si continuano le opere di pubblica utilità tra cui la costruzione della strada di Rozzol e la sistemazione delle rive.
Al civico macello di san Sabba: elenco del numero capi macellati.
Appello alle madri: le madri vengono esortate a vigilare sulla condotta morale delle loro figlie.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-11
Anteprima:
Commenti:

Parte ufficiale - Notificazioni: la Luogotenenza del Litorale ordina di rendere noto l’inventario di scorte di cereali, macinati, legumi, seguono le disposizioni penali applicabili in caso di atti illeciti.
Cronaca - Occupazione di Belgrado da parte dell’esercito austro-ungarico.
Comitato di signore “Pro soldati al campo”: continua la raccolta fondi per il sostegno alle truppe.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-12
Anteprima:
Commenti:

Sovrano ordine all’esercito e alla flotta: l’imperatore dispone che le bandiere da guerra e gli stendardi degli eserciti espongano uniti gli stemmi dell’Austria e dell’Ungheria. La bandiera viene descritta nei suoi dettagli.
Dalla Comunità greco-orientale: viene destinata la dote di 500 corone a due ragazze da marito di religione greco-orientale in memoria del cav. Giovanni Scaramangà di Altomonte. [Museo Scaramangà] .

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-13
Anteprima:
Commenti:

Morte dell’arciduca Lodovico Salvatore: nato a Firenze nel 1847, è stato molto noto a Trieste e anche a Muggia, dove, presso Zindis, aveva una delle sue dimore preferite. [Allo scoppio della grande guerra ricevette l'ordine dell'imperatore di abbandonare Zindis e di ritirarsi al castello di Brandeis, vicino a Praga, dove morì; Carlo Vasari, L'Arciduca Lodovico Salvatore - Testimonianze e leggende nel 150° della nascita, in Borgolauro n. 32 (1997), Muggia.]
Fondo di assistenza per le vedove e gli orfani di tutta la forza armata: famiglie filantropiche possono adottare o mantenere i figli dei caduti in guerra.
Morte d’una nobildonna benefattrice: Giuseppina Oblasser nata de Brucker ha lasciato alla città di Trieste collezioni d’arte e d’antichità, ancor oggi visibili nei musei, e cospicue somme di denaro a varie istituzioni per il sostegno dei più bisognosi.
CENSURA: una cartolina illustrata raffigurante i regnati d’Italia e spedita dalla città di Udine viene sequestrata.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-14
Anteprima:
Commenti:

Per la morte dell’arciduca Lodovico Salvatore: l’articolo commemorativo tratta delle opere scientifiche da lui scritte, tra cui spicca una di carattere letterario Espressioni di tenerezza e parole vezzeggiative nella parlata friulana (1915).
Oro diedi per ferro
: si invita a donare oro e argento per sostenere le vedove, gli orfani e i reduci di guerra.
Epizozie: viene pubblicato l’elenco delle malattie infettive degli animali domestici e si indicano i luoghi in cui si sono manifestate.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-15
Anteprima:
Commenti:

Avviso - Carne fresca: in via sperimentale, un vagone di carne fresca è stato fatto arrivare dalla Danimarca.
Vendita di utensili di metallo: si richiama la popolazione all’ordinanza ministeriale di consegnare all’autorità preposta oggetti in rame, ottone, bronzo o tombacco, nichelio.
Lo stato delle seminagioni in Ungheria: si descrive la situazione del lavoro dei campi ungheresi, sottolineando la buona riuscita della produzione del granone, delle patate, della colza e una diminuzione nella produzione delle barbabietole di zucchero.
Editto: si rende noto la causa civile contro l’industriale chimico Gaudenzio della Zonca da parte della Banca Union di Trieste [“La Zonca Industrie Chimiche nasce a Venezia nel 1875 ad opera di Gaudenzio della Zonca come fabbrica produttrice di vernici sottomarine, per poi impiantare una filiale nella città di Trieste, allora porto franco. All'epoca la Zonca era in aperta concorrenza con un'altra industria di vernici e affini, la Gioachino Veneziani s.a."].

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-16
Anteprima:
Commenti:

Comitato della signore pro soldati al campo: Appello accorato da parte della presidentessa del comitato per raccogliere i beni di prima necessità da donare ai militari sul fronte di guerra.
L’arciduca Lodovico Salvatore: L’elogio funebre del defunto è scritto da Carlo Marchesetti [direttore del museo di storia naturale e dell’orto botanico], il quale mette in evidenza la particolarità di dissimulare l’appartenenza alla casa imperiale e l’amore per Trieste.
Per i nostri prigionieri in Russia: Il governo austro-ungarico invia aiuti ai prigionieri in Russia tramite la Croce Rossa americana.
Viaggi nel territorio di guerra: I viaggiatori per accedere nei territorio “lato” o “ristretto” di guerra, tra cui Trieste e il suo territorio, hanno bisogno di specifici documenti militari.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-17
Anteprima:
Commenti:

PARTE UFFICIALE - Tra i funzionari del Governo marittimo che ricevono le onorificenze per eccellenti servigi per il passato anno di guerra, è menzionato il barone Ambrogio de Ralli [benefattore discendente da una ricchissima famiglia greco-orientale stabilitasi a Trieste nel 1820].
Cronaca - Per la morte dell’arciduca Lodovico Salvatore: Preparazione della salma.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-18
Anteprima:
Commenti:

Processione impetratoria - Vienna: Membri della casa imperiale, accompagnati da un corteo di 10.000 persone, partecipano alla processione fatta a ringraziamento delle vittorie di guerra.
CRONACA - Processione teoforica impetratoria: “50.000 persone di ogni ceto” vi prendono parte a Trieste.
I fiori ufficiali per il dì dei morti: “viole del pensiero giallo-nere e bianco-rosse e rose rosso-rosa, rosso-vino e color lila con una croce nel calice”.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-19
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia - Le operazioni: Avvengono forti scontri sull’Isonzo.
Cronaca - Per la morte dell’arciduca Lodovico Salvatore: Viene descritta la solenne cerimonia funebre.
Le conferenze alla Luogotenenza: Il Luogotenente riferisce sulla città e sul territorio in particolar modo sugli approvvigionamenti e sulla situazione sanitaria. Vi sono sufficienti scorte di carne, patate provenienti da Graz, olio, grasso e lardo provenienti da Vienna e Lubiana; c’è, invece, necessità di petrolio e carbon fossile; non vi sono casi di colera e tifo. Nella città di Trieste si sono sottoscritti più di 33 milioni di corone per il prestito di guerra.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-20
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: I combattimenti sul fronte dell’Isonzo si fanno più aspri.
L’i.r. Consigliere di Luogotenenza in Trieste:
L’i.r. Ministero della guerra dà l’ordine di requisire gomma per automobili e caucciù grezzo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-21
Anteprima:
Commenti:

Natale 1915 al campo: L’i.r. Ministero della guerra promuove una campagna fondi per la raccolta di doni da destinare ai soldati al campo il giorno di Natale.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-22
Anteprima:
Commenti:

Sul campo dell’onore: Viene diffusa la notizia della morte del tiratore, cav. Vittorio Bernetich-Tommasini, caduto sul campo di battaglia per la madre patria. [iscrizione sulla tomba Tommasini: Vittorio/ cav. de Bernetich-Tommasini/ nato il 23 gennaio 1897/ morto per la patria/ il 20 ottobre 1915/; in questa tomba è sepolto anche Muzio Tommasini, podestà di Trieste].

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-23
Anteprima:
Commenti:

Cose del Comune - Il prezzo del gas: Il Commissario imperiale ha deciso l’ aumento del costo del gas, dell’energia elettrica e del coke.
Vaccinazione contro il vaiuolo: A scopo preventivo il Magistrato civico invita la popolazione a vaccinarsi contro il vaiolo.
Funerali: Alla sepoltura del giovane cav. Vittorio Bernetich-Tommasini partecipano eminenti personalità cittadine.
Carte della guerra: Vengono poste in vendita delle carte dal Ministero della guerra per coloro che vogliono seguire dettagliatamente gli avvenimenti bellici.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-24
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia: Si fa sempre più aspra la situazione sul fronte meridionale.
Ammissibilità di nuovi mezzi didattici nelle scuole popolari e magistrali: Il Ministero per il culto e l’istruzione invita a non cambiare i libri scolastici e i mezzi di istruzione se non proprio necessario al miglioramento dell’insegnamento.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-25
Anteprima:
Commenti:

Ordinanza dell’i.r. Luogotenenza per il Litorale: Vengono fissati i prezzi massimi per lo zucchero nel commercio all’ingrosso e al dettaglio.
Avviso dal Magistrato civico: Per venire incontro alle necessità di consumo di carne da parte della popolazione più bisognosa, è stata fatta arrivare dai paesi nordici della carne bovina (corned beef) di prezzo più economico.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-26
Anteprima:
Commenti:

Comitato austriaco di soccorso per la Croce Rossa bulgara: Il Comitato austriaco di soccorso promuove una raccolta fondi per sostenere gli aiuti sanitari diretti ai soldati bulgari.
Il terzo prestito di guerra: La camera di commercio e d’industria dell’Istria invita i commercianti e gli industriali a sottoscrivere il prestito di guerra.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-27
Anteprima:
Commenti:

La guerra con l’Italia - Avvenimenti in mare: Gli aviatori della Marina bombardano Venezia.
Insigne gesto di cameratismo: Le truppe sul fronte dell’Isonzo guidate dal generale Boroević hanno destinato un offerta di denaro in favore dei marinai della i.r. Marina.
Vino di pomi: inserto pubblicitario.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-28
Anteprima:
Commenti:

Divieto: I berretti dei bambini non possono avere i nastri fregiati con i nomi dei paesi in guerra contro la Monarchia.
Importazione di riso nell’ Europa: tabella prospettica.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-29
Anteprima:
Commenti:

Onorificenza: Giulio Kugy [1858-1944] viene decorato per meriti militari. [Si arruola volontario come consulente alpino nell’esercito austro-ungarico].
Il terzo prestito di guerra: Le sottoscrizioni si fanno sempre più numerose a differenza di quelle raccolte nei paesi nemici per lo stesso scopo.
Necrologio: Viene pubblicato un necrologio per la morte della contessa Emma Alberti de Poja.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1915-10-30
Anteprima:
Commenti:

Ordine del giorno all’esercito e alla flotta: L’imperatore Francesco Giuseppe sprona il suo esercito a continuare a combattere valorosamente.
La guerra con l’Italia: “Un aeroplano italiano ha gettato bombe sul castello di Miramar.”
Notizie scolastiche: In via Madonna del Mare si istituisce la scuola “Imperatrice Elisabetta”.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1915-10-31
Anteprima:
Commenti:

In Italia: Sono chiamati alle armi gli uomini di III categoria.
Premi Nobel: Viene conferito il Nobel al medico austriaco di origini ungheresi Roberto Barny [Robert Bárány].

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Monica Bizzarri
Data:
1914-07-03
Anteprima:
Commenti:

Continuano le manifestazioni di cordoglio a Trieste e all’interno della monarchia asburgica. Si ha notizia di un ufficio funebre che la Comunità israelitica di Trieste intende tenere la domenica 5 luglio.
Tra gli atti ufficiali riportati nelle pagine del quotidiano risalta la decisione dell’i.r. Tribunale provinciale in Trieste di sequestrare il numero de La Stampa di Torino del 20-21 giugno 1914 perché il tenore dell’articolo “Lettere dal Trentino – La mano di ferro” ravviserebbe il crimine ex § 65 a) del Codice penale previsto per chi commette il crimine di perturbazione della pubblica tranquillità eccitando al disprezzo o all’odio contro la persona dell’imperatore o contro lo Stato.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-04
Anteprima:
Commenti:

Ancora notizie sulle estreme onoranze alle salme dell’arciduca Francesco Ferdinando e della duchessa di Hohenberg.
Intanto, il quotidiano riporta sinteticamente la relazione di Carlo de Marchesetti sull’andamento del Museo civico di storia naturale e dell’Orto botanico per l’anno 1913, come pure quella del Museo Revoltella di belle arti diramata dal Curatorio del museo.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-05
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati.

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1914-07-06
Anteprima:
Commenti:

Continuano ad essere riportate, seppur con enfasi ridotta rispetto ai giorni precedenti, notizie relative alla morte dell’arciduca Francesco Ferdinando e della duchessa di Hohenberg.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-07
Anteprima:
Commenti:

Nulla ancora sembra far presagire l’imminente guerra. Echi dell’assassinio del 28 giugno si ritrovano fra l’altro nelle commemorazioni dell’Automobil Club della Carinzia e del gruppo locale di Troppavia della Lega navale austriaca.
Un ampio servizio è dedicato agli annuari del Primo Ginnasio superiore comunale di Trieste, del Primo e Secondo Liceo femminile comunale e agli esami di maturità dell’i.r. Scuola industriale dello Stato a Trieste.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-08
Anteprima:
Commenti:

Mentre l’imperatore Francesco Giuseppe rientra a Bad Ischl per la villeggiatura, dimostrando agilità ed “aspetto fresco”, ma visibilmente commosso per le tante dimostrazioni d’affetto ricevute, notizie dalla Serbia informano che negozianti e viaggiatori serbi hanno iniziato il boicottaggio contro l’i.r. Società di navigazione sul Danubio per protestare contro le violenze antiserbe in Bosnia ed Erzegovina.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-09
Anteprima:
Commenti:

L’eco delle polemiche suscitate dalle scelte della corte asburgica per l’estrema semplicità dei funerali degli arciduchi si ritrova nella seduta della Camera ungherese dei deputati riportata in prima pagina. La situazione in Bosnia è intanto dipinta a foschi colori da alcuni giornali serbi.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-10
Anteprima:
Commenti:

Il contenzioso austro-serbo si va fatalmente aggravando, come registrato dalle notizie dalla Serbia e da Berlino.
L’occhiuta vigilanza sulla stampa dell’i.r. Procura di Stato porta ad un ennesimo sequestro: il tenore dell’articolo “Fatti e figure del Risorgimento” inserito nel periodico “Il Secolo” del 25 giugno fa ravvisare infatti gli elementi oggettivi del crimine ex § 65 del Codice penale.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-11
Anteprima:
Commenti:

Dal quotidiano emergono nomi e figure che si ritroveranno tra i volontari irredenti fuoriusciti da Trieste per combattere contro l’impero asburgico: tra i promossi con distinzione del Primo ginnasio comunale superiore ritroviamo Giovanni Streinz, morto a Bligny il 17 luglio 1918, decorato con due medaglie d’argento al valor militare e della croce francese con palma al merito di guerra, di cui è possibile ricostruire altri momenti di vita attraverso fonti bibliografiche e documentarie diverse.

Osservatore Triestino:
Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-12
Anteprima:
Commenti:

Osservatore Triestino e Triester Zeitung non pubblicati.

Triester Tagblatt:
Wiener Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Data:
1914-07-13
Anteprima:
Commenti:

Viene riportata la notizia del sequestro de “La Coda del Diavolo”, colpevole di vari crimini tra cui quello previsto dall’art. 65 del Codice penale contro l’imperatore e lo Stato. Il giornale satirico era stato fondato nel 1907 da Vittorio Cuttin che, dopo varie esperienze nei libelli governativi, passa nel campo delle contese nazionali, attaccando duramente preti e guardie di pubblica sicurezza, con una ricchezza di risorse polemiche che gli garantiscono un largo seguito di lettori.

Osservatore Triestino:
Wiener Zeitung:
Triester Zeitung:
Il Resto del Carlino:
Altra rassegna stampa:
Commento redatto da:
Antonietta Colombatti
Data:
1914-07-14
Anteprima:
Commenti:

Si riportano notizie di presunti attentati contro il principe ereditario Alessan